Sarà Reina il nuovo numero uno azzurro. E il Napoli torna alla carica per Higuain, c’è già l’intesa

Preso il portiere spagnolo con la formula del prestito Ecco 35 milioni per l’argentino che ha sorpassato Damiao

Il progetto è chiaro, ormai: consegnare a Benitez il Real Napoli. E così, dopo Albiol e Callejon, il club azzurro s’è lanciato anima e corpo nella missione più delicata, onerosa, complessa ma anche a più affascinante. E decisamente costruttiva: Gonzalo Higuain. Con tanto di offerta recapitata al Real Madrid: 35 milioni di euro (o giù di lì). Una bomba. Un temporale milionario piovuto su Perez: proposta accettata. E poi? Via a definire la trattativa già avviata con il 25enne giocatore nato in Francia e con il suo entourage: stipendio e indennità diritti d’immagine. Il solito problema da non sottovalutare mai. Il medesimo che ha creato un muro tra il Napoli e Leandro Damiao: a Porto Alegre l’affare è finito dritto contro il muro degli sponsor, e dunque Benitez ha dato l’input: missione-Higuain. La prediletta. Quella che lo renderebbe più felice di quanto non lo sia già: con il Liverpool, infatti, mancano solo i dettagli per annunciare l’arrivo di Pepe Reina in prestito per un anno.

CONTATTO DECISIVO – E allora, il sorpasso del Pipita. Una trattativa che ieri ha registrato un’accelerata importante, a fronte delle difficoltà per arrivare a Damiao: l’attaccante della Selecao non ha la minima intenzione di rinunciare al suo ricco portfolio di accordi pubblicitari. Stand-by in Brasile, decollo in Europa: nuovo contatto Napoli-Real e ottimismo diffuso. Calda, caldissima la pista: il club azzurro ha confezionato un’offerta vicina a 35 milioni di euro per il suo cartellino. Una valanga di milioni che, a quanto pare, può anche bastare al Real, inizialmente attestato sui 40 milioni, considerando i buoni rapporti tra società e la necessità di fare cassa per arrivare a Bale o a Suarez. Ancelotti, però, glissa: «Higuain? Felice che al momento sia un nostro giocatore».

LA CHIAVE – L’accordo tra club, insomma, è stato raggiunto: possibile a breve la fumata bianca. La medesima che dovrà venire fuori dalla trattativa in atto con l’entourage manageriale del centravanti della Seleccion composto da suo fratello Nicolas e soprattutto dal Pipa: ovvero, el senor Jorge Higuain, padre di Gonzalo, un passato da difensore del Boca e del River, e un soprannome trasmesso anche al figlio attaccante. Sì, il prossimo accordo da definire è quello con il giocatore: con il Real, Gonzalo ha un contratto da più o meno 5 milioni di euro a stagione fino al 2016. Ma non solo: ha anche delle sponsorizzazioni a cui dovrebbe rinunciare. Del tutto o quasi: ecco, la chiave sarebbe lasciare una parte della gestione dell’immagine al calciatore, magari in Argentina, come a Cavani fu concesso in Uruguay. Per lui, comunque, il Napoli stanzierebbe la cifra che avrebbe percepito Edi secondo lo scatto previsto per la nuova stagione: intorno ai 6 milioni di euro.

LA BENEDIZIONE – Euro, certo, e poi sentimenti. Quelli che in città portano sempre dritti a Diego Maradona. L’uomo, il C.t., che per primo convocò Higuain nella Seleccion: «Se arriverà in Italia, sarà capocannoniere», dichiarò il Pibe quando il pupillo sembrava in procinto di andare alla Juve.

IDOLO PEPE – Madrid, comunque, è il centro del mondo azzurro: praticamente concluso l’accordo che consegnerà a Pepe Reina, 31enne portiere madrileno del Liverpool, la maglia di De Sanctis, atteso dalla Roma. Ieri i Reds hanno comunicato al portiere, in Spagna in vacanza, di non seguire la squadra a Melbourne in tournée. I termini: prestito secco di un anno, con ingaggio diviso a metà tra i club (circa 4 milioni e mezzo). Tutti contenti considerando l’aria che, dopo l’acquisto di Mignolet, si respirava tra Reina e il tecnico Rodgers. Tutti felici o quasi: la cessione ha innescato la protesta della mitica Kop. Pepe idolo.

 

Fonte: Il Corriere dello Sport 

La Redazione 

M.V.

 

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.