Punizione-gol dopo due anni

I gol su punizione sono sempre stati il limite maggiore del Napoli. La squadra di Mazzarri ha sbloccato poche volte una partita da calcio da fermo. Avesse un calciatore bravo come Del Piero o  Totti a quest’ora avrebbe sicuramente qualche punto in più in classifica. Molte volte, quando le  cosiddette provinciali si chiudono, basterebbe un tiratore preciso per riuscire a battere il portiere  avversario. Domenica sera è stato Cavani a dare una scossa alla partita dalla distanza. Il destro a  giro del Matador ha trovato impreparato Handanovic e la squadra azzurra è potuta tornare in gara.  Poi sappiamo tutti come è andata a finire. Non accadeva da quasi due anni che il Napoli segnasse su punizione. L’ultima volta era stato Lavezzi a fulminare un portiere avversario. Il 2 maggio del 2010  il Pocho mise la palla in rete battendo una bella punizione. Da allora nulla più. Eppure, grazie  proprio alle giocate dell’argentino, sono tanti i falli che gli avversari commettono al limite della propria area. Purtroppo, però, non si è mai sfruttato al massimo questa opportunità. Cavani, dunque,  ha sfatato un gran bel tabù con la speranza che si possa continuare su questa strada. Il Matador farebbe bene a provare molte battute alla fine degli allenamenti. Solo lavorando sodo si può  migliorare da questo punto di vista. D’altronde ha un piede destro vellutato come ha dimostrato. Ma anche un sinistro potente che ha messo ko Handanovic in occasione del pareggio definitivo.  Domenica sera a Udine l’arbitro Rocchi ha fischiato un altro paio di punizioni ma alla battuta si è portato Dzemaili. Lo svizzero non ha mai inquadrato la porta facendo la felicità dell’estremo difensore friulano. Il buon Mazzarri farà bene a trovare lo spazio per un lavoro appropriato sui calci  da fermo.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.