Scugnizzeria in the World. Sorride solo Allegra, infortunio per De Vena e solo pochi minuti per Insigne jr

Parte la Lega Pro e parte la rubrica Scugnizzeria In The World dedicata a questa categoria. IamNaples.it segue e racconta le avventure dei giovani azzurri in giro per lo stivale. Una prima di campionato piuttosto amara per molti scugnizzi: sorride il solo Allegra, vince anche il Vicenza di Palma, ma il giovane centrocampista non ha preso parte al match perché infortunato. Buon pari per il Viareggio di Celiento e De Vena che esce con un punto dal Ceravolo di Catanzaro. Meno felice l’esordio per Crispino e Donnarumma sconfitti a Chiavari e lasciati in panchina dal proprio allenatore. Roberto Insigne, sicuramente lo scugnizzo più atteso, colleziona solo pochi minuti di gioco nel pareggio del suo Perugia a Nocera.

 

Entella-Como 1-0 (Allegra, Crispino e Donnarumma)

La prima giornata di Lega Pro offre subito un derby tra scugnizzi: a Chiavari si affrontano la Virtus Entella di Emanuele Allegra ed il Como di Crispino e Donnarumma. Dopo la disfatta in Coppa Italia, i lariani cercano il riscatto in questa trasferta ligure. Crispino e Donnarumma partono dalla panchina, mentre il terzino destro Allegra scende in campo dal primo minuto. Il primo tempo è piuttosto equilibrato, il Como sembra più in palla rispetto al match infrasettimanale e crea due o tre pericoli ai padroni di casa che, invece, si rendono pericolosi solo nel finale di frazione. Pochi gli spunti interessanti di Allegra che rimane piuttosto bloccato, non osa spingersi in sortite offensive. La ripresa propone un copione leggermente differente; i padroni di casa osano un po’ in più. Al 61′ Allegra lascia il posto ad Argeri; prestazione timida quella dello scugnizzo che ha badato più a mantenere la posizione piuttosto che a spingere come richiedeva il proprio tecnico. Atteggiamento prudente quello di Emanuele dettato, sicuramente, dall’emozione per l’esordio tra i professionisti. Nel frattempo il Como resta in dieci uomini ed il vantaggio numerico consente ai liguri di passare in vantaggio anche nel punteggio: al minuto 24, è Guerra a segnare al volo su azione da corner ed a decidere il match in favore dei padroni di casa.

 

Vicenza-Pavia 2-1 (Palma)

Il Vicenza del tecnico Giovanni Lopez, ex difensore del Napoli, esordisce in campionato al Menti contro il Pavia. La squadra veneta è una delle nobili decadute di questa Lega Pro, nonché una delle favorite per l’immediato ritorno nella serie cadetta. Tra le fila vicentine milita lo scugnizzo Giuseppe Palma che però è infortunato. I padroni di casa battono il Pavia in rimonta: al Menti finisce 2-1 per il Vicenza.

 

Catanzaro-Viareggio 1-1 (De Vena, Celiento)

Trasferta calabrese per il Viareggio di Celiento e De Vena. Il tecnico bianconero Miggiano sceglie di schierare entrambi gli azzurrini scendono dal primo minuto. I padroni di casa partono subito forte ed al 12esimo trovano il vantaggio grazie a Martignago. Il vantaggio del Catanzaro spezza le gambe al Viareggio; i bianconeri toscani sono una squadra giovane ed accusano il contraccolpo psicologico del gol subito quasi a freddo. Poi piomba il buio sullo stadio Ceravolo: guasto all’impianto di illuminazione. Dopo un’interruzione di circa 35 minuti, il problema tecnico viene risolto ed il match riprende. De Vena lascia intravedere buone cose, assieme a Benedetti si rende protagonista di qualche apprezzabile spunto dimostrando una discreta intesa con il nuovo compagno. Al 42′, però, l’attaccante in comproprietà tra Napoli e Viareggio accusa qualche problema fisico e deve lasciare il campo. I calabresi hanno il pieno controllo del match, grande protagonista è l’ex azzurro Andrea Russotto che si mette in mostra con le sue continue serpentine. Il Viareggio, comunque, è poca cosa ma nonostante tutto riesce a trovare il pareggio grazie al calcio di rigore segnato da Benedetti. Buona prova di Celiento che non manca certo di personalità e cattiveria agonistica, come dimostra il cartellino giallo rimediato nella ripresa.

 

Nocerina-Perugia 2-2 (R.Insigne)

Scongiurato il rischio sciopero, al San Francesco di Nocera Inferiore va di scena l’anticipo della prima giornata di Lega Pro tra Nocerina e Perugia. Ed è proprio la squadra di Camplone a partire fortissimo grazie ad una punizione dal limite di Sprocati ma Gragnaniello è bravo a deviare la sfera in corner. Undicesimo minuto e Perugia in vantaggio con Eusepi, bravissimo ad insaccare con un colpo di testa. Troppo solo però l’attaccante umbro. Quattro minuti ed arriva il pareggio della Nocerina. Sugli sviluppi di un corner Malcore si smarca sul secondo palo e di testa rimette al centro per Evacuo, che sempre di testa, mette il pallone alle spalle di Koprivec. Perugia che continua a fare la partita e domina in mezzo al campo. Nicco spreca un contropiede facile. Al 37′ la grande occasione: calcio di rigore. Sul dischetto Eusepi che però spedisce al lato. Sei minuti più tardi però, ecco il meritato vantaggio con Fabinho che si libera al limite dell’area di rigore e batte Gragnaniello con un sinistro all’incrocio dei pali. Nella ripresa finalmente Nocerina: Evacuo e Palma impegnano Koprivec. Al 78′ palo di Mazzeo ed umbri vicinissimi a chiudere la gara. La svolta all’80’ quando l’arbitro Fiore fischia un calcio di rigore per un fallo più che dubbio di Koprivec su Malcore. Sul dischetto Lepore che non sbaglia, è 2-2. Proprio al 90′ ecco il debutto di Roberto Insigne ed il talento partenopeo è subito protagonista con un paio di azioni ubriacanti sulla fascia e con un sinistro a botta sicura, ma è provvidenziale il salvataggio di un difensore campano praticamente sulla linea. Finisce così al San Francesco, partita davvero emozionante con il Perugia padrone del campo ma una Nocerina mai doma ha meritato il pareggio. (Luigi Curcio)

 

Gli ex azzurri:

 

Aversa-Normanna-Teramo 0-0 (Gatto)

L’Aversa Normanna in superiorità numerica non riesce ad avere la meglio contro una buona squadra come il Teramo. I granata, però, escono tra scroscianti e convinti applausi del Bisceglia. L’ex azzurro Gatto entra a otto minuti dalla fine e sfiora il gol al minuto 85; niente da fare per i normanni, alla fine è 0-0.

 

Foggia-Aprilia 1-1 (Savarise)

72 minuti di gara per l’ex azzurro Savarise. Non particolarmente brillante la prova dell’esterno classe ’94, ma è tutto il Foggia a non girare. L’Aprilia passa in vantaggio nel primo tempo grazie alla rete di D’Anna. I ragazzi di Padalino acciuffano il pareggio solo nella ripresa grazie alla bella giocata dell’ex nocerino Cavallaro.

 

Servizio a cura di Luigi De Magistris

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.