Scugnizzeria in the World – Sorridono Novothny e Donnarumma. Ancora ai box Insigne jr ed Allegra

La Paganese espugna Viareggio. All'Aversa Normanna il derby contro l'Ischia

La quarta giornata del campionato di Lega Pro propone un derby tra scugnizzi. Allo stadio dei Pini si sfidano il Viareggio di Celiento e De Vena e la Paganese di Soma Novothny. Gli azzurrostellati, corsari in Versilia, tornano da Viareggio con i tre punti in tasca. Protagonisti del match i giovani azzurrini, tutti e tre schierati titolari dai propri allenatori. Celiento, rimasto in campo per 90 minuti, conferma di essere un titolare fisso della squadra toscana collezionando la sua quarta presenza in altrettante partite. De Vena e Novothny, invece, hanno abbandonato prima il campo ma si son comunque riusciti a ritagliare uno spazio importante. Il Como di Diamante Crispino e Daniele Donnarumma riesce a battere l’Alto Adige ed a infilare la seconda vittoria stagionale; dei due scugnizzi scende in campo solo il mancino Donnarumma, autore di una prestazione attenta. Ancora fermi ai box Roberto Insigne ed Emanuele Allegra reduci da un infortunio. Giuseppe Palma, invece, resta in panchina per 90 minuti nella sconfitta esterna del suo Vicenza contro il Venezia

 

Como-Alto Adige 3-2 (Crispino, Donnarumma)

Il Como, reduce dalla sconfitta a San marino della scorsa settimana, ospita l’Alto Adige che proprio nel turno passato ha centrato la prima vittoria stagionale. I padroni di casa cercano i tre punti per recuperare fiducia e credibilità. Dei due scugnizzi in forza alla formazione lacustre ne scende in campo solo uno dal primo minuto, si tratta del difensore mancino classe ’93 Daniele Donnarumma. Solo panchina per Crispino. Il match si mette subito bene per il Como che dopo appena nove minuti passa in vantaggio grazie alla conclusione da fuori area di Cristiani. Nella ripresa, poi, Le Noci realizza il gol del 2-0, ma dopo qualche minuto l’Alto Adige accorcia le distanze impedendo ai padroni di casa di rilassarsi. Alla mezz’ora è Giosa a realizzare di testa il gol del 3-1 per il Como. Gli ospiti, però, sono duri a morire ed al minuto 37 tornano a farsi sotto grazie a Campo che realizza la seconda rete per l’Alto Adige. Nonostante un finale ad alta tensione, il Como riesce a portare a casa i tre punti ed a centrare la seconda vittoria stagionale. Buona prova di Donnarumma in campo per tutti i 90 minuti.

 

Lumezzane-Entella 1-1 (Allegra)

La capolista Entella va a far visita al Lumezzane. I liguri sono alla ricerca dell’ennesimo risultato utile per dare continuità all’incredibile avvio di stagione. Il giovane scugnizzo Allegra, però, è ancora fermo ai box per l’infortunio rimedito in allenamento circa 15 giorni fa. Il terzino partenopeo, arrivato in prestito a Chiavari quest’estate, ha esordito subito con la maglia dell’Entella ma l’infortunio l’ha obbligato a fermarsi. Nel primo tempo Russo, su rigore, porta in vantaggio i padroni di casa. Nella ripresa, però, la Virtus Entella trova il gol del pareggio che gli consente di continuare nella serie positiva e di portare a casa il quarto risultato utile consecutivo.

 

Grosseto-Perugia 2-0 (Insigne)

Il Perugia va a Grosseto dopo aver riposato nel turno precedente. Non è ancora il momento di Roberto Insigne che sta ancora recuperando dall’infortunio rimediato in nazionale. Per il talento di Frattamaggiore, però, il peggio sembra ormai passato ed è prossimo al completo recupero. Gli umbri vanno in Toscana alla ricerca della seconda vittoria in campionato, ma al 28esimo passa il Grosseto grazie alla bordata da fuori area di Onescu che batte Koprivec. I toscani,poi, raddoppiano allo scadere del primo tempo grazie al nigeriano Obodo che conclude al meglio un’azione di contropiede. Nella ripresa si vede molto poco e per i toscani non è difficile controllare il match ed assicurasi i tre punti.

 

Viareggio–Paganese 0-1  (Celiento, De Vena, Novothny)

La sfida che mette di fronte Viareggio e Paganese è un vero e proprio derby tra scugnizzi. Tra le fila toscane militano Celiento e De Vena, mentre Novothny veste la maglia azzurro stellata della Paganese. Tutti e tre gli scugnizzi vengono schierati in campo dal primo minuto. C’è molta attesa soprattutto intorno a Soma Novothny, ci si aspetta che il giovane attaccante ungherese aiuti la squadra a raccogliere i primi punti in campionato. La partita non è delle più esaltanti. Per circa mezz’ora non succede nulla di rilevante. La Paganese è in partita e rende difficile la vita ai padroni di casa che non riescono ad imporre il proprio gioco. In tutto il primo tempo non si registra una sola occasione da rete. La ripresa propone subito una novità: nel Viareggio Rosafio entra al posto di uno spento De Vena. I salernitani soffrono di più in questa ripresa, ma il fortino costruito da mister Maurizi sembra poter reggere. Al 28esimo della ripresa esce Novothny ed entra Cioffi. Prova incolore dello scugnizzo, ma si vede il lavoro svolto in allenamento come evidente è il maggior feeling con i nuovi compagni. Quando i padroni di casa sembravano avere il match in mano arriva la beffa: al 31’ Panariello segna e porta il vantaggio la Paganese approfittando dell’errore della difesa bianconera che applica male la trappola del fuorigioco. Azzurrostellati in vantaggio a Viareggio grazie al gol dell’ex. Di qui alla fine del match, i salernitani sfiorano per altre due volte il gol ma il risultato finale è 0-1 per la Paganese. 90 minuti per Celiento, 73 per Novothny e 45’ per De Vena.

 

Venezia-Vicenza 2-1 (Palma)

In Lega Pro Prima Divisione l’anticipo del sabato sera prevede il derby veneto tra Venezia e Vicenza. La gara termina 2-1 per il Venezia: Cori e Bocalon rimontano il gol del vantaggio biancorosso di Giacomelli. Nel Vicenza è rimasto in panchina Giuseppe Palma, centrocampista classe ’94 in prestito dal Napoli.

 

 

Gli ex azzurri:

 

Ischia-Aversa 0-1 (Gatto)

Il derby campano tra Ischia ed Aversa è uno dei piatti forti della quarta giornata del campionato di Lega Pro, seconda divisione. I casertani arrivano a questa sfida con diverse defezioni che obbligano mister Di Costanzo a cambiare modulo. Tra le fila dei Normanni milita l’ex azzurro Gatto. Il match si mette subito bene per gli ospiti che, dopo 7 minuti, passano grazie all’incornata di Porcaro. Gatto entra al 65esimo al posto di Prevete; il difensore Normanno era ammonito e mister Di Costanzo sceglie di toglierlo per non rischiare di rimanere in dieci. Il finale incandescente e ricco di emozioni non comporta nessun cambiamento di risultato, l’Aversa espugna Ischia e si aggiudica il derby campano.

 

Melfi-Foggia (Savarise)

Il Foggia di Pasquale Padalino riparte da Melfi e dal solo punto in classifica collezionato fino a questo momento. Il risultato finale è 0-0, ma i pugliesi avrebbero meritato, forse, qualcosa in più. L’ex azzurro Savarise, difensore classe ’94 in forza alla formazione pugliese, resta in panchina per tutti i 90 minuti.

 

Servizio a cura di Luigi De Magistris

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.