Riceviamo e pubblichiamo: “Grazie Walter, sei il nostro special One”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di un nostro affezionatissimo lettore dedicato al tecnico Walter Mazzarri:

Sono esattamente due anni quando il nostro prode azzurro ha toccato per la prima volta, e da protagonista il suolo napoletano per allenare la gloriosa squadra del nostro grande Napoli! Da allora niente è più come prima e non è una frase fatta, d’altra parte i risultati parlano da solo.

Prima di addentrarci nel cuore del capolavoro mazzariano, vorrei rammentare che l’attuale condottiero partenopeo non solo ha inanellato una serie di risultati a dir poco strabilianti e sempre in modo crescente ma ha anche contribuito con la sua genuinità, la schiettezza, la tenacia e caparbietà, la sua grande professionalità e competenza ed il suo incessante lavoro continuo e costante il comportamento dei tifosi napoletani, sempre pronti ad esaltarsi alle prime eclatanti vittorie cosi come ad abbattersi alle prime disavventure. Il tifoso partenopeo si rispecchia nel timoniere azzurro per cui ragiona con più oculatezza, si esalta sempre e sostiene continuamente la squadra alla quale mai farà mancare il proprio sostegno, ma è notevolmente maturato e partecipa con il suo immancabile e colorito tifo agli avvenimenti dei leoni azzurri con grande equilibrio ma sempre con l’immancabile ed inimitabile calore. Questa è stata la grande opera che è stato capace di realizzare nella caotica e folkloristica Napoli il grande Walter Mazzarri.

Il capolavoro tecnico spettacolare della squadra azzurra, che ha realizzato da quando lo Special One nostrano siede sulla panchina azzurra,  ha dato spettacolo sia in Italia che in Europa, ha praticamente dato un anima a questa squadra che ovunque si reca impone il proprio gioco con sfrontatezza, personalità, mai timorosa ma sempre rispettosa degli avversari. Il gruppo è sempre più convinto, giorno dopo giorno, dei propri mezzi e con margini di miglioramento che sotto la guida del condottiero, toscano di nascita ma ormai napoletano d’adozione, porteranno la squadra azzurra a raggiungere traguardi, che solo due anni fa erano impensabili. Da semplici sogni possono diventare fantastiche realtà. Ha trasformato calciatori facendoli diventare protagonisti indispensabili, primi attori, dove invece con altri tecnici stazionavano ai margini della squadra. Grava, Aronica, Pazienza, sono solo alcuni esempi, ma non si possono dimenticare la completa metamorfosi di Zuniga, oggi un jolly che qualunque squadra vorrebbe avere, e nè i vistosi miglioramenti di Campagnaro e Cannavaro, oggi i migliori difensori italiani e che solo la cecità del nostro C.T. Prandelli può ignorare. Le vittorie sulla Juve a Torino, rimontando dal 2-0, e quella di Cagliari sono solo alcune delle perle della lunga collana di vittorie strabilianti che ha collezionato il toscano rampante, cosi come la conquista dell’Olimpico di Roma ed il secco 3 a 0 alla odiata Juve. Anche quest’anno è iniziato alla grande con la brillante prestazione di Manchester e la schiacciante vittoria sui campioni d’Italia del Milan, l’esaltante vittoria sul Villareal e la storica e netta vittoria sui campioni del mondo dell’Inter sono solo l’antipasto del ricco pranzo che quest’anno i tifosi azzurri avranno modo di gustare e se il buongiorno si vede dal mattino allora per i sostenitori azzurri si prospetta un futuro rosa  sotto l’azzurro cielo di Napoli. Grazie Walter, Napoli ti ama e tu ti consacrerai e diventerai insieme a noi il vero, autentico Special One. Sono certo che il tuo capillare e meticoloso lavoro, che quotidianamente svolgi, porterà la squadra azzurra, anche grazie anche ad una società che ti mette a proprio agio e ad un’equipe di collaboratori di primordine, nonché di un team di professionisti tra i quali va ricordato senza dubbio il giovane Riccardo Bigon, persona seria, competente e soprattutto affidabile, a grandi e storici traguardi. In questa fantastica avventura che è appena agli inizi, non si può dimenticare l’artefice principale del miracolo Napoli, il vulcanico Aurelio De Laurentis al quale Napoli tutta deve essergli grata per averci portati via dall’inferno della serie C ed in pochi anni proiettati dall’anonimato del calcio, come un suo film di successo, nel firmamento calcistico Internazionale. Termino, con un caloroso in bocca al lupo, per il grande Walter Mazzarri, certo che darà al Napoli, e ai suoi sette milioni di napoletani sparsi nel mondo le più grandi gioie facendoli rivivere le esaltanti ed indimenticabili giornate che ancora tanti napoletani conservano gelosamente nei loro cuori e soprattutto assaporare ai tantissimi giovani tifosi, che non hanno avuto la fortuna di veder il grande Napoli della MA.GI.CA, nè di veder all’opera il Dio del calcio. al mondo Diego Armando Maradona, pure a loro grandiose vittorie e versare a fiumi azzurri lacrime di felicità. Grazie Walter.

Antonio Orecchio

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.