PRIMAVERA- Bari-Napoli 0-1: Ecco le pagelle di IamNaples.it

Il rigore di Insigne jr. premia l'undici di Saurini. Ecco tutti i giudizi

A cavallo tra la delusione per il pareggio in extremis col Pescara sul pantano del Bisceglia e le speranze per il Viareggio che avrà inizio per gli azzurrini il prossimo martedì (avversari dell’esordio saranno gli ungheresi dell’Honved Budapest, clicca qui per visionare il calendario del torneo), la banda-Saurini riesce a portare a casa 3 importanti punti dalla trasferta del San Pio di Bari. Dopo il 2-2 col Pescara, infatti, Insigne e compagni hanno subito il sorpasso in classifica da parte del Catania e si ritrovano, per la prima volta nel corso della loro stagione, a dover inseguire. I campioni d’inverno hanno però dimostrato una grande maturità, anche a scapito del gioco: con Nicolao, Lasicki e Palma out, gli azzurrini hanno dato vita ad una prestazione attenta, accorta e con pochi (ma importanti) acuti. Bari pericoloso soprattutto con l’overaged Visconti, ariete scuola Roma (con un passato anche ad Avellino e Campobasso) classe ’89 che non riesce a trovare spazio in Prima Squadra, ma Crispino, nonostante qualche dormita non da lui, non corre rischi particolari se non su una traversa, sullo 0-0, dello stesso Visconti. Ecco le pagelle della Redazione di IamNaples.it:

Crispino 6: Alterna amnesie da esordiente a riflessi da portiere affermato. I numeri ci sono tutti ma, vuoi il campo scivoloso, vuoi un calo di attenzione che a 18 anni ci può stare, non assicura la solita dose di sicurezza alla sua retroguardia. Nel finale, però, salva il risultato con una prodezza di rara bellezza sulla conclusione a botta sicura di Mastropasqua. Nel primo tempo molto bravo d’istinto su Albirizio. Merita, quindi, quantomeno la sufficienza.

Allegra 6: Il suo dirimpettaio, Mercadante, è uno dei migliori in campo e lui soffre la verve e la corsa dell’ispirato pendolino pugliese. Dalla sua ha, però, uno strapotere fisico ed una malizia (sembra pronto per il “salto” in una realtà professionistica) che gli permettono, anche in situazioni di potenziale pericolo, di mettere la cosiddetta “pezza”. Poco incisivo in avanti, si preoccupa di coprire l’out destro.

Celiento 5.5: Dopo una serie di prestazioni sugli scudi, il rude e duttile centrale azzurro sembra meno brillante del solito. Per poco non la combina grossa in cooperazione con lo stralunato (ma a sprazzi geniale) Crispino. Soffre la fisicità e l’esperienza di Visconti, ma per sua fortuna la porta azzurra rimane inviolata.

Savarise 6: Che sia sull’out destro o centrale, che il suo compagno di reparto sia Lasicki (oggi squalificato) o Celiento, il buon Savarise risulta essere sempre tra i più attenti e “cattivi” (agonisticamente parlando) dell’undici di Saurini. Incarna a pieno lo spirito del mister di Colleferro e non batte ciglio quando il tecnico, spaventato dai galletti, gli chiede di passare sul centro-sinistra di una difesa a tre.

Bruno 5.5: Ha il difficilissimo compito di rimpiazzare Giuseppe Nicolao e ci riesce solo in parte. Ha un altro passo rispetto al Nazionle Under 17, ma ci sta: ha tutto il tempo per entrare nei collaudati meccanismi di questa grande Primavera azzurra.

Romano 6: Preferito a Gaetano per il ruolo di vice-Palma (influenzato) data la natura rude e fisica del match del San Pio, Romano fornisce una gara attenta, con pochi guizzi ma senza sbavature. Ogni tanto tenta la conclusione dalla distanza, mettendo in mostra un buon tiro.

Palmiero 5.5: Non è la sua partita, ma cerca di sopperire ai gap fisico-strutturali (nonché di età, dato che è un 96′ che si ritrova a contrastare calciatori di 2-3 anni più grandi di lui) con intuito, classe e acume tattico. Non tira indietro il piede e dalla distanza mette in seria difficoltà Vicino.

Fornito 6: Nel primo tempo è il fulcro del gioco partenopeo, tutti i palloni passano per i suoi (specialmente il sinistro) piedi e lui fa ciò che Saurini gli chiede: giostra palloni con tranquillità e zelo, dando tempo e ritmo al gioco azzurro. Nella ripresa, però, asfissiato dalle maniere forti e dalla verve dei biancorossi, cala vertiginosamente fino a lasciare il campo un pò contrariato. Dall’ 85′ La Torre sv.

Insigne 6: Deve sacrificarsi anche lui, ma quando tocca la palla si capisce perché questo ragazzino dalla strana acconciatura sia il terrore delle difese del Girone C. Si procura e segna il rigore dello 0-1 finale e dal dischetto è a dir poco glaciale.

Novothny 6: Povero Soma, isolato e maltrattato, cerca di mettere (quasi) da solo in apprensione la retroguardia barese, senza tuttavia disdegnare il consueto apporto in fase di non possesso ai suoi. Tenta l’eurogol di sinistro dalla distanza: brivido per Vicino, ma il gol della domenica è rimandato. Dall’ 88 Tutino sv.

Scielzo 5: Non entra mai in gara e quando Saurini decide di adottare il 3-5-2 di Mazzarriana memoria è l’imputato numero uno ad abbandonare in campo per favorire l’entrata del meno offensivo Guardiglio. Prestazione così così. Dal 64′ Guardiglio 6: Esterno sinistro del 3-5-2, gioca una gara attenta, rendendosi anche pericoloso nel fianco destro della difesa biancorossa. Decisamente più incisivo di Scielzo.

Saurini 6.5: Ha il merito di stare plasmando giocatori pronti anche  (e soprattutto) dal punto di vista psicologico ad una potenziale esperienza in prima squadra. Nonostante le assenze illustri sceglie il consueto 4-3-3, salvo poi passare al 3-5-2 speculare alla prima squadra. Esce con i tre punti anche dal San Pio di Bari e merita un plauso, se la Primavera è una realtà così importante il merito è anche suo. Viareggio e l’Honved Budapest lo aspettano.

Ecco il tabellino completo del match con i voti della Redazione di IamNaples.it:

BARI-NAPOLI 0-1

Bari: Vicino 6; De Paulis 6, Chiochia 6, Vosnakidis 6, Zinetti 6; Santeramo 5.5, Mercadante 6, Mastropasqua 5, Demonte 5, Visconti 5.5, Albrizio 5.5. All. Giampaolo

Napoli: Crispino 6; Allegra 6, Bruno 5.5, Savarise 5.5, Celiento 6; Palmiero 5.5, Fornito 6 (85′ La Torre sv), Romano 6; Novothny 6 (88′ Tutino sv), Scielzo 5 (64′ Guardiglio 6), Insigne 6. All. Saurini 6.5

Marcatore: 21′ Insigne (N) rig.

Arbitro: Signora Spinelli 6

 

A cura di Mirko Panico

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.