Visto per gli USA negato a Maradona, troppo amico di Fidel Castro…

Il Pibe non potrà accompagnare il nipote Ben a Disneyworld. «È una decisione politica», dice

Troppo “amico” di Fidel Castro e Chavez, per Diego Armando Maradona le vacanze negli Usa sono “off limits”. L’ultima disavventura del Pibe de Oro riguarda i suoi vecchi rapporti, burrascosi, con gli Stati Uniti d’America. L’ex campione del Napoli ha dovuto cancellare la vacanza con la famiglia a Disneyworld, in Florida, dopo che gli Stati Uniti gli hanno negato il visto.

DECISIONE POLITICA – Lo scrive “The Sun” spiegando che Maradona aveva programmato il viaggio con la nuova fidanzata, la 22enne Rocio Oliva e la figlia Dalma, per il nipote Benjamin, quattro anni, nato dal matrimonio, ormai naufragato, tra l’altra figlia, Gianina, e l’attaccante del Manchester City Sergio Aguero. «Ho supplicato il caso di persona presso l’ambasciata degli Stati Uniti a Dubai ma il visto mi è stato rifiutato», avrebbe confidato il campione. «E’ una decisione politica – assicura una fonte vicina alla leggenda del calcio argentino – I suoi rapporti con gli Usa non sono mai stati buoni: la sua amicizia con Fidel Castro, Hugo Chavez e altri nemici degli Stati Uniti non gli hanno permesso di avere il visto. Per Diego è stato come prendere un calcio nei denti, la famiglia teneva molto a questa vacanza».

CONTENZIOSO CON IL NAPOLI – La vacanza negli Usa annullata non è stato l’unico avvenimento a far parlare di Maradona. Come si direbbe a Napoli, il Pibe de Oro “core ‘ngrato”: ha chiesto al Napoli un risarcimento di due milioni di euro e il ritiro del dvd sui 100 gol della squadra partenopea, in cui l’immagine del campione argentino viene accostata a quella di Cavani.

IMMAGINE USATA SENZA AUTORIZZAZIONE – L’ex calciatore del Napoli, ritenendo che la sua immagine sia stata utilizzata senza autorizzazione, ha chiesto attraverso il suo legale Angelo Pisani un risarcimento di ben due milioni di euro: «Maradona scende in campo in difesa dell’immagine sua e dei vecchi gol segnati con il Napoli, messi in commercio senza autorizzazione e per fini speculativi prima di vendere Cavani». Una mossa che potrebbe costare caro al Napoli, che per ora non ha rilasciato dichiarazioni sulla questione. L’entourage di Maradona ha inoltre fatto sapere che il Pibe è intenzionato a donare l’eventuale risarcimento a scuole calcio napoletane per bambini bisognosi confermando il suo amore per la città e il popolo partenopeo.

Fonte: Il Corriere del Mezzogiorno

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.