Supercoppa Uefa, Uva: “La scelta di un arbitro donna non è uno spot”

"Anche un arbitro donna può arbitrare una partita di questo livello"

“C’e’ stato molto rumore su questa designazione, ma è una designazione che si basa sua una valutazione tecnica e sulle performance dell’arbitro e non perché ci fosse la volontà di fare qualche cosa di diverso”. Il vice presidente dell’Uefa, Michele Uva, spiega, al telefono con l’ANSA, come è nata la decisione di far arbitrare la finale di Supercoppa tra Liverpool-Chelsea in programma mercoledì sera ad Istanbul dalla direttrice di gara francese Stephanie Frappart. Una scelta, sottolinea il dirigente che è anche vice presidente della commissione calcio femminile dell’Uefa, non per fare uno spot. “E’ un segnale che l’Uefa vuole dare sulla possibilità che anche un arbitro donna può arbitrare una partita di questo livello se ha le caratteristiche tecniche e psicofisiche – aggiunge Uva -. Non si tratta di una novità assoluta e presto potremmo vedere un arbitro donna arbitrare anche una partita di Champions o in Serie A, ma anche viceversa vedere arbitri uomini arbitrare le partite dei campionati femminili”.

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.