Pande(v)monio. Gol e assist, il macedone incanta con lui Napoli dimentica Lavezzi

Pandev si è preso il Napoli. Il ricordo di Lavezzi si fa sempre più sbiadito. Promosso in pieno Goran, soprattutto per quella che è la sua utilità nei meccanismi del Napoli di Mazzarri, ideale per gli schemi d’attacco. Promosso dagli addetti ai lavori: tecnici, ex calciatori, operatori di mercato.
«Per me non è una sorpresa, Pandev è un grandissimo attaccante e con lui in campo il Napoli è più equilibrato, rischia meno e viene valorizzato al massimo anche Hamsik. Il Napoli ha preso due piccioni con una fava, la società e Mazzarri sono stati eccezionali con questa intuizione. Quando gioca tra le linee sa far molto male, bravo negli assist e nel puntare la porta, tornato determinante come ai tempi dell’Inter di Mourinho, ha ritrovato condizione e motivazioni. Quando sta così è un attaccante capace di fare la differenza», dice Franco Colomba, tecnico che vinse l’anno scorso al San Paolo con il Parma.
Promosso da Antonio Di Gennaro, ex regista della nazionale azzurra e che vinse lo scudetto a Verona. «Pandev come giocatore non si scopre adesso, anche negli anni passati, alla Lazio e all’Inter fece bene. Nel Napoli quest’anno brilla ancora di più grazie alla preparazione: lo staff medico, tecnico e atletico del Napoli sono stati decisivi nel suo miglioramento fisico. Così può esaltare ancora di più il suo talento. E poi ha grandi motivazioni, tra l’altro più responsabilizzato dalla cessione di Lavezzi è diventato un leader di questa squadra in una rosa molto più omogenea. Tra l’altro il Pocho è stato venduto per 30 milioni e lui riscattato per 7.5 milioni, quindi anche da un punto di vista economico c’è stata una plus valenza importante. Lavezzi spaccava le difese ma con Pandev c’è più equilibrio ed è cresciuto moltissimo anche Hamsik. Il Napoli adesso è la vera antagonista della Juventus nella lotta per lo scudetto».
Un grande bomber del passato azzurro, Beppe Savoldi, dice Pandev. «Farà più assist e segnerà più gol di Lavezzi. Un attaccante concreto, di grande esperienza, il suo ruolo in questo Napoli è fondamentale. Lavezzi era un giocatore diverso, partiva più da lontano, aveva numeri diversi. Pandev fa giocate importanti con grande naturalezza». Oscar Damiani, ex azzurro, procuratore non ha dubbi. «Il Napoli con Pandev al posto di Lavezzi non ha perso nulla, anzi ha trenta milioni in più. Un’operazione, quindi, vantaggioso anche da un punto di vista economico. Ha dimostrato già in passato di avere classe, di saper giocare per sè e per la squadra. La fiducia che gli viene data, la sta ripagando al meglio. Fa gol e sa far gol un giocatore straordinario, importantissimo per un Napoli da scudetto. Fisicamente sta bene, ha avuto sempre talento e ora la sua condizione psicofisica è eccellente, gli consente di fornire grandi prestazioni. Il grande merito è di Mazzarri, il modo di giocare gli consente di muoversi.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.