Tutte le tappe della vicenda Cavani: tra Barcellona, Real Madrid, Chelsea e City

A maggio L'uruguaiano si vedeva al Real Madrid

NAPOLI – Tra Cavani ed il Napoli la telenovela nasce da molto lontano. Già dall’estate scorsa, allorché all’atto di adeguare e prolungare il contratto fino al 2017 ad una cifra superiore ai cinque milioni all’anno, l’entourage del calciatore pretese l’inserimento di una clausola rescissoria con questa espressione: « Vorremmo sentirci liberi di interrompere il rapporto in qualunque momento». Durò giorni, la trattativa. Fino al compromesso: 70 milioni (63, più 7 milioni di premi di valorizzazione).

SCOSSA – La vera scossa, poi, c’è stata tra novembre e dicembre, allorchè l’attaccante dopo essere entrato in crisi con la moglie Maria Soledad (in attesa del secondo bambino) iniziò una relazione con una ragazza di Marcianise, Maria Rosaria Ventrone. Da allora, il Matador ha cominciato a pensare di cambiare radicalmente ambiente. Spedendo vari e puntali segnali. Il via il 28 maggio: « Da bambino sognavo il Real o il Barcellona»; il 10 giugno : « Sono del Napoli ma parlo con altre squadre e mi piacerebbe essere allenato da Mourinho». Poi intervenne il padre: « Edinson vuole il Real Madrid».

FUTURO – Il 22 giugno, Cavani, intervistato a margine della Confederation Cup, dice « Non so ancora nulla del mio futuro ma sono lusingato dell’interessamento di Real Madrid e Chelsea». Nel frattempo, De Laurentiis a Londra, prima di accordarsi con Benitez, aveva inviato Bigon a Manchester per sondare le reali intenzioni del City. Ma la valutazione di Dzeko come contropartita viene ritenuta esagerata e la cosa finì lì. Il 27, De Laurentiis replica all’ennesimo segnale di Cavani: « Non c’è bisogno di alcun faccia a faccia con lui». Ed il 30 giugno, l’attaccante, ancora sibillino sul suo futuro: « Il mio club di appartenenza? Per adesso è sempre il Napoli. Ma in futuro non saprei». Fino al primo contatto di ieri tra De Laurentiis e Leonardo…

 

 

La Redazione

G.D.

Fonte: Corriere dello Sport

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.