Scugnizzeria in the World: 10° sigillo per Vitale, pari e gol per il Crotone di Ciano e Maiello

Ternana-Padova 2-1 (Vitale): Gara all’insegna dei napoletani, o quantomeno dei campani. Questo il leitmotiv di Ternana – Padova, gara valida per l’ultima giornata della Serie Bwin. Partita senza nulla in palio, con entrambe le squadre già salve e troppo lontane dagli eventuali Play-off. Decide una rete del subentrato Bencivenga, difensore nativo di Villaricca, al 59’ dopo che i due rigori, quello dello scugnizzo Vitale al 4’ e dell’ex prodotto del settore giovanile azzurro Aniello Cutolo al 50’, avevano portato il match sull’1-1. Nel mezzo una gara a tratti vivace, che ha risentito della poca pressione aleggiante sulle due squadre. Forse un po’ meglio la Ternana, pericolosa in più occasioni, anche se il pari non sarebbe poi stato un risultato troppo ingiusto. Nelle fila degli umbri da segnalare la buona prova di Vitale che, oltra alla solita freddezza dal dischetto, ha messo in mostra anche una buona tecnica. La rete, che gli consente per la prima volta di andare in doppia cifra, è solo la ciliegina sulla torta di una stagiona giocata ad alti livelli. Unica nota stonata il fatto di essere uscito poco prima dell’intervallo a causa di un infortunio, lasciando il posto proprio all’uomo partita Bencivenga, autore della rete del definitivo 2-1. (Giancarlo Di Stadio)

Spezia-Modena 1-1 (Mazzarani): Un pareggio utile alla classifica marcatori. È terminato 1-1 l’incontro tra Spezia e Modena, compagini senza particolari ansie, che hanno già avuto risposte definitive da questo campionato prima dell’ultima giornata. Gli “aquilotti” hanno conquistato matematicamente la salvezza nel precedente turno contro il Padova,  per gli emiliani il sogno play-off è invece svanito da tempo. Il match è apparso comunque vibrante sin dalle prime battute, con i due bomber Sansovini e Ardemagni desiderosi di andare a segno per arricchire il proprio bottino di reti. Inizia l’attaccante dei “canarini” al 20′, sfriuttando un clamoroso errore di Bovo e piazzando la sfera dal limite dell’area per il parziale 0-1, che vuol dire anche 23esimo centro in stagione. Non mancano le occasioni ai padroni di casa per arrivare al pareggio ma la mira degli stoccatori non è da cecchini. L’undici guidato da Novellino tenta dall’altra di difendere il vantaggio ottenuto, contenendo gli avversari e cercando di sfruttare la velocità del giovane Piscitella per gli attacchi in contropiede. Il muro giallo regge fino all’89′, minuto in cui il solito Sansovini riesce a a graffiare per l’ultima volta in questo torneo, cogliendo l’assist di Di Gennaro e portandosi a quota 20 gol (record personale). Lo “scugnizzo” per metà Andrea Mazzarani non è sceso in campo tra le fila del Modena per quest’ultima sfida, costretto a scontare unna giornata di squalifica. (Antonio Fusco)

Crotone-Juve Stabia 3-3 (Ciano; Maiello): Più nulla da chiedere al campionato cadetto nell’ultima giornata di Serie Bwin, e dove all’ombra dei vinti e dei vincitori la Juve Stabia affronta il Crotone in una partita di passerella con la salvezza matematicamente raggiunta da entrambe le squadre. In questa partita non pochi i giocatori del vivaio azzurro in prestito: tra le fila gialloblu opportuna la presenza dei due giocatori classe ’95, Guarino e Mileto, che la Juve Stabia richiama tra quelli a disposizione; da segnalare anche la presenza di Maiello tra le fila del Crotone, il giocatore del Napoli che il coach Drago ha scelto per il suo  modulo e che lo vede giocare nel suo ruolo congeniale da centrocampista.  Nei primi minuti di gioco è un acuto della Juve Stabia a rabbrividire con un tiro di Verdi che esce di poco a lato ma fa bene intendere le intenzioni della squadra in questa partita finale.  Al 21’ è Maiello a mettersi in mostra con un tiro di sinistro che non trova il compagno sulla traiettoria. Al 29’ è ancora il Crotone a sovvertire i pronostici e sulla triangolazione di Gabionetta-Torromino arriva la prima rete del match. La Juve Stabia risponde senza soccombere e dopo pochi minuti controbatte con un’azione ben architettata e capitalizzata con un destro a giro di Improta che batte l’estremo difensore riequilibrando così la partita. Gli uomini di Braglia tuttavia sembrano essere pieni di sé e visibilmente galvanizzati dall’input di Improta nonostante l’inferiorità numerica (espulsione del camerunense Ogolong alla sua gara d’esordio con doppia ammonizione a seguito di un brutto fallo ai danni di Gabionetta ndr): a pochi minuti dalla fine della partita l’indisturbato Doninelli aggancia il pallone e con freddezza sigla la rete del 2-1. Nella ripresa il Crotone si rende pericoloso con Gabionetta: tiro al volo del brasiliano che si stampa sulla traversa; sussulto di Seculin che vede il pallone passargli poco sopra la testa.  Al 12’ del II tempo la compagine stabiese pone fine a qualsiasi preoccupazione, ed è Suciu a calare il tris su una deviazione in area rossoblu del difensore; nel frattempo Jiday lascia il posto al giovanissimo Guarino, a seguire sostituzione anche per il Crotone con Maiello rilevato da Falconieri: per il giovane partenopeo partita decisamente piatta.  Ma continua l’inseguimento del Crotone con una rete al 31’ che accorcia le distanze: Falconieri  sigla la seconda rete del Crotone con un tiro imparabile dall’incolpevole Seculin.  La Juve Stabia risponde con un contropiede senza pretese, ma è ancora Falconieri che incredibilmente ristabilisce la parità con una deviazione sottomisura, a 10 minuti dalla fine del II tempo: 3-3 allo Stadio Scida, con il visibilio della tifoseria di casa per una partita dai risvolti inaspettati. La partita termina con un brivido di Guarino che rischia di mettere a segno dal lato sbagliato; Juve Stabia sofferente in questo ultimo segmento di gioco. Cala così il sipario sull’ultima partita del Campionato che nonostante tutto è riuscita a regalare emozioni, imprevisti, brividi, al culmine di una stagione sommariamente encomiabile per Braglia e i suoi uomini. (Danny Petricciuoli)

Servizi a cura di Giancarlo Di Stadio, Antonio Fusco e Danny Petriccuoli

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.