Per Mertens manca solo l’ufficialità. Caccia a Rafael e Cerci

Il primo tassello è arrivato. Dries Mertens si può considerare un giocatore del Napoli anche se manca ancora l’ufficialità. Il 26enne belga del Psv Eindhoven è il rinforzo numero uno nel reparto esterni: può giocare sia a destra che a sinistra garantendo qualità e un discreto numero di gol. La conferma è arrivata pure dal suo procuratore, Soren Lerby, che assiste pure Wesley Sneijder. Le sue parole non lasciano spazio ad interpretazioni: “Per Mertens è una grande sfida – ha spiegato Lerby – non solo potrà giocare la Champions League con il Napoli, ma conoscerà una cultura diversa”. Il diretto interessato, dunque, non vede l’ora di cominciare. L’affare è praticamente definito sulla base di 10 milioni di euro, ma De Laurentiis è scatenato. Arriverà ancora un altro trequartista e le voci su Cerci continuano ad essere insistenti. Il diesse azzurro, Riccardo Bigon, sta aspettando che Fiorentina e Toro risolvano la comproprietà per sferrare l’attacco.

IL PORTIERE –
 Nel frattempo la priorità sta diventando un’altra. Il Napoli ha sfidato apertamente la Roma per Rafael del Santos, il 23enne considerato l’erede di Julio Cesar. Il club azzurro fa sul serio: è intenzionato ad aumentare l’offerta a 5 milioni per strapparlo alla concorrenza dei giallorossi. In giornata ci sarà pure un contatto con l’agente del giocatore, il cui parere a questo punto diventerà fondamentale. A Napoli sarebbe, almeno sulla carta, il vice De Sanctis: dopo un periodo d’adattamento, potrà diventare il titolare.


HAMSIK COME TOTTI –
 Il procuratore dello slovacco, Juraj Venglos, ha ribadito il grande amore di Marekiaro per la maglia azzurra in una lunga intervista alla Pravda. “Hamsik sta bene a Napoli e non intende lasciare il Napoli. Se avesse voluto, lo avrebbe già fatto, le offerte non sono mancate. Se uno sta bene, non vedo perché debba cambiare. Certo nel calcio non si sa mai, magari un domani arriverà una proposta che vada bene sia a lui che a De Laurentiis. Potrebbe andare via tra un anno, due o oppure chiudere la sua carriera a Napoli, come Totti nella Roma”. La prospettiva di diventare una bandiera, dunque, lo intriga molto. “Adesso Marek è molto concentrato sulla Champions, una competizione che ama molto. Benitez? Non ci saranno problemi, Hamsik sa adattarsi a tutti i cambiamenti e farà bene anche col nuovo allenatore”.

Fonte: Repubblica.it

La Radazione

G.D.S.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.