Stadio San Paolo, gelo tra il Napoli ed il comune: De Laurentiis non ha ricevuto le garanzie sulla salvaguardia del prato

Il presidente potrebbe non rinnovare la convenzione che scade il 30 giugno

Napoli-Comune, dopo gli idilli dell’ultimo periodo si ritorna al grande freddo per la questione San Paolo. Il motivo? Sempre lo stesso, i concerti che metterebbero a rischio il prato dello stadio, totalmente rifatto nel 2012 a causa di un fungo che lo aveva bruciato integralmente. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de Il Mattino De Laurentiis non ha ricevuto le garanzie richieste sulla salvaguardia del terreno di gioco e potrebbe decidere di non rinnovare la convenzione che scade il 30 giugno, si passerebbe così alla ricerca di soluzioni alternative per giocare al San Paolo. La preoccupazione del Napoli non è solo in termini economici ma anche tempistici, gli agronomi azzurri usano una zolla speciale, chiamata Bermuda, che impianta sulla sabbia e non conoscendo le quantità dei danni che verranno fatti dai due concerti non si può anticipare l’ordine di nuove zolle, inoltre durante l’estate è più complicato “riparare” il terreno di gioco, come ampiamente dimostrato nel 2012, quando il Napoli si presentò alla prima casalinga contro la Fiorentina con più sabbia che erba sul terreno di gioco.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.