Tutto il mondo vuol vedere Napoli-Bayern Monaco

A.A.A cercansi biglietti disperatamente: chiamano dalla Spagna, chiamano da Oslo, chiama­no da Amsterdam, chia­mano da Nord e da Ovest, per trovare un amico, per rimediare un tesoro. Napo­li- Bayern è l’evento irri­nunciabile, la sfida d’un Terzo Millennio che sa di Champions, e quel San Paolo ormai troppo picco­lo, improvvisamente ri­strettosi, lascia disponibile poche seggiole e vacue speranze: cinquantamila cuori e una capanna, ciò che resta di Fuorigrotta, per martedì sera, è qual­che curva (inferiore), po­chi distinti (inferiori) e non tantissime Posillipo. L’ennesima mattinata d’una giornata da fans co­mincia all’alba: e al tra­monto, il «tutti esauriti» è d’obbligo, con qualche ma­lumore.

ARRIVANO DALLA NORVEGIA -Si comincia presto, prima che canti il gallo: le 5.30, per scoprire Piazzale d’Annunzio vivo come a mezzodì, con file lun­ghe in dire­zione botteghino tre e cin­que, il passaporto per il Bayern da guadagnare fa­ticosamente, perché le ri­chieste abbondano. Alle dieci, l’attesa si trasforma in impazienza, poi in pre­occupazione: vanno in tilt i terminali delle ricevitorie ed a Fuorigrotta si riversa altra gente, controllata da polizia e steward, rassicu­rando per quel che si può. Ma la speranza è l’ultima a morire e da Oslo, marte­dì mattina, arriveranno in tre: hanno interpellato il club Napo­li Internet, stamani chiameran­no in sede o pregheran­no cono­scenti.

E’ QUI LA FESTA – Il San Pao­lo extralarge con i suoi 60.240 posti non basta e Napoli-Bayern è un affare per un’altra limitata fran­gia di spettatori, chiamata a svegliarsi stamani per esserci: cinquantamila bi­glietti già venduti, 2.884 spediti in Germania per i sostenitori del Bayern che stanno rispondendo in massa, per riempire quel­lo stadio restano disponi­bili scorte residue e limi­tatissime. E’ una serata in cui si sarà strettissimi ovunque, persino in sala stampa, dove ormai non c’è più possibilità di rime­diare accrediti, avendo il Napoli ricevuto richieste che vanno ben oltre la ca­pienza del settore.

I RECORD – Il primato del­l’era De Laurentiis è re­centissimo: Napoli-Juven­tus, 9 gennaio 2011, 2.077.581,00; il record con­tinentale è fresco e risale all’Europa League, sfida al Liverpool, roba da 1.903.760,00; poi c’è il pas­sato, Maradona con la sua personalissima sfida al Bayern ( 4 miliardi, 6 mi­lioni e 950 mila lire, che equivalgono a 2 milione e 69mila euro) o sempre Diego contro lo Stoccarda, il tetto di sempre (4 miliar­di 570milioni 650 mila lire, che al cambio attuale fa­rebbero 2 milioni e 360mi­la euro). Ma ora c’è marte­dì 18 ottobre 2011: che not­te, quella notte!

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.