Scugnizzeria in the World – Dumitru, vivace ma impreciso

L'empolese è l'unico tra gli "scugnizzi" a scendere in campo

 

Con Insigne che prende per mano l’Under 21 ed incanta in Europa e Ciano che è costretto a guardare i compagni da lontano, a causa di un infortunio, la truppa degli Scugnizzi quest’oggi si riduce di molto. Solo Dumitru è sceso in campo, mostrando buoni numeri, inframezzato però dalle solite lacune in fase di conclusione. Maiello, Bariti e Donnarumma? Solo panchina per loro.

Empoli – Varese 1-2 (Dumitru): quasi 20’ minuti per il giovane Nicolao Dumitru, nello sfortunato match tra il suo Empoli e il Varese. Il centravanti in prestito dal Napoli infatti viene mandato in campo per vivacizzare la manovra offensiva e cercare il colpo cha avrebbe potuto regalare i 3 punti ai toscani. Invece il destino ha voluto che, nonostante qualche buono spunto dello stesso Dumitru, la vittoria andasse al Varese, grazie ad una rete allo scadere di Cellini, un colpo di testa a tempo quasi scaduto che gela il pubblico del Castellani e consente al Varese di lasciare i bassifondi della classifica, dove invece continua a dimorare l’Empoli. Dispiace per i toscani, autori di una buona prova, in grado di rimontare il primo svantaggio di Martinetti con una reta del sempiterno Buscè e creare scompiglio nell’area lombarda con il solito Tavano (imperdonabile però un suo errore sotto porta) e con il già citato Dumitru nel finale. Al Varese merito invece di aver saputo colpire al momento giusto, dimostrando come Maran abbia già trovato la cura a mali della gestione Carbone. (Giancarlo Di Stadio)

Modena – Crotone 1-1 (Ciano, Maiello): La partita allo stadio “Braglia” di Modena tra i padroni di casa e i calabresi termina 1-1 con gol di Eramo di testa su corner battuto da Calil e da un autorete dello stesso Eramo che nell’anticipare Greco butta la palla in rete. Partita dominata dai crotonesi nel primo tempo con un Sansone scatenato sulla fascia destra e Calil bravo nel creare la superiorità numerica. Paradossalmente la squadra di Menichini ha giocato meno bene con l’uomo in più, espulso per il Modena Bastoli per somma di ammonizioni, e si sono viste le lacune di gioco dei calabresi. Il Modena porta a casa un punto sofferto, non disputando una gara esaltante, ma in un periodo non brillante dei romagnoli va sottolineata la determinazione nel gestire al meglio l’inferiorità numerica. Non hanno preso parte al match i due napoletani Ciano e Maiello. Il primo bloccato da un infortunio, il secondo invece mandato a seguire il match in tribuna. (Alessandro Sacco)

Grosseto – Vicenza 1-1 (Bariti): Novantadue minuti in panca: questo il magrissimo bottino di Davide Bariti, l’esterno classe ’91 non giova del cambio d’allenatore, anzi… Chi s’attendeva un cambio di rotta con l’avvento di mister Cagni è rimasto deluso: del gioiellino in comproprietà tra Napoli e Vicenza non c’è traccia in campo, così Bariti assiste al pareggio tra il Grossetto e il suo Vicenza. Risultato finale 1-1 (di Sforzini e del vicentino Elvis Abbruscato le reti), partita davvero molto brutta e Vicenza che si limita a “fare la guerra” in mezzo al campo. Il totale dei falli è imbarazzante: 46, uno ogni due minuti gioco. Sarà che il giovane esterno, molto talentuoso ma non dotatissimo dal punto di vista fisico, non sia adatto a questa squadra? Sarà che il 4-3-3 (modulo caro anche a Baldini, il predecessore di Cagni, che come lui poco vedeva Bariti) non è congeniale al biondo spiezino, che non è un’ala ne una mezz’ala da centrocampo a tre? Sarà che Cagni non lo conosceva ancora? Tante domande cui solo il tempo potrà dare risposte concrete. Fattostà che il ragazzo ha bisogno di crescere e soprattutto (nonostante nomi quotati per la B quali Augustyn, Paolucci, Botta, Abbruscato), per quanto visto in campo, il Vicenza, in stato di crisi (penultima con 4 punti e zero vittorie all’attivo), non ha di meglio da offrire in questo momento. Unica nota positiva dell’incontro è il portiere Frison, che dopo aver causato un rigore per un fallo molto dubbio su Gerardi, è bravo a parare la conclusione dagli undici metri di Caridi. Ai biancorossi serve una netta sterzata, chi dice che non possa avere occhi cerulei e capelli biondi, e portare in schiena il numero 22? (Mirko Panico)

Pescara – Cittadella 1-0 (Insigne): Per la nona giornata d’andata di Serie B allo stadio “Adriatico” di Pescara, i padroni di casa hanno vinto per 1-0 ai danni del Cittadella. Vittoria di misura per i ragazzi di Zeman, il boemo non convoca i nazionali Insigne, Capuano e Pinsoglio oltre all’infortunato Verratti.

Partita divertente soprattutto alla fine del primo tempo, con gli abruzzesi troppo lunghi in campo e il Cittadella che ne approfitta in contropiede, per ben tre volte il Cittadella ha l’occasione di andare in vantaggio, ma è bravo il portiere pescarese Anania a salvare la sua squadra, complice anche uno sciupone Maha. All’ inizio del secondo tempo arriva il match ball di Sansovini per il Pescara, servito ottimamente da Cascione, il capitano abruzzese non sbaglia. Pescara che dopo il vantaggio controlla più agilmente la gara, approfittando anche del calo fisico del Cittadella, che ha comunque un’altra occasione con il solito Maha che scatta sul filo del fuorigioco e si trova nuovamente solo davanti alla porta, ma è una giornata no per l’attaccante che sciupa l’ennesima occasione avuta, con Anania che fa sua la palla. Nel finale la partita perde intensità con le due squadre molto stanche e i ragazzi di Zeman riescono a far loro la partita.(Raffaele Di Guida)

Gubbio – Nocerina 2-1 (Donnarumma) Termina 2-1 il match andato in scena alla mini struttura dello Stadio Pietro Barbetti (capienza di 5.300 spettatori) tra Gubbio e Nocerina. Mister Auteri, ancora una volta, lascia in tribuna il giovane terzino mancino di proprietà del Napoli Daniele Donnarumma. E’ stato un bell’incontro tra due compagini che hanno giocato a viso aperto, soprattutto gli ospiti che spesso e volentieri hanno attaccato con un numero consistente di calciatori, rendendo inevitabili le ripartenze avversarie. Dopo i primi 20′ di noia e stallo, sono stati i molossi a pungere la difesa avversaria prima con Castaldo, poi con Catania e poi con Farias, caparbio a guadagnarsi la massima punizione; ma il brasiliano dal dischetto si lascia ipnotizzare da uno strepitoso Donnarumma (omonimo dell’azzurrino). La squadra di Auteri subisce un brutto colpo psicologico perchè dopo l’errore di Farias arriva anche il gol di Daniel Ciofani, bravo ad approfittare di uno svarione difensivo. Dopodichè arriva la reazione che non ti aspetti, questa volta con il capitano De Liguori che sfodera un potente tiro al volo sul quale nulla può l’estremo difensore rossoblù. Si va al riposo con il punteggio di 1-1.

Nei primi minuti del secondo tempo si assiste ad un vero e proprio monologo della Nocerina, mentre il Gubbio dà l’impressione di non avere più energie da spendere. Clamorosi gli errori di Castaldo prima, e di Catania poi entrambi a tu per tu con il portiere avversario. Nel finale, però, il Gubbio si rende protagonista di una prova d’orgoglio: alla squadra di Pecchia sta stretto il pareggio ed è per questo che prova ad insidiare la difesa rossonera con uno scoppiettante Ragatzu, talento sardo. Proprio il giovane attaccante firma la rete del secondo vantaggio grazie ad un mortifero contropiede imbastito da Almici. Nei sei minuti di recupero concessi dal sig. Viti di Campobasso la Nocerina cerca senza fortuna il pareggio. I molossi tornano a casa senza punti nelle tasche; il risultato di certo non premia una discreta prestazione da parte della squadra di Auteri. (Stefano D’Angelo)

 

Servizi a cura di Giancarlo Di Stadio, Alessandro Sacco, Mirko Panico, Raffaele Di Guida e Stefano D’Angelo

 

 

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.