Secondo crollo europeo. Il Napoli 2 è tutto da rivedere

Secondo crollo europeo. Il Napoli 2 è tutto da rivedere

Ecco l’analisi dell’infausto match di Dnipro che troviano tra le pagine sportive del Corriere del Mezzogiorno:

Gli azzurri crollano anche in Ucraina, fornendo nel primo tempo delmatch con il Dnipro una prestazione addirittura peggiore di quella col Psv. Il Napoli 2 non funziona, regala campo e gioco agli avversari e viene annichilito sia dal punto di vista atletico che tecnico. La musica cambia soltanto quando entrano in campo, nella ripresa, Cavani e Pandev. Ma serve a poco. Neanche il tempo di riscaldarsi nella fredda serata ucraina che il Dnipro già passa. Su calcio di punizione al secondo minuto di gioco, la difesa si addormenta e Dossena si fa anticipare da Fedetskly che senza alcun problema piazza la rete del vantaggio. Gli azzurri sono annichiliti, hanno difficoltà a giocare e non riescono a imprimere ritmo al match. Il centrocampo gira a vuoto, la difesa è praticamente immobile e in attacco Insigne riesce solo a muoversi tra le linee senza mai essere pericoloso mentre Vargas è spettatore non pagante. La partita scorre con il Dnipro che ha sempre il pallino del gioco. E dopo una rete annullata a Insigne, al 38′ per una dubbia posizione di Fernandez, i padroni di casa raddoppiano. Ancora una volta il Napoli si fa beffare su palla inattiva al 42′. Da una punizione battuta praticamente da centrocampo, Rosati si rende protagonista di una uscita goffa. Il portiere devia la palla ma non libera l’area. La sfera è nuovamente controllata dagli ucraini e, dopo un rimpallo,Matheus è il più lesto a piazzare la stoccata vincente. In pieno recupero di primo tempo, la squadra di Mazzarri rischia addirittura di restare in dieci uomini per una testata di Fernandez a Seleznyov. Il difensore argentino è graziato dall’arbitro che lo punisce soltanto con un cartellino giallo. Nella ripresa l’ingresso di Cavani – per un inguardabile Vargas – e Cavani serve a svegliare l’undici di Mazzarri che comincia a creare qualche pericolo agli ucraini. Che però piazzano la terza stoccata al 19′ con Giuliano all’ennesima distrazione difensiva. Solo Cavani riesce a mitigare la serata disastrosa accorciando le distanze con un rigore alla mezzora. Il Napoli resta in corsa per la qualificazione grazie all’impresa dell’Aik che pareggia sul campo del Psv. Ma continuando così, il passaggio del turno è davvero complicato.

 

Fonte: Corriere del Mezzogiorno

 

La Redazione

L.D.M.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google