Roma-Napoli 3-2, ecco le pagelle de Il Mattino: male Reveillere, Mertens migliore degli azzurri

Roma-Napoli 3-2, ecco le pagelle de Il Mattino: male Reveillere, Mertens migliore degli azzurri

Reina 5,5 – Ostacolato dal rientro di Albiol non chiude lo specchio della porta nel modo migliore sull’incursione gol di Gervinho. Incolpevole sulle altre due reti giallorosse, soprattutto su quella imprendibile di Strootman. Una sola vera parata sul tiro di Totti, forte ma troppo centrale.

Maggio 6 – Dal suo lato contiene Ljajic, si concede giusto una piccola disattenzione ma regge bene tutta la partita. Nel primo tempo sfiora anche il gol impegnando De Sanctis. Apporto positivo anche nella ripresa quando tutto il Napoli cresce di livello, buona risposta da un punto di vista atletico.

Fernandez 6 – Attento il difensore argentino, stavolta puntuale, una prova senza macchie. Assicura fisicità al reparto e grande presenza sui palloni alti. Bravo anche a non perdere la testa quando gli spazi intorno a lui si allargano a dismisura nella ripresa con le ripartenze a tutta velocità della Roma di Garcia.

Albiol 5,5 – Non è velocissimo nella chiusura in diagonale sul primo gol di Gervinho e potrebbe far meglio anche nell’azione della terza rete dell’ivoriano. Lo spagnolo è tra i più utilizzati e ci sta che ogni tanto non sia nelle giornate migliori. E poi contro la Roma di Garcia il compito di un difensore centrale non è semplice.

Reveillere 5 – Tagliato fuori da Gervinho nell’azione del primo gol, l’ivoriano lo sorprende alle spalle anche se parte in posizione di leggerissimo fuorigioco. Costretto ad uscire dopo poco più di venti minuti, conferma tutte le sue difficoltà a giocare da laterale sulla fascia sinistra, lui che è un destro naturale.

Jorginho 5,5 – Troppo lontano da Totti sulla giocata del capitano giallorosso che fa volare Gervinho nell’azione del primo gol. Piuttosto ordinato ma contro il super centrocampo della Roma soffre, difficile tenere il passo di Strootman e Nainggolan, i due interni di Garcia che vanno sempre a mille all’ora.

Inler 6 – Lo svizzero lotta a centrocampo, combatte e tiene la palla bassa come vuole Benitez. Sta riprendendo quota e fiducia dopo un periodo di appannamento. Le sue caratteristiche sono importanti in fase difensiva per la protezione alla difesa anche se quando gli spazi si allargano le difficoltà aumentano.

Insigne 6,5 – Entra nell’azione del gol di Higuain e in tante altre giocate di attacco azzurre. Vivo, spigliato, il più pericoloso nel primo tempo, suo il primo spunto della partita. Attivo anche nella ripresa, con un guizzo impensierisce De Sanctis e regge il confronto sacrificandosi molto anche in fase difensiva.

Hamsik 5 – Lo slovacco stenta ad entrare nella migliore condizione atletica e anche ad interpretare al meglio il ruolo nello schema di Benitez. Giocate scolastiche mai un guizzo e soprattutto un errore grave che dà il via alla ripartenza del 2-0 di Strootman. Cala vistosamente alla distanza, giustamente sostituito.

Callejon 6 – Arriva con un pizzico di ritardo in due occasioni simili nel primo tempo su due giocate in fotocopia di Higuain. Non è brillantissimo come nelle giornate migliori ma il suo contributo lo dà sempre anche per la sua utilità nella fase difensiva, bravo ad assicurare la giusta copertura a Maggio sulla destra.

Higuain 7 – È lui il leader. Prende il Napoli sulle spalle nel momento di difficoltà e graffia la Roma con il gol che rimette in quota il Napoli. Già pericolosissimo nel primo tempo con due spunti non sfruttati per un soffio da Callejon. Entra anche nell’azione della rete di Mertens, l’argentino è il vero trascinatore.

Ghoulam 5,5 – Non rapidissimo nella chiusura su Gervinho, il gol del 3-2 giallorosso. Per il resto esordio incoraggiante: il franco-algerino ha gamba e soprattutto fisico, la conferma si ha nel duro corpo a corpo con Maicon. Ora sarà importante per lui giocare con continuità per entrare in perfetta sintonia con la squadra.

Mertens 7,5 – Un gol da campione, un gioiello: parte deciso, taglia in due la difesa della Roma e batte De Sanctis con freddezza e classe. Il belga è di un altro livello, grande tecnica, velocità, potenza. Il suo ingresso in campo dà nuova forza al Napoli, freschezza e rapidità. Torna decisivo dopo la domenica di stop che si è preso a Bergamo.

Benitez 6,5 – Il Napoli riemerge nel momento più difficile e mostra nel secondo tempo la sua qualità migliore: il gioco d’attacco. Segnare due gol alla Roma all’Olimpico di questi tempi è da considerare quasi un’impresa. Peccato per la rete presa nel finale. In fase difensiva la sua squadra continua a mostrare pecche, aspetto sul quale migliorare per trovare equilibrio. Una sconfitta che lascia apertissimo il discorso qualificazione al San Paolo.

Fonte: Il Mattino


Iscritto alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”. Ha iniziato a collaborare per IamNaples.it nel marzo 2011, dove in particolare cura il focus sugli arbitri e collabora alla rubrica “Scugnizzeria in the World”

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google