Retroscena: un’azienda di abbigliamento allontana Edi dall’Italia

Una multinazionale tedesca sarebbe pronta a far sottoscrivere un ricchissimo contratto al Matador

Cavani-Chelsea, matrimonio in vista. Anche in Inghilterra vedono il futuro del Matador a Londra, nonostante la concorrenza di Real Madrid e il Psg. Tra le tre squadre che lo cercano, gli inglesi hanno il massimo indice di gradimento. Abramovich, il patron russo del Chelsea, con Triulzi e Anellucci, ha giocato la carta vincente: offre a Cavani il pieno controllo dei diritti d’immagine, oltre a una paga vicina agli 8,5 milioni netti stagione. Una differenza di stipendio notevole (quasi 4 milioni) rispetto a quel che prende al Napoli. Ma a Cavani interessano i diritti d’immagine: il Madrid, così come da strategia consolidata nel corso degli anni, incassa il 50 per cento della pubblicità personale dei propri tesserati. Per l’uruguaiano sarebbe comunque un grosso passo avanti rispetto a quello che percepisce dal Napoli in termini di diritti. Che sia chiaro, Cavani ha ceduto dietro compenso al club azzurro. I club britannici no e così il Chelsea non ha difficoltà a lasciargli tutto. A Napoli, come è noto, De Laurentiis ha adottato una strategia diversa fin dalla prima stagione di serie A: il club azzurro acquista per intero i diritti d’immagine. Una linea commerciale che seguono anche in Bundersliga.
Cavani ha da alcuni mesi, secondo indiscrezioni, un’azienda di abbigliamento tedesco pronta a fargli sottoscrivere il contratto di sponsorizzazione per una somma tale che gli introiti extra-calcio del Matador sarebbero pari all’ingaggio sportivo. Una cifra enorme, che metterebbe Cavani agli stessi livelli di Messi e Cristiano Ronaldo. È una multinazionale, inoltre, che avrebbe grossi interessi commerciali al suo trasferimento lontano dall’Italia. Insomma, ogni pista porta lontano da Napoli.
Anche perché, poi, Edi si sente è un campione fotomodello. E sente l’importanza del nome. Quello giusto fa vendere tutto, e in questo momento, secondo i suoi agenti, nessun nome ha più potere commerciale del marchio Cavani. In termini di «valore del brand», come dicono gli esperti di marketing, Edinson «tira» quasi il doppio di tutti gli altri giocatori del Napoli. E potrebbe guadagnare molto di più in un’altra società, con accordi commerciali mirati che consentirebbe di accrescere il conto in banca del Matador. La svolta, insomma, è duplice: di carattere professionale, ma anche – ma forse soprattutto – di ordine finanziario.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.