Vargas, ancora una notte da eurobomber

Vargas, ancora una notte da eurobomber

Tre gol. Bevuti tutti d’un fiato. Nella notte magica contro l’Aik Solna. Ma Edu Vargas non è sazio. E stasera in campo in coppia con Lorenzo Insigne è chiamato a dare ancora volta prova del suo magico estro. A  trascinare il Napoli verso un risultato positivo nella fredda Dnipro in Ucraina, a riscaldare il cuore di  compagni e tifosi partenopei. La stella cilena, colpaccio del mercato azzurro nello scorso gennaio al costo di  12milioni, vice pallone d’oro del Sudamerica alle spalle del brasiliano Neymar, miglior giocatore della Copa Sudamericana ha riconquistato di recente anche la Nazionale è tornato a vestire la maglia della Roja. Ha fame di gol Edu, ha voglia di stupire anche in Europa. Sì perché lui, detto anche Turboman, ha impressionato un bel po’al San Paolo nell’esordio di Europa League di settembre. Corse, accelerazioni,   scatti e soprattutto tre palle tre capitombolate alle spalle dell’esterrefatto portiere svedese Turina con la  quarta spedita in porta da Dzemaili. La stellina cilena – quel magico 20 di settembre – è uscita dal campo di Fuorigrotta con un’ovazione. Ha finalmente fatto sognare i supporter di Fuorigrotta. Ma poi però Edu  Vargas non si è ripetuto contro il Psv ai primi di ottobre. Anzi è stato il Napoli ad uscire malconcio dalla  trasferta ad Eindhoven,conilsecco3-0rifilatodagli olandesi agli azzurri. Anche con il ritorno in campo dall’inizio dell’asso sudamericano, cosa che da quando è in Italia non gli è capitata poi così spesso. In campionato, infatti ha giocato finora solo manciate di minuti. Continuando peraltro ad impressionare e stupire durante le sedute di allenamento condotte da Mazzarri. E perciò per lui scommessa  doppia. Deve conquistarsi spazio, più spazio anche in campionato. «Io sono contento di stare qui, sono felice di giocare nel Napoli», ha commentato Edu. Lui che ha messo in fila la conquista del Torneo di Apertura, di Clausura, la Copa Sudamericana e 29 gol in 48 partite, quando con l’Universidad de Chile ha stupito tutti. Quando il trailer con le immagini delle sue serpentine ubriacanti hanno valicatogli oceani e sono approdati nelle tv d’Europa. Vargas,Vargas,Vargas. Il Napoli lo ha fortemente voluto a gennaio e poi lo ha trattenuto giustamente ad agosto: Edu voleva provare ad andare via pur di giocare con continuità, il ds Riccardo Bigon ha invece imposto che restasse. E stasera, quindi, l’attesa è di nuovo tutta per lui. Anche per recuperare le distanze dal Dnipro che ha invece infilato due successi consecutivi finora. Vargas è chiamato a sprintare, a correre e a macinare terreno ed avversari. Sì, Edu devi stupire stasera, insieme con Insigne.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google