Sacchi su Insigne: “Sarebbe stato perfetto per il Barcellona, il miglior talento italiano degli ultimi 10 anni”

Sacchi su Insigne: “Sarebbe stato perfetto per il Barcellona, il miglior talento italiano degli ultimi 10 anni”

L’ex tecnico di Parma e Milan, Arrigo Sacchi, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport. Tra i diversi temi trattati c’è anche il Napoli di Maurizio Sarri. Ecco quanto dichiarato da Sacchi:

“Ventura? Mi entusiasmava il suo Bari: il 4-2-4 che diventa 4-4-2, perchè il calcio è movimento, con giocatori normali. Nonostante ciò era spettacolare. E’ bello quando un allenatore cerca uno stile come il calcio in Spagna. Come Sarri, ci hanno provato Sousa a Firenze, Di Francesco a Sassuolo, Giampaolo alla Samp. Gasperini si sta avvicinando a suo modo, con pressing ultra offensivo e cercando la superiorità. Cambiare non significa migliorare ma per migliorare devi cambiare. Mondiale? L’Italia è strana, abbiamo vinto 2 Mondiali pur non considerandosi superiore alle altre. Come diceva Churchill, giochiamo le partite come fossero guerre e perdiamo le guerre come fossero partite. Stiamo crescendo, ai miei tempi la Cremonese veniva a San Siro per chiudersi adesso squadre come l’Empoli di Sarri ed il Sassuolo di Di Francesco avevano possesso palla. Il calcio si gioca con la mente prima che con i piedi”

 

Sul Napoli

“Il Napoli fa cose contro la storia, gli azzurri sono andati a Nizza dopo aver vinto 2-0 all’andata e hanno attaccato per 90′, pensate cosa avrebbero detto se avessero preso gol in contropiede! Hanno osato alzando il livello culturale, oggi a Napoli applaudono il terzo posto stando al tavolo delle grandi nonostante un terzo del bilancio. Sarri sta dando uno stile al calcio italiano che non ha uno stile riconoscibile” 

Su Insigne

“Il Barcellona non è all’altezza del Real Madrid, perso Neymar Insigne sarebbe stato il sostituto perfetto.Lorenzo Insigne  è il più grande talento italiano degli ultimi 10 anni, ha intuizioni geniali. Deve solo evitare di fare il “furbetto” ogni tanto”. Intendo quando non si ha voglia di correre, quando Mertens e Hamsik bloccano i centrocampisti che hanno sbocco solo nel terzino destro e lui guarda indietro. Fa chiusure preventive anzichè tentare di recuperare palla. E’ un peccato perchè tatticamente è proprio bravo”.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google