Roma-Napoli, sarà Napoli-Roma, Benitez giocherà tre partite di fila in casa

Una situazione sostanzialmente inedita: una squadra che gioca in trasferta tre partite di seguito, un’altra che ne gioca altrettante in casa. L’eventuale inversione di campo di Roma-Napoli avrà una conseguenza consistente sul calendario. Perché chi nel girone d’andata beneficerà delle tre partite in casa, dovrà restituire il beneficio al ritorno; chi pagherà dazio ora, a ottobre, potrà recuperare il prossimo mese di marzo. Adesso la penalizzata sarebbe la Roma; nel girone di ritorno sarebbe il Napoli. Difficile anche capire chi ci perde e chi ci guadagna. Una cosa è certa: il calendario normalmente si basa su un equilibrio tra impegni interni ed esterni, al massimo può capitare che una squadra si possa ritrovare con due partite consecutive in casa o con due altrettanto consecutive in trasferta. Tre, però, sono un po’ troppe e lo squilibrio appare evidente. Né si può dire: chi oggi perde domani guadagnerà perché nel calcio tutto dipende dalle situazioni contingenti, dalle condizioni di forma, dal cumulo degli impegni nazionali con quelli internazionali.

NOVITA’ – Cominciamo col dire che quella serie di tre partite, tra il 5 e il 27 ottobre per severità degli esami sembra creare maggiori complicazioni alla Roma che al Napoli. La squadra di Garcia, infatti, è attesa il prossimo 5 ottobre a una trasferta piuttosto difficile a Milano, contro l’Inter di Mazzarri. Dopo la sosta per le Nazionali, il confronto con il Napoli all’Olimpico. Otto giorni dopo trasferta a Udine. A questo punto, se dovesse verificarsi l’inversione, la Roma sarebbe costretta a viaggiare sempre essendo obbligata a «emigrare» dall’Olimpico al San Paolo. Certo, il Napoli non è atteso a «passeggiate» di salute ma gli avversari che fanno da contorno alla sfida con i giallorossi appaiono decisamente meno pericolosi di Inter e Udinese. Benitez, infatti, il 6 ottobre ospiterà il Livorno, quindi, secondo il calendario ancora in vigore, dovrebbe trasferirsi il 19 ottobre all’Olimpico quindi tornerebbe al San Paolo dove il 27 ospiterebbe il Torino. L’inversione di campo consegnerebbe a Benitez un «filotto» di partite in casa. E non sarebbe cosa da poco perché, nel frattempo bisogna onorare la Champions. La settimana prossima a quattro giorni dalla sfida con il Livorno, Higuain e compagni dovranno esibirsi all’Emirates Stadium di Londra, contro l’Arsenal. Poi, cinque giorni prima della partita con il Torino, sarà di scena al Velodrome di Marsiglia. Ridurre di un terzo i viaggi, in un periodo di intensi impegni può aiutare il Napoli a risparmiare qualche energia da spendere in Champions. D’altro canto, questo è il periodo di maggiore affollamento del calendario internazionale. Ma c’è anche un’altra faccia della medaglia e riguarda il girone di ritorno.

BIVIO – Si dice che la fase cruciale della stagione sia quella primaverile, i mesi di marzo e aprile. Il calendario internazionale un po’ si alleggerisce anche se nel periodo che va da 2 al 19 marzo ci saranno le partite di ritorno dei quarti di Champions. Se il Napoli dovesse superare la fase a gironi potrebbe essere chiamato a giocarsi l’accesso agli ottavi l’11 o il 12 marzo oppure il 18 o 19 marzo. Nel primo caso dovrebbe affrontare l’appuntamento con la Roma (che in quel caso verrebbe inevitabilmente anticipata all’8 marzo) prima dell’impegno europeo; nel secondo caso sarebbe costretto a scendere in campo in Champions tre giorni dopo la trasferta a Torino. In ogni caso, rispetto al prossimo mese di ottobre, dovrebbe far fronte a una sola partita internazionale e non a due. Ma dovrebbe infilare quella sfida fra tre trasferte (Livorno 2 marzo, Roma 9 marzo e Torino 16 marzo). La Roma avrebbe il vantaggio di giocarsi in casa, nella fase cruciale della stagione, gli obiettivi ospitando Inter, Napoli e Udinese. Bisogna poi aggiungere che lo spostamento creerebbe un’altra complicazione: il 9 marzo gioca in casa anche la Lazio (con l’Atalanta) dato che il terreno di gioco non reggerebbe, bisognerà spalmare quelle due gare su 48 ore (una al sabato e l’altra il lunedì). Questo il quadro: ma tutto dipende dal prefetto di Roma.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.