Napoli-Sampdoria 3-2, le pagelle di IamNaples.it: Mertens e Insigne incantano, Hamsik nella storia

Napoli-Sampdoria 3-2, le pagelle di IamNaples.it: Mertens e Insigne incantano, Hamsik nella storia

Il Napoli mantiene il primato della classifica e allunga sull’Inter che incassa a Reggio Emilia la seconda sconfitta consecutiva contro il Sassuolo. Gli azzurri vanno due volte in svantaggio ma poi riescono a rimontare il match. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

REINA 5: La storia si ripete, subisce un’altra punizione sul suo palo, un tiro da quaranta metri che doveva far suo. Nelle uscite anche nel primo tempo non sembra padrone dell’area di rigore come in altre gare.

HYSAJ 5: Intervento goffo in occasione del gol del momentaneo 1-2 della Sampdoria, l’inserimento in area di rigore di Ramirez nasce così, poi gli impedisce di calciare commettendo fallo da rigore, in una situazione che poteva gestire meglio. Nella ripresa rischia di servire di testa un assist a Caprari sul secondo palo, sicuramente non è stata una delle sue prestazioni più attente. Al 74′ da un suo errore nel palleggio nasce un altro pericolo: la conclusione di Quagliarella dalla distanza che termina di poco a lato.

ALBIOL 6: In occasione del gol del momentaneo 1-2, il suo tentativo di recuperare su Ramirez è molle prima del fallo di Hysaj. Tanti gli errori commessi dalla difesa nel palleggio, nelle uscite e qualche affanno di troppo riguardo agli attacchi della Sampdoria ma cresce nel corso della ripresa, mettendo in campo esperienza e autorevolezza nella gestione del vantaggio in inferiorità numerica.

KOULIBALY 6,5: Il migliore in campo della retroguardia azzurra, un baluardo che spesso interviene anche per correggere gli errori altrui.

MARIO RUI 5,5: Qualche buona intuizione sulla catena con Hamsik e Insigne, partecipa all’errore dell’intera linea al 29′, quando Quagliarella rischia di realizzare la rete dell’1-3. Discreta la sua prova nel posizionamento difensivo ma rimedia al 76′ un’espulsione per doppia ammonizione dovuta a due interventi evitabili su Ramirez e Kownacki.

ALLAN 7,5: Partita di grandissima intensità, è lui, con la progressione che porta all’assist di Mertens, ad ispirare il gol della Storia, quello con cui Marek supera Diego Armando Maradona in testa alla classifica dei marcatori all time nella storia del Napoli. E’ un moto perpetuo, apre la difesa avversaria con le sue percussioni sulla catena di destra, di cui il brasiliano è il trascinatore. Sta trattando il rinnovo del suo contratto, le sue prestazioni devono far riflettere De Laurentiis e Giuntoli a chiudere gli accordi quanto prima.

JORGINHO 5,5: Fa fatica a gestire il pallone con l’autorevolezza solita nel primo tempo, il Napoli soffre tra le linee anche perchè non riesce a seguire le linee di passaggio che il centrocampo blucerchiato trova per Ramirez. Al 55′ Sarri inserisce Diawara proprio per rendere più efficace la fase di non possesso (Dal 55′ Diawara 6: Trasmette ordine soprattutto quando il Napoli si trova in inferiorità numerica, migliora la lettura delle linee di passaggio degli avversari, il Napoli con Diawara sembra essere più corto ed equilibrato)

HAMSIK 7: S’inserisce tra le linee con regolarità, il record raggiunto a Torino gli ha ridato smalto e si vede oggi nella gara contro la Sampdoria. Segna la rete del 3-2 che vale tre punti e soprattutto il primato storico nella classifica all time dei marcatori della storia del Napoli, superando Diego Armando Maradona. El Pibe de Oro aveva realizzato l’ultimo gol con la maglia azzurra proprio alla Sampdoria, Hamsik ha messo a segno la prima rete in serie A con il Napoli proprio contro i blucerchiati, si tratta di un segno del destino. (Dal 70′ Zielinski 6,5: Ottimo il suo apporto in campo, riesce in un paio d’occasioni a proporsi per le ripartenze che diventano fondamentali per allontanare la Sampdoria dalla propria area di rigore)

CALLEJON 6,5: La solita partita a grande intensità, contribuisce alla fase difensiva sulla fascia in cui si propone spesso Caprari. Si propone spesso per andare al tiro o cercare l’assist vincente. Gli manca la giocata determinante ma il suo contributo ha sempre spessore e rilevanza nel contesto della partita. C’è il suo zampino sul gol di Allan, è Viviano a negargli la gioia del gol.

MERTENS 7: Non fa gol, l’astinenza aumenta ma fa tutto il resto. Accorcia il campo, esce dalla linea con regolarità costruendo tante triangolazioni con i compagni per aprire la difesa della Sampdoria. Ruba palla a Barreto, inventa l’assist per Callejon da cui arriva il gol di Allan. E’ poesia il controllo orientato con assist per la rete di Insigne, quella che vale il momentaneo 2-2 ma c’è il suo zampino anche nel terzo gol, quello di Hamsik, la rete che vale la Storia per il capitano azzurro. Nella ripresa si propone costantemente per impegnare la Sampdoria in fase di non possesso, mette in difficoltà Viviano sugli sviluppi di una punizione.

INSIGNE 7: E’ il giocatore più determinante del Napoli, la luce che accende il gioco anche nei momenti più bui. Si comporta da leader, trascina il pubblico, applaude Quagliarella e realizza una rete fondamentale che vale il momentaneo 2-2. Va in doppia cifra, realizza il decimo stagionale, è l’unico ad aver segnato in tutte le competizioni. (Dal 79′ Maggio 6: C’è bisogno del suo contributo nel finale e lo da con autorevolezza)

SARRI 6,5: E’ la diciottesima giornata per Maurizio Sarri in testa alla classifica da quando è alla guida del Napoli. Questa vittoria vale tantissimo vista la contemporanea sconfitta dell’Inter e il big-match di stasera tra Juventus e Roma. Nel primo tempo l’approccio non è dei migliori, dopo il gol di Ramirez a livello mentale la squadra sembrava essere in preda all’ansia, ma poi la qualità degli interpreti e le sicurezze dei meccanismi di gioco codificati costruiscono la rimonta azzurra, la quinta in campionato. Le vittorie conquistate ribaltando il risultato rappresentano un altro segnale di personalità del collettivo.

Ecco il tabellino del match:

Napoli-Sampdoria 3-2

Marcatori: 2′ Ramirez (S), 16′ Allan (N), 27′ Quagliarella rig. (S), 33′ Insigne, 38′ Hamsik

Napoli (4-3-3): Reina 5, Hysaj 5, Albiol 6, Koulibaly 6,5, Mario Rui 5,5; Allan 7,5, Jorginho 5,5 (55′ Diawara 6), Hamsik 7 (70′ Zielinski 6,5); Insigne 7 (79′ Maggio 6), Mertens 7, Callejon 6,5. All. Sarri 6,5

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 6,5; Bereszynski 5,5, Silvestre 5,5, G. Ferrari 6, Strinic 6 (83′ Zapata s.v.); Barreto 5,5 (70′ Verre 6), Torreira 6,5, Praet 6; Ramirez 7; Quagliarella 6,5 (74′ Kownacki 6,5), Caprari 6,5. All. Giampaolo 6

Arbitro: Massa di Imperia

Ammoniti: Mertens (N), Hysaj (N), Mario Rui (N), Viviano (S), Torreira (S), Verre (S), Ramirez (S)

Espulsi: Mario Rui (N)

 

 

Dal nostro inviato al San Paolo Ciro Troise

 


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google