Palermo, plusvalenze d’oro: da Cavani a Dybala, 127 milioni in quattro anni!

Scoprire talenti, valorizzarli e aprire l’asta: ecco la formula di Zamparini, che ha creato una struttura all’avanguardia a livello di osservatori. Colpi d’autore e cessioni ricchissime

ROMA – Specialista in plusvalenze, il Palermo ha incassato 127 milioni negli ultimi quattro anni dalle cessioni di Dybala, Belotti,Hernandez, Ilicic, Pastore, Cavani e Sirigu. Scoprire talenti, valorizzarli e aprire l’asta: ecco la formula di Maurizio Zamparini, che ha saputo creare una struttura all’avanguardia a livello di osservatori, riducendo al minimo i margini di errore nella scelta degli investimenti. Dybala era costato nel 2012 quasi dodici milioni di euro, pescato nella serie B argentina, quando stava cominciando a farsi conoscere nell’Instituto di Cordoba. Ed è stato rivenduto alla Juveper quaranta (trentadue più otto di bonus). Stima e affetto: Zamparini è rimasto molto legato a Dybala e ha aperto qualche giorno fa una polemica con Allegri. «Non va imbrigliato negli schemi, ma lasciato libero di inventare. Merita un allenatore diverso. Allegri lo sta rovinando, ho scritto a Paulo dicendogli di chiedere alla Juve di mandarlo da un’altra parte». Le brillanti intuizioni avute dal Palermo sul mercato rappresentano un esempio per quelle società che cercano nuovi equilibri di bilancio e la strada dell’autofinanziamento. E i 127 milioni di euro ottenuti finora dalle cessioni dei talenti più quotati sono destinati ad aumentare. Non mancano i gioielli: il primo della lista è Franco Vazquez, che Zamparini ha deciso di trattenere fino a giugno. Altra plusvalenza da incorniciare, considerando l’ammortamento. Il trequartista argentino (naturalizzato italiano) era arrivato nel 2012 dal Belgrano per quattro milioni e mezzo di euro. Ora, nei progetti di Zamparini, ne vale almeno venti. Ma non è l’unico pezzo pregiato.

C’è uno svedese, Oscar Hiljemark, classe 1992, campione d’Europa a livello di Under 21 con la sua nazionale, che si è già trasformato in un grosso rimpianto per il Psv Eindhoven e un affare d’oro per il Palermo, pronto ad acquistarlo alla metà di luglio per due milioni. Nove presenze, tre gol e un assist: in due mesi la mezzala ha richiamato l’attenzione dei grandi club. Così come sembra un predestinato Uros Djurdjevic, attaccante serbo, 83 minuti in campionato e un gol al Carpi, prima di essere operato al perone. Ha ventuno anni, è stato blindato con un contratto fino al 2019, è cresciuto nella Stella Rossa e il Palermo lo ha tesserato a parametro zero, dopo che Djurdjevic si era separato dal Vitesse. E anche Robin Quaison (1993), altro svedese, ingaggiato dal Palermo un anno e mezzo fa dall’Aik Solna, viene considerato un tesoro da Zamparini. Non mancano le offerte neppure per il terzino sinistro Lazaar, ventitré anni, marocchino: in estate era entrato nei piani del Monaco, che stava cercando in quel periodo il sostituto di Kurzawa, ceduto alParis Saint Germain. Ma il Palermo aspetta con pazienza anche l’evoluzione del brasiliano Matheus Cassini, classe 1996, soffiato al Corinthians: è mancino, è un attaccante. non ha ancora debuttato in serie A, ma sta regalando spettacolo con la squadra Primavera e Zamparini è convinto che abbia le stesse potenzialità di Dybala.. Ha già segnato due gol nel campionato baby ed è in attesa di ricevere un’occasione da Iachini. La ricchezza del Palermo, che ieri ha pareggiato in casa contro l’Inter, nasce proprio dalle sue continue scoperte. E a gennaio potrebbe sbarcare a Palermo un terzo svedese: si chiama Simon Gustafson, è un centrocampista, ha venti anni e gioca nel campionato olandese con il Feyenoord. La caccia al talento non si ferma mai.

Fonte: Corriere dello sport

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.