Per la fascia sinistra l’obiettivo è Armero

In Francia Bigon sta monitorando Kondogbia

Giocare d’anticipo ed evitare che si scatenino aste come quella che ha portato all’acquisto di Vargas, ecco perché il Napoli in questo periodo è particolarmente impegnato sul fronte-mercato. Almeno per quanto riguarda i giovani di prospettiva (due o tre), sta provando ad accelerare i tempi e mettere nero su bianco appena definita la valutazione e l’ingaggio del calciatore. Non a caso, Bigon lavora senza soste da alcune settimane. Il Napoli insegue un esterno sinistro che sappia interpretare entrambe le fasi di gioco; un centrocampista (se non due) capace di regalare il dovuto assortimento e la necessaria fisicità al reparto; un altro attaccante su cui contare ad occhi chiusi dal momento che Pandev tornerà sicuramente al mittente e Vargas non si sa quanto tempo impiegherà per integrarsi nel calcio italiano. Senza considerare che il destino di uno dei tre tenori potrebbe mutare da un momento all’altro nel caso arrivasse un estimatore disposto a tutto ed allora bisognerà prendere in considerazione nuovi scenari.

Al momento, il Napoli avrebbe puntato le attenzioni su due mercati: quello sudamericano, in particolare l’Uruguay dove il rapporto costi-qualità resta ancora accessibile, e quello francese, dove lo staff degli osservatori che fa capo a Bigon avrebbe individuato due-tre calciatori che farebbero al caso di Mazzarri. Si aspetta il rientro di De Laurentiis dalla Cina (a metà settimana) per eventualmente muovere i passi decisivi.

IN URUGUAY – Qui, come in Argentina del resto, ci sono calciatori che fanno presto ad ambientarsi nel calcio europeo ed in particolare quello italiano. Tra l’altro non hanno costi elevati, né pretese di ingaggi alti. Il Napoli è ben posizionato dalle parti di Montevideo. C’è il manager Pablo Bentancur che fa la parte del leone, appoggiando al Club Nacional di Montevideo (e non solo), quei giovani che va a prelevare negli angoli più sperduti della piccola nazione sudamericana e li assiste finché questi non esplodono e poi si trasferiscono all’estero (Italia, Spagna e Portogallo). E’ stato il caso di Gargano, Cavani, Abel Hernandez, Gaston Ramirez e tanti altri. Venerdì sera Bentancur ha prospettato a Bigon l’ingaggio di due calciatori che il Napoli aveva già monitorato. Facundo Piriz, centrocampista, e Gonzalo Bueno, attaccante. Entrambi del Nacional Montevideo ed entrambi con clausole rescissorie davvero alla portata: due milioni di euro per Piriz, uno soltanto per Bueno. Per tale ragione, diversi club sarebbero pronti a rilevarli (il Bologna in primis) ma Bentancur, già procuratore di Gargano, vuole riservare un canale preferenziale a De Laurentiis che ebbe modo di conoscere a Montevideo due anni fa quando si incontrarono nel suo ufficio per prolungare il contratto di Gargano. Bentancur è in ottimi rapporti anche con Bigon, fin dai tempi della Reggina, allorché il club amaranto era riuscito a strappare una sorta di prelazione sui giovani del vivaio del Nacional versando una somma simbolica annuale a fondo perduto, un patto che poi è decaduto nel tempo.
PIRIZ – Di Facundo Piriz al Napoli, si era già parlato due anni fa. Ma l’idea sfumò presto a causa dell’età, poi anche l’Udinese si tirò indietro. Nel frattempo, Piriz, classe ‘90, alto un metro e ottantacinque centimetri, è maturato fino al punto da collezionare tre presenze con la Celeste. Si tratta del classico volante sudamericano, capace di interpretare con vigore la fase difensiva e nello stesso tempo mostrare tecnica ed intelligenza in quella di rilancio. Possiede doppio passaporto e non è cosa da poco. Il ragazzo sarebbe ben felice di accasarsi al Napoli anche se Gaston Ramirez gli ha già parlato bene del Bologna e di Bologna.
BUENO – Gonzalo Bueno, classe ‘94, attaccante, alto 1.74 per 64 cm, si è distinto nell’ultimo torneo di Clausura, risultando determinante nella vittoria del Classico con il Penarol. E’ una punta rapida, scaltra, di piede mancino. Soprannominato «el zorro» , la volpe, è sponsorizzato da Recoba che ne parla un gran bene. Un solo limite: non è ancora ben strutturato sul piano fisico ma anche lui dispone di doppio passaporto.

ARMERO – E’ il sogno nel cassetto per la corsia sinistra. Il colombiano, classe ‘86, piace allo staff tecnico partenopeo e con l’Udinese sarebbe stato già avviato un discorso per l’eventuale cessione. Rispetto all’argentino Lucas Ocampos, classe ‘94, del River Plate, corteggiato da mezza Europa, Armero è già collaudato nel campionato italiano e non ha bisogno di un periodo di ambientamento.

IN FRANCIA – Ma il Napoli sta monitorando già da un pò i campionati francesi. Nella Liga 1 è stato osservato ripetutamente Geoffrey Kondogbia, calciatore centrafricano, naturalizzato francese, classe ‘93, centrocampista del Lens e della Nazionale Under-19 francese. Ma non solo lui. Si tratta solo di stringere il cerchio a questo punto.


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.