Si salva solo Fabio

Nella storica eliminazione dell'Italia si salva solo l'attaccante del Napoli

Negli ultimi trentadue anni l’Italia aveva sempre superato il primo turno, bisogna risalire al 1974 per l’ultima eliminazione. I “soloni” del giornalismo italiano dibattono sull’Inter ricca di stranieri, sul calcio italiano incapace di proteggere la virtù italica del gioco del calcio.

Nella gestione dei vivai abbiamo un’arretratezza spaventosa; la Federazione non ha mai creato un coordinamento tra i dirigenti italiani per studiare la crescita dei nuovi talenti. La Germania, dopo l’eliminazione dall’europeo del 2000, ha costruito un progetto coordinato di potenziamento dei vivai. L’auspicio è che Prandelli, nuovo commissario tecnico della Nazionale, pretenda che la Figc segua l’esempio tedesco. Queste considerazioni non devono però nascondere le colpe di Lippi, principale responsabile del disastro italiano, che segue la figuraccia della Confederations Cup, quando perdemmo contro l’Egitto e fummo umiliati dal Brasile. La partita di oggi contro la Slovacchia dimostra anche il fallimento della filosofia di Lippi, che ha sempre escluso i giovani dal suo gruppo, come per esempio Balotelli o l'”esiliato” Cassano. Il calcio europeo sembra in crisi a questo Mondiale, ma si salvano quelle Nazionali, che si proteggono con l’autorevolezza dei propri allenatori. Lippi, invece, ha mantenuto il gruppo dei “vecchietti” del 2006, capitanati da Cannavaro, in condizioni pessime, ed ha depotenziato il valore dell’Italia calcistica, escludendo tanti elementi validi, come per esempio i milanisti Borriello e Ambrosini e il romanista Perrotta per far prevalere gli interessi della bottega juventina. Inoltre il calcio italiano è sicuramente in fase calante, ma sicuramente non è inferiore a quello paraguayano e slovacco, che si presenta agli ottavi di finale al posto nostro.

Lo stato vergognoso della difesa italiana ha come quadro emblematico il terzo gol della Slovacchia, subito sugli sviluppi di un fallo laterale. Le prestazioni di Maggio e Quagliarella ci interrogano sulle scelte di Lippi. Infatti, il terzino ha compiuto una prestazione eccellente, nettamente superiore a Criscito, conteso sul mercato da Genoa e Juventus. Quagliarella nella ripresa ha trascinato la Nazionale nella ripresa, rimettendolo in corsa nel finale con un gol straordinario. La prestazione dell’attaccante del Napoli dimostra che nel calcio c’è bisogno degli elementi veloci, capaci di saltare l’uomo e di creare superiorità numerica. Quagliarella poteva dare alla Nazionale queste caratteristiche ed invece è stato puntualmente escluso, preferito ad un abulico Iaquinta, che con la maglia della Juventus, a causa anche degli infortuni, ha disputato solo quindici presenze.

La presenza dell’attaccante stabiese ha rivitalizzato anche Di Natale, che invece nelle altre gare è stato spesso isolato sulla fascia laterale. Di Natale ha bisogno di compagni che gli aprono gli spazi, come avviene nell’Udinese. Da questo mondiale ne esce rafforzato il valore del Napoli. Infatti, proprio nella gara di oggi, abbiamo notato il valore immenso di tre giocatori della compagine di Mazzarri: Maggio, Quagliarella e Hamsik, spina nel fianco della difesa azzurra con gli inserimenti e leader indiscusso della Slovacchia. Il centrocampista del Napoli ha ispirato anche il secondo gol di Vittek con un assist su cui hanno dormito Cannavaro e Chiellini, facendosi anticipare dal centravanti slovacco. L’auspicio è che anche Gargano trovi maggiore spazio nell’Uruguay, che si è qualificato per gli ottavi di finale, conquistando il primo posto nel suo girone.

Ciro Troise

 

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.