Repubblica – Hamsik in parabola discendente: a Bratislava per rinascere!

Il turnover non può riguardarlo, questa volta. Marek Hamsik torna a casa e non vede l’ora di farlo a cresta alta, da capitano del Napoli, col legittimo orgoglio di aver compiuto la sua missione di calciatore e uomo: nei dieci anni che l’hanno trasformato in un campione. Dalla sua Bratislava, nell’autunno del 2004, si era allontanato con le acerbe ambizioni di un diciassettenne: su di lui il Brescia aveva scelto di scommettere una piccola fortuna, 60 mila euro. Tanti soldi per un ragazzino con 6 presenze e 1 gol nella seconda divisione di Slovacchia. Ma con il senno di poi non è stato lo Slovan a fare un affare. Nell’autunno del 2014 sbarca in patria un altro Hamsik: capitano della sua Nazionale e per tre volte premiato come miglior giocatore della Slovacchia, con una valutazione sul mercato che ha superato nei suoi momenti più belli i 35 milioni. Sette volte in più di quanto lo pagò De Laurentiis, nell’estate del 2007, portandosi a casa quel ragazzo con la cresta che sarebbe diventato una bandiera.

Da Bratislava a Napoli, andata e ritorno: ed è un cerchio che si chiude domani con la trasferta contro lo Slovan. «Doveva succedere, prima o poi», aveva sorriso Hamsik al momento del sorteggio. Ma forse capita nel momento giusto, per Marekiaro, alle prese con la prima parabola discendente della sua brillante carriera e bisognoso di un pieno di autostima. C’è il precedente trionfale dell’amichevole del 2009, allo stadio Tehelne Pole, che il campione slovacco celebrò indossando entrambe le maglie della sua vita: mezz’ora nel Napoli (che vinse 1-0, gol di Datolo) e mezz’ora con lo Slovan, con diecimila tifosi in festa e dieci minuti di applausi. Forse stavolta il clima sarà un po’ differente, trattandosi di una gara ufficiale. L’amarcord è però assicurato e Benitez lo favorirà, affidando una maglia da titolare al suo capitano.

Fonte: Repubblica

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.