“Rivoluzione” Benitez: atteso oggi a Castelvolturno, ecco il suo allenamento-tipo…

Tra due giorni a Castelvolturno sarà un giorno un po’ così. Mazzarri è altrove e con l’umanissimo Rafael Benitez comincia un altro mondo. L’avventura del tecnico di Madrid prende il via però quest’oggi, quando atterrerà a Capodichino e si dirigerà con il suo staff direttamente al quartier generale sul litorale domizio per preparare test e prime sedute post-vacanza per i giocatori della sua rosa. Alloggerà ancora sul lungomare di via Partenope e questa volta verrà senza la moglie Maria al seguito. Gli assistenti che in numerose occasioni hanno già visitato Castelvolturno, hanno già lasciato intendere che nei piani di Rafone c’è una preparazione fatta al 70-80% sempre con la palla. Uno degli allenamenti prima della partenza per Dimaro potrebbe essere persino aperto a tifosi e media: dunque, inevitabilmente, sarà molto standard. Qualcosa cambierà quando lavorerà a porte chiuse, lontano da occhi indiscreti, provando schemi e situazioni particolari. La filosofia di Benitez prevede certi concetti da sempre, che non cambieranno adesso solo perché si trova a prendere in mano una squadra abituata da tre anni con Mazzarri e il suo staff di preparatori diretto da Pondrelli a una preparazione fisico-atletica molto particolare. Chissà se Rafa avrà intenzione, anche nei primi gesti, a rompere con il recente passato. I giocatori del Napoli che si preparano a fare la sua conoscenza (ma in molti hanno sentito la sua voce o letto i suoi messaggi da quando ha detto di sì al progetto De Laurentiis) hanno preso informazioni su quello che li aspetta. E sanno che non mancheranno novità e che il professor Benitez (preparatore di educazione fisica, laureato a Madrid) ci tiene molto al lavoro atletico con una cura particolare al potenziamento specifico. Un lavoro particolare: nella parte finale di ogni allenamento-tipo di Benitez, che dura in media un’ora e mezza, ci sono numerosi esercizi di stretching e lavoro aerobico. Non è finita: con Benitez il lavoro in palestra sarà molto personalizzato, anche sulla base dei risultati dei test medico-atletici (quelli che i giocatori azzurri sosterranno tra mercoledì e giovedì sotto la cura dello staff medico guidato dal dottore De Nicola) che servono a Rafa per una corretta valutazione dello status dei singoli giocatori. Rafa prende appunti, lo fa sempre. Scarabocchia un blocco dopo l’altro durante gli allenamenti. E lo fa in prima persona. Mazzarri pure, sia chiaro, anche se certe osservazioni toccavano più al suo vice Frustalupi. Il castigliano programma il suo lavoro su base settimanale o bi-settimanale ed è assai facilmente immaginabile che abbia già inserito nel suo pc il lavoro dei prossimi 15 giorni, compreso quello in Val di Sole. Le variabili saranno i momenti della stagione e dunque i tempi e gli spazi delle esercitazioni: dettati dagli obiettivi da raggiungere di volta in volta cambiano i test di resistenza, potenza, velocità e rapidità. Benitez deve occuparsi per prima cosa di far comprendere il nuovo schema ai tanti (quasi tutti) reduci dell’era Mazzarri. L’obiettivo è portare tutti al miglior livello di condizione possibile già per l’inizio del campionato, week-end del 25 agosto. Anche perché, 20 giorni dopo, ci sarà l’esordio in Champions League. Il Napoli è in quarta fascia, dunque sarà un debutto molto impegnativo.

 

Fonte: Il Mattino

La Redazione

A.F.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.