Palermo-Napoli 0-3, le pagelle di IamNaples.it: Callejon decisivo, immenso Zielinski

Palermo-Napoli 0-3, le pagelle di IamNaples.it: Callejon decisivo, immenso Zielinski

Il Napoli sbatte sul muro del Palermo nel primo tempo ma nella ripresa liquida la pratica in venti minuti. L’intensa fase difensiva rosanero della prima frazione di gioco cala nel secondo tempo al cospetto dell’ottima proposta offensiva degli azzurri. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

Reina s.v.: Una serata d’inattività per il portiere azzurro che deve solo battere qualche rinvio e bloccare qualche tiro dalla distanza debole e centrale, nel primo tempo ci ha provato Jajalo

Maggio 5,5: Accompagna talvolta Callejon sulla fascia destra nella manovra offensiva del Napoli, manca in lucidità e qualità nei cross dal fondo. In fase difensiva deve faticare poco perchè Aleesami e Sallai non riescono mai a rendersi pericolosi.

Ghoulam 6,5: Nel primo tempo Embalo talvolta lo impegna in fase difensiva, in cui è aiutato molto dai ripiegamenti di Insigne. Si propone nel primo tempo con discreta frequenza e i suoi cross sono abbastanza precisi, è suo l’assist dal fondo per il gol del vantaggio di Marek Hamsik.

Albiol 6: In difesa è poco impegnato, l’attività in cui è chiamato maggiormente in causa è il palleggio, l’impostazione della manovra dalle retrovie. Nel primo tempo fallisce un’occasione clamorosa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Grave la disattenzione sul colpo di testa di Bruno Henrique al 57′, il brasiliano s’inserisce in maniera molto agevole tra i due centrali.

Koulibaly 6: Commette qualche errore negli appoggi nel primo tempo ma riesce spesso a rimediare con dei vigorosi recuperi. Cresce nella gestione del possesso palla nella ripresa.

Zielinski 7: E’ l’uomo-partita, tatticamente essenziale, non è mai banale nella scelta della giocata. Spicca per qualità e velocità nel possesso palla, è sua l’apertura per Ghoulam nell’azione che porta alla rete dello 0-1 siglata da Marek Hamsik. Nell’azione del terzo gol spacca la fase difensiva del Palermo e serve Callejon per il gol dello 0-3. (Dal 73′ Allan s.v.: Entra a risultato acquisito, partecipa con efficacia alla gestione del palleggio e del triplo vantaggio)

Jorginho 6: Il centrocampo rosanero lo limita tantissimo, lo “spregiudicato” De Zerbi deve indossare i panni della cultura operaia e scegliere la strada intrapresa da molte realtà medio-piccole in serie A contro il Napoli di Sarri: linee strette, pressing asfissiante e blocco delle fonti di gioco, la prima nel Napoli è Jorginho. L’italo-brasiliano fa bene il compitino, gestisce bene la sfera quando deve guidare la manovra dei suoi ma non riesce a produrre iniziative particolarmente brillanti che soprattutto nel primo tempo potevano mettere in crisi il muro eretto dal Palermo.

Hamsik 7: In fase d’impostazione suggerisce linee di passaggio brillanti, ci mette qualità, velocità di pensiero, fa il regista aggiunto quando Jorginho è limitato dalla copertura degli avversari. Ha poi il merito di sbloccare la partita con il gol che gli permette di superare Maradona.

Callejon 7,5: Un’altra doppietta dopo quella al Milan, lo spagnolo va a quota quattro gol in tre partite, uno in più di Higuain nella Juventus. Nel primo tempo, quando è chiamato in causa, produce sempre iniziative interessanti e nella ripresa ha il merito di siglare una doppietta. Riguardo alla rete dello 0-1, è perfetto nella scelta del tempo e puntuale nell’esecuzione, sul secondo gol personale gode dell’aiuto di Posavec. (Dal 70′ Mertens 6: Venti minuti d’allenamento in chiave Kiev, una punizione e un po’ di palloni toccati nella gestione del triplo vantaggio. All’85’ va anche vicino al gol, gli dice no Posavec)

Milik 6: Nei movimenti senza palla è perfetto, sembra un manuale del calcio applicato da Maurizio Sarri alla voce centravanti ma deve migliorare sotto il profilo tecnico, nell’esecuzione della giocata. Nel primo tempo fallisce delle occasioni, non è mai un buon segnale per un centravanti. (Dal 67′ Gabbiadini 5,5: Tocca pochi palloni, ha una sola occasione e dovrebbe sfruttarla, attacca bene la profondità, elude il fuorigioco ma spreca a tu per tu con Posavec)

Insigne 6,5: Sprazzi del Magnifico della scorsa stagione. In fase difensiva è sempre generoso, puntuale, preziosi i raddoppi a sostegno di Ghoulam nel primo tempo. A livello offensivo ci mette più brillantezza e lucidità rispetto alle partite precedenti, colleziona il primo assist del campionato con la splendida traiettoria per il colpo di testa di Callejon.

Sarri 7: Veder giocare il Napoli è un piacere, non è assolutamente scontata la qualità eccelsa della manovra degli azzurri. Ottima la gestione della rosa in vista della trasferta di Kiev, tenere tutti sulla corda è la strategia giusta per una stagione molto impegnativa. Il Napoli sembra essere migliorato anche nella capacità di essere duttile, di saper esprimersi in più modi, oggi ha saputo avere pazienza e non ha snaturato il suo gioco quando il Palermo nel primo tempo si è opposto agli azzurri con una fase difensiva molto lucida. Particolarmente significativo il dato della porta inviolata per la prima volta in questo campionato, bisogna migliorare sotto il profilo della concentrazione, contro squadre superiori al Palermo certi cali possono costare caro.

Ecco il tabellino del match:

PALERMO (4-3-3): 1 Posavec 5,5; 3 Rispoli 5,5, 6 Goldaniga 5, 5 Rajkovic 6, 19 Aleesami 6; 10 Hiljemark 5,5, 14 Gazzi 6, 28 Jajalo 5,5 (dal 57′ Bruno Henrique 6); 11 Embalo 6 (dal 46′ Nestorovski 5), 23 Diamanti 5 (cap.), 20 Sallai 5 (dall’84’ Bentivegna 6).

A disposizione: 68 Fulignati, 2 Vitiello, 4 Andelkovic, 12 Gonzalez, 15 Cionek, 18 Chochev, 22 Balogh, 24 Bouy, 97 Pezzella.

NAPOLI: 25 Reina s.v.; 11 Maggio 5,5, 33 Albiol 6, 26 Koulibaly 6, 31 Ghoulam 6,5; 20 Zielinski 7 (dal 73′ Allan 6), 8 Jorginho 6, 17 Hamsik (cap.) 7; 7 Callejon 7,5, 99 Milik 6 (dal 67′ Gabbiadini 5,5), 24 Insigne 6,5 (dal 70′ Mertens 6).

A disposizione: 1 Rafael, 22 Sepe, 2 Hysaj, 3 Strinic, 4 Giaccherini, 19 Maksimovic,  30 Rog, 42 Diawara, 62 Tonelli.

A cura di Ciro Troise


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google