Salsano: “Il City vuole Hamsik e anche Lavezzi”

Il vice di Mancini parla dell'interessmento per i due gioielli azzurri

Hamsik e Lavez­zi piacciono al City. E fin qua onestamente, non c’è molto di nuovo. Si sapeva già. Se n’era parlato tanto anche l’estate scorsa, in tempi di mercato. Però? pe­rò se in pieno campionato e in piena Champions, Fausto Salsano, assistente tecnico di Mancini a Manchester, il suo secondo, insomma, tor­na sull’argomento, beh, la cosa cambia aspetto. Per­ché vuol dire che il City i due azzurri non se l’è tolti dalla testa. Vuol dire che, anzi, potrebbe essere pron­to a un nuovo assalto. A gen­naio? A luglio prossimo? Chissà. «Il Manchester City guarda con attenzione il Napoli. E non nascondo, an­zi confermo, l’interesse di Roberto Mancini per Ham­sik e per Lavezzi. Lo slovac­co – svela Salsano ai micro­foni di Crc –andavo a se­guirlo proprio io già quando eravamo all’Inter. Lui era al Brescia ed era un giovane già ricco di talento».

DESIDERI– Salsano, dunque,era la ‘ spia’ di Mancini e dell’Inter che avevano intra­visto in quel ragazzo un campione del futuro. Ma il Napoli, con Pierpaolo Mari­no allora direttore generale, bruciò l’Inter sul tempo. E non solo l’Inter. Mancini, però, non ha rinunciato al­l’idea di poterlo un giorno avere in squadra.«Perché è cresciuto, è maturato, ha acquisito l’esperienza giu­sta per essere pedina im­portante in qualsivoglia squadra», aggiunge Fausto Salsano da Cava de’ Tirreni – e con lo slovacco anche La­vezzi.

« Uno che con il suo movimento, sa essere addi­rittura devastante. Uno di quei calciatori che nel drib­bling secco e nell’uno contro uno non perdona», proprio Mancini ha detto spesso. E Salsano ne ripete parole econcetto pari pari.

QUEI DUE– E va pure più in là:«Hamsik e il Pocho piac­ciono al City perché l’obiet­tivo del club è di fare cose sempre più importanti e di vincere, ovviamente. Ma per vincere occorrono gran­di calciatori. E il Napoli ne ha ». Insomma, una corte quasi spudorata, quella che Salsano fa ai due napoletani in nome e per conto di Man­cini e del suo City, peraltro avversario e concorrente degli azzurri per il supera­mento del turno a gironi in Champions League. Deve, dovrà preoccuparsi il Napo­li delle milionarie sirene dello sceicco Mansour? In verità l’estate scorsa non l’­ha fatto. Anzi, De Laurentiis ha rifiutato ricche offerte ri­lanciando forte. Un modo come un altro per dire al­meno tre cose. La prima: i miei gioielli non li vendo perché voglio un Napoli sempre più forte e più com­petitivo. La seconda: nessun calciatore è incedibile. La terza: ma per lasciarlo an­dar via la proposta d’acqui­sto dev’essere indecente. Di quelle alle quali non si può dire no. Però di proposte in­decenti il Napoli non ne ha avute ancora.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.