Tegola Pandev, rischia un mese di stop

 Tegola in casa Napoli, infortunio muscolare per Goran Pandev alla coscia sinistra. L’attaccante partito per la convocazione della Macedonia è stato sottoposto a ecografia di controllo dallo staff medico della nazionale che lo ha rimandato a casa diagnosticando uno stop di due mesi. Pandev è rientrato ieri a Castelvolturno e ha svolto terapie (che ripeterà in mattinata): nel pomeriggio sarà sottoposto ad esami di controllo per verificare l’esatta entità dell’infortunio e i relativi tempi di recupero dallo staff medico azzurro.
Pandev s’infortunò durante Inter-Napoli, accusò un lieve fastidio e continuò a giocare (poi venne sostituito da Mazzarri nella ripresa con Mascara) e il problema muscolare lo avvertì più forte a fine partita. In un primo momento sembrava si trattasse di un semplice affaticamento, lunedì al controllo dei medici della Macedonia la situazione è apparsa più problematica. I tempi reali di recupero si conosceranno solo in giornata: potrebbero variare tra i dieci giorni (ipotesi più rosea, cioè semplice contrattura) e un mese (ipotesi più grave, lesione di primo o secondo grado).
Un contrattempo per Mazzarri che confidava di poter portare Pandev alla stessa condizione dei compagni nel più breve tempo possibile e invece questo infortunio allungherà i tempi di utilizzo del macedone preso in prestito dall’Inter come prima alternativa al tridente d’attacco. Finora l’apporto di Pandev è stato quasi nullo ed occorrerà ancora del tempo affinché possa dare un suo contributo alla causa. Resta, quindi, il problema del vice Cavani, Mazzarri può giostrare tra Mascara, Santana, Chavez e Lucarelli quest’ultimo tenuto sempre fuori dalle scelte in questo primo mese di impegni ufficiali.
Ieri Dzemaili ha ripreso ad allenarsi a Castelvolturno (ha svolto un lavoro specifico con Lavezzi e Grava che tutti e tre proseguiranno fino a sabato) e sarà disponibile per il prossimo impegno di campionato, quello di sabato 15 in notturna contro il Parma al San Paolo. Fuori gioco da Chievo-Napoli del 21 settembre per una flebite post traumatica, conseguenza della forte contusione al collo del piede destro rimediata al Bentegodi.
Ancora un punto interrogativo Donadel, fermo per un problema muscolare dalla vigilia di Cesena-Napoli, esordio in campionato degli azzurri il 10 settembre. L’ex centrocampista viola sta completando il protocollo di recupero con un suo fisioterapista di fiducia a Prato, tornerà a Castelvolturno per una verifica da parte del medico sociale azzurro De Nicola e poi riprenderà gli allenamenti con il gruppo. Tempi di recupero ancora non ben definiti.
Radiografia di controllo ieri per Britos, il difensore uruguaiano vittima della frattura al quinto metatarso destro durante Barcellona-Napoli del 22 agosto. Risposte positive dall’esame, il tempo previsto per poterlo rivedere al lavoro con il resto del gruppo è di un mese. La completa guarigione sarà valutata dall’ortopedico che ha operato Britos a Barcellona che dovrà dare l’ultimo ok per la ripresa della preparazione.

 

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google