PRIMAVERA- Napoli- Roma 2-0: Azzurrini in finale! Le pagelle di IamNaples.it

PRIMAVERA- Napoli- Roma 2-0: Azzurrini in finale! Le pagelle di IamNaples.it

Grande impresa della Primavera di Giampaolo Saurini che riesce ad accedere alla Finale della Coppa Italia Tim di categoria (finale che mancava dai tempi di Montefusco) grazie al doppio confronto con i pari età della Roma: dopo l’1-1 di Trigoria, infatti, i partenopei sono riusciti ad imporsi per 2-0 tra le mura amiche del Bisceglia di Aversa ed ora attendono la Juventus (vincente nel derby col Toro) per il doppio epilogo del 13 e 23 marzo. Gli azzurrini hanno fornito una prestazione molto positiva ed equilibrata, mettendo in mostra, oltre ad una grande qualità, anche una malizia ed un acume tattico raro di queste categorie. Primo tempo spettacolare: dopo poco più di 20′, infatti, il Napoli è in doppio vantaggio, grazie al gol-lampo di Novothny e la percussione centrale dell’indiavolato Roberto Insigne; la Roma è poca cosa, il pressing asfissiante degli azzurrini mette in seria difficoltà la manovra giallorossa, con Lucca bloccato dal dinamismo di Palma, Fornito e Palmiero. Difesa ineccepibile: Crispino corre pochissimi rischi. Ripresa di marca romanista, ma gli azzurrini sono bravissimi a contenere i ragazzi di De Rossi e ripartire, sfruttando la grande velocità di Insigne jr. Alla fine espulso Savarise che salterà l’andata del doppio confronto con i bianconeri: unico neo di una giornata perfetta. Al triplice fischio è festa grande: il Bisceglia acclama questi piccoli grandi talenti. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

Crispino voto 6.5:Corre pochi rischi e, a volte, assistere da spettatore non pagante al match dei tuoi può essere, una volta chiamato in causa, tutt’altro che piacevole: si corre il rischio di avere cali d’attenzione. Non è il caso di Diamante, che quest’oggi brilla insieme ad una retroguardia pressoché perfetta. Graziato nel primo tempo da Ferrante, è provvidenziale sulla punizione di Verde. In 180′ con i detentori della Coppa subisce solo un (auto)gol.
Savarise 6:Morde e riparte, impeccabile in fase difensiva e sfrontato quando deve accelerare; non fa rimpiangere Emanuele Allegra. Neo della sua grande prestazione è, però, il doppio giallo arrivato a tempo quasi scaduto: il suo eccesso di generosità sulla ripartenza di Yamnaine gli costerà l’andata della finalissima con la Juventus.
Celiento 7: Giganteggia nella linea a quattro di Saurini, aspetto burbero e grande abnegazione, il centralone azzurro annulla nel primo tempo due clienti ostici quali Ferrante e Bumba e si destreggia, nella ripresa, fungendo da “muro” contro gli attacchi di marca giallorossa. Bella risposta dopo lo sfortunato autogol di Trigoria.

Lasicki 6.5: Partita decisa, di carattere. Non si tira mai indietro, pulito ed elegante non si fa pregare quando c’è bisogno di un pò di sostanza in più. Il polacco si è reso parte integrante di questo splendido sistema difensivo. Saurini sorride sornione.

Nicolao 6.5: Nella prima frazione di gioco ha più possibilità di accelerare ma, paradossalmente, l’azione migliore per scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori gli capita nella ripresa, quando dopo una triangolazione con Genny Tutino riesce a calciare (ahinoi debolmente) verso la porta di Svedkauskas. I secondi 45′ sono pura passione: notiziona per il terzino di Nocera, che butta sempre il cuore oltre l’ostacolo.

Palma 6.5: Come sempre un faro nel centrocampo azzurro, quest’oggi mette in mostra tutto il suo repertorio, deliziando gli astanti con tocchi di fino ed intimorendo gli avversari con randellate di Gattusiana memoria. Unica sbavatura nel finale della prima frazione di gioco: il biondo centrocampista di Portici si perde Lucca su un calcio piazzato in favore della Roma e solo la sorte (l’italo-brasiliano di De Rossi sbaglia il più facile dei gol) gli evita una bella lavata di capo da parte dello scatenato Saurini. Per il resto è perfetto: sostanza, malizia e tanta qualità.

Palmiero 6.5: In gare come questa, generalmente, un giocatore come Palmiero non è il top: terreno di gioco in pessime condizioni, gioco fin troppo maschio, densità e poco tempo per ragionare a centrocampo; tutti fattori avversi alle caratteristiche del baby metronomo. La differenza tra i giocatorini ed i giocatori, però, sta proprio qui e, con la prestazione odierna, Luca Palmiero dimostra di appartenere alla seconda categoria. Esce esausto dopo una gara da stacanovista. Dall’ 89′ Romano sv: Il tempo di esultare sotto la curva impazzita del Bisceglia.

Fornito 6.5:L’uomo di maggior qualità della mediana azzurra, abbina a lampi di pura classe giocate di indispensabile sostanza. Illumina in verticale e distribuisce gioco sulle fasce, quando c’è da concludere a rete, poi, è come un invito a nozze per il centrocampista calabrese, peccato che, su una bella intuizione di Insigne, si faccia recuperare da Ricci: avrebbe meritato, dopo una prestazione del genere, la via del gol. Indispensabile.
Insigne 7.5 (il migliore in campo):Sette giorni fa abbandonò il campo di Trigoria nervosamente, dopo una prestazione non eccelsa. Oggi decide di fare l’Insigne e, nonostante una marcatura asfissiante del dirimpettaio francese Yamnaine, il furetto di Fratta fa la cosiddetta differenza. Recupera palla a centrocampo (21′) e, dopo una percussione centrale delle sue, sigla l’eurogol della tranquilllità. Nella ripresa si carica sulle spalle le ripartenze azzurre e mette in crisi la retroguardia romanista. Nel finale viene trattato non propriamente con i guanti dagli avversari ma mantiene calma, aplomb e sorriso: è lui l’uomo in più di questa bellissima realtà.
Novothny 7: Tramuta il primo pallone che tocca in un gran gol e dopo 90” i piani della Roma sono già quasi distrutti. Fa a sportellate con Somma e Carboni e lavora di sponda con grande precisione. Tira poco in porta ma il suo lavoro è fondamentale per il gioco degli azzurri, esce esausto tra gli applausi del Bisceglia. Dall’ 81′ Guardiglio sv:Dieci minuti è quanto basta per prendere parte alla festa.
Tutino 6: Vince il ballottaggio della vigilia con Scielzo ma risulta essere il meno brillante dell’undici azzurro.Gioca una gara comunque dignitosa, con abnegazione e impegno. Oggi, però, gli manca lo spunto.  Dal 64′ Scielzo 6: Poco meno di mezz’ora per mettersi in mostra. L’ala perde il ballottaggio con Tutino, ma risponde presente alla chiamata di Saurini e per poco non trova anche la via del gol.
Saurini 7:La sua mina vagante fa un’altra vittima, la grande Roma di De Rossi senior, detentrice della Primavera Cup. In pochi mesi di gestione, il tecnico di Colleferro rigira questo gruppo come un calzino, abbinando alla qualità della grande maggioranza dei suoi azzurrini, altri ingredienti fondamentali alla formazione di veri calciatori: vedi malizia, acume tattico, scaltrezza, coesione ed altruismo. Insigne e CO. hanno fatto passi da giganti e proposto un calcio sempre all’altezza. Il merito è (soprattutto) suo.
Napoli-Roma 2-0. Ecco il tabellino completo del match con i giudizi di IamNaples.it:

Napoli: Crispino 6.5, Savarise 6, Nicolao 6.5, Palmiero 6.5 (89′ Romano sv), Celiento 7, Lasicki 6.5, Tutino 6 (64′ Scielzo 6), Palma 6.5, Novothny 7(81′ Guardiglio sv), Formito 6.5, Insigne 7.5. All.: Saurini 7

Roma: Svedkaujkas 6.5, Rosato 6, Yamunaine 6, Somma 5.5, Carboni 5.5, Ricci 5.5 (64′ Verde 6), Frediani 5.5, Cittadino 6, Ferrante 5, Lucca 5, Bumba 6 (80′ Musto sv). All. De Rossi 6

Arbitro: Bietolini di Firenze 6

Marcatori: 2′ Novothny; 23′ Insigne (N).

 Note: espluso Savarise (N) per doppia ammonizione al 93′.
A cura di Mirko Panico


Iscritto alla Facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale presso l’Università degli Studi in Napoli “L’Orientale”. Collabora con Iamnaples.it dal Giugno 2011 e cura, in particolare, la rubrica “La Storia”, dedita a raccontare vicende umane e personali di protagonisti legati al Mondo dello Sport. Prima di intraprendere questa strada ha giocato a calcio ed allenato presso diverse Scuole di Calcio, prossimo all’acquisizione della qualifica di “Istruttore di Base Figc”.

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google