Vigilante ucciso a Piscinola, nella babygang anche una promessa del calcio

Il sedicenne è accusato di aver partecipato all'aggressione della guardia giurata Francesco Della Corte

«Ci sbrighiamo in tempo per l’allenamento?»: gli agenti del commissariato di Scampia hanno prelevato C.U. e stanno per interrogarlo. Il sedicenne è accusato di aver partecipato all’aggressione della guardia giurata Francesco Della Corte, ma si preoccupa di non perdere la seduta atletica.

Come riporta Il Messaggero, il 16enne è coinvolto nell’aggressione che ha portato alla morte del vigilante Francesco Della Corte. Ad ammettere il coinvolgimento è stato lui stesso dopo aver confessato quanto accaduto: per rubare una pistola al vigilante i ragazzi lo avrebbero massacrato di bastonate, fino ad ucciderlo. Ora C.U invece di trovarsi ad allenarsi sul campo insieme agli altri compagni di squadra si trova nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei.

 

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.