V. Morabito: “Se Cavani non è partito finora non parte più”

V. Morabito: “Se Cavani non è partito finora non parte più”

Nel corso della trasmissione Si Gonfia la Rete in onda su Radio CRC è intervenuto Vincenzo Morabito agente FIFA ed ha rilasciato alcune dichiarazioni, ecco quanto evidenziato da IamNaples.it:

“Mercato di basso profilo in serie A? l’Inter ha fatto un mercato intelligente, idem la Fiorentina, riducendo i monte ingaggi e costruendo squadre interessanti, di qualità cn giovani. Per me la griglia Juve Napoli Inter Milan poi Fiorentina Roma. Udinese? un po’ in difficoltà, malissimo la Lazio, Lotito merita un doppio zero per il mercato, l’allenatore è sconosciuto, non si capisce coi giocatori… il Milan non mi piace, con un mercato un po’ improvvisato, non ultimo ‘sta storia di Ze Eduardo… forse l’affare l’ha fatto l’Inter: Cassano, più 7 -8  milioni. Mercato del Napoli? su Floccari non so, prenderei uno alla Berbatov con cifre inferiori con un calciatore che si accontenta di poco più di due milioni di ingaggio. Il tempo dei soldoni è finito, quando aumenteranno i ricavi allora torneranno, i diritti televisivi ci sono oggi e domani? Bisogna incrementare il merchandising, gli stadi di proprietà e fare le leggi, sulla protezione dei marchi altrimenti non si va da nessuna parte e tutti spenderanno solo quello che possono, vedi la Juve che ha il suo tesoretto, eppure questo top player che non arriva. Llorente per 18 milioni? Ma mi tengo Matri e Quagliarella! Gli spagnoli in Italia poi non è che abbiano brillato. Cavani? Se finora non è partito non parte più. Di fronte ad un’offerta indecente si poteva fare, ma a fine luglio, avevi anche il tempo di trovarti il sostituto, ora non c’è più nessuno sul mercato. Pepito Rossi? Ha due infortuni gravi, non posso prenderlo al posto di Cavani, a meno che poi non esploda. Comunque tutti questi mal di pancia mi fanno ridere, già guadagnano così tanto… Igor Campedelli, parlando di Adrian Mutu che ha rescisso il contratto, ad esempio, era disperato quando diceva che per i giocatori esistono solo i diritti e non i doveri. Credo che i calciatori debbano imparare a rispettare i tifosi lasciando le lamentele ai disoccupati, è una categoria di privilegiati! A volte dipende anche dai procuratori l’incentivo a partire. Guardiamo Balzaretti! Comunque mettersi contro un club che ti tratta bene non ha senso. Jonas Thern? Ha una scuola calcio, non ha retto lo stress della panchina e segue molto il calcio italiano. Fu un’operazione che condussi insieme al grande  Giorgio Perinetti, che sorprendentemente non si è mai avvicinato a Inter o Milan.”

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google