Rijeka, il DS teme il Napoli: “Più forti e ricchi, ma cerchiamo una serata da sogno”

Parla il ds dei croati

Non parte già sconfitto il Rijeka. Promette battaglia, contro il Napoli di Rino Gattuso, nella terza giornata di Europa League. Il DS della squadra, Ivan Mance, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb dell’imminente sfida. Ecco quanto evidenziato da Iamnaples: “Sono più forti, più ricchi, ma faremo di tutto, cerchiamo una serata da sogno. Noi e il Napoli abbiamo avuto un viaggio lungo, non è un caso che entrambe abbiamo perso nell’ultimo turno di campionato. Gli spostamenti in questo periodo difficile incidono. In ogni caso per noi è una grande opportunità, è un onore quello di poter giocare contro di loro: non è facile, li rispettiamo, ma non partiamo sconfitti”.

GATTUSO – “Rino è una leggenda del calcio, la carriera e la gavetta fatte dimostrano che è un tecnico importante. E’ stato un modello da giocatore per tanti, è stato un numero sei che ha rivoluzionato il ruolo: tutti volevamo uno così e un impatto del genere lo hai solo se sei un’icona”.

E del Napoli che pensa?
NAPOLI – “Gli azzurri sono forti in più zone del campo, in ogni posizione hanno dei giocatori di livello Mondiale, sarà difficile per noi ma ci proveremo”.

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.