Turismo, via alla sfida di Coppa America

La tappa napoletana del torneo di vela sarà presentata alla Bit di Milano con Caldoro e De Magistris

Solo tre alberghi a cinque stelle. In una città come Napoli, che punta sempre più ad accogliere grandi eventi, manca l’eccellenza. E allora bisogna lavorare senza sosta in questa direzione. A partire dalla Coppa America. È l’appello che Salvatore Naldi, presidente di Federalberghi Napoli, lancia nel giorno della sua rielezione. Affiancato da due nuovi vice, Sergio Spartano e Antonio Izzo, e con il supporto del presidente dei giovani albergatori Pietro Fusella (confermato nel suo ruolo), Naldi rilancia: «La città deve crescere, abbiamo un bacino potenziale tra i più importanti al mondo. Nel 2012 abbiamo avvertito una leggera ripresa rispetto agli ultimi anni e non dobbiamo farci sfuggire le occasioni di rilancio che il 2013 ci propone».
Per questo l’imprenditore invita i colleghi a scommettere sulla città: «Non possiamo permettere che il turismo venga sfruttato per ripianare bilanci e non come risorsa per tutto il territorio. Il nostro impegno è far ripartire un sistema che crei sinergie fra le eccellenze cittadine. Per questo è fondamentale anche l’approvazione della legge regionale di settore che appare ancora un miraggio». In questa direzione sarà fondamentale, osserva, ampliare l’offerta: all’ombra del Vesuvio ci sono 43 hotel a 4 stelle, 63 a 3 stelle, 12 a 2 stelle e 20 con una. Secondo Naldi non può bastare, bisogna fare di più. Anche perché tra i luoghi più visitati d’Italia figurano gli scavi di Pompei e la Reggia di Caserta mentre non c’è spazio per i siti partenopei. A tal proposito la prima occasione utile sarà offerta dalle World Series di Coppa America, in programma dal 16 al 21 aprile (in concomitanza con il Forum delle Culture).
Partirà così dal golfo di Napoli la marcia di avvicinamento finale alle sfide di Coppa America (7-22 settembre) che assegneranno il blasonato trofeo, giunto alla 34esima edizione, nella baia di San Francisco. L’appuntamento in programma a Napoli sarà presentato venerdì alle 12 durante una conferenza stampa che si terrà alla Borsa Internazionale del Turismo, nello stand della Campania della Fiera di Milano, Padiglione 3. Interverranno il governatore Stefano Caldoro, il sindaco Luigi de Magistris, il presidente della Provincia Antonio Pentangelo, il numero uno della Camera di Commercio Maurizio Maddaloni e Mario Hubler, amministratore unico di Acn. Da San Francisco arriverà a Milano per partecipare all’incontro con i giornalisti Tom Ehman, vicecommodoro del Golden Gate Yacht Club, il club del Defender, l’attuale detentore dell’America’s Cup, Oracle Team Usa. Nella stagione 2012-2013 si sono disputati fino ad ora a San Francisco – agosto ed ottobre 2012 – due eventi delle America’s Cup World Series ed il percorso si concluderà con le gare in programma nel capoluogo partenopeo. La scelta degli amministratori locali di puntare sulla Coppa America nasce da un ragionamento: scegliere un grande evento sportivo per rilanciare l’immagine del territorio richiamando a Napoli e in Campania turisti da ogni parte del mondo. Nell’ aprile 2012 le gare, nonostante le avverse condizioni meteorologiche, furono seguite da un pubblico di oltre 500mila spettatori – provenienti dall’ Italia e dall’estero – presenti sul lungomare cittadino.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.