Stefano Ceci racconta Maradona: “Diego vorrebbe tornare a Napoli”

“El Diez”, “La Mano De Dios”, “D10s”… Ci sono tanti modi per appellare, raccontare e ricordare il mito di Diego Armando Maradona: ricordi, immagini, fotografie e momenti impresse nella mente. In pochi, però, potrebbero descriverlo come Stefano Ceci. Uno sguardo al volto, ad un libro scritto, ed il gioco è fatto: quattro orecchini, due per lobo (proprio come Diego), e un aggregato cartaceo di tante tappe vissute con Maradona, idolo dapprima sognato, poi conosciuto ed infine divenuto vero e proprio amico da più di 15 anni.

Tante storie, curiosità ed aneddoti su un personaggio unico, da ogni punto di vista, raccolte in “Maradona, il sogno di un bambino“, libro scritto proprio da Ceci stesso. Che di Maradona, nel corso di “Calciomercato – L’originale”, ha parlato così: “E’ rimasto un po’ deluso dal Napoli, crede che la squadra possa dare soddisfazioni maggiori, che i tifosi meritano – rivela – Diego è una persona che va a momenti, la felicità la dà agli altri, ai ragazzi: un giorno disse di aver dato allegria alla gente di Napoli e al popolo argentino attraverso il calcio, perchè la gente gli chiedeva di essere un esempio”.

“Sono 17 anni che lo seguo come un ombra e si fida solo di me, i 4 orecchini che porto li ho comprato io in tutti questi anni – continua Ceci – Ricordo di aver dato continuamente 100$ ad un cubano, fu la persona che mi portò a casa di Diego: ogni volta me li chiedeva per poterlo raggiungere”. Tra ricordi passati, con un’amichevole organizzata per beneficienza ad Acerra da Maradona ai tempi di Napoli, ai tempi futuri, con un ritorno ai piedi del Vesuvio che Maradona vorrebbe ancora rivivere: “Futuro nel Napoli? Quando con lui parliamo di quegli anni vedo i suoi occhi brillare, ma non ha ricevuto nessuna chiamata: a
lui piacerebbe tornare. Ho visto tanti sciacalli attorno a Diego, gli hanno portato via tantissimi soldi: ora sta molto bene, ha smesso definitivamente con la droga, e ripensa spesso a tutti i danni provocati dalla cocaina”.

Fonte: GianlucaDiMarzio.com

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.