Zamparini: “Con Mutti il Palermo è più solido”

Nonostante alcune defezioni prende forma il Palermo “targato” Bortolo Mutti. Se a Novara, prima della sosta, la rapida evoluzione degli eventi dopo l’esonero di Mangia non aveva consentito al tecnico bergamasco di plasmare la squadra a sua immagine e somiglianza, domani sera al “Barbera” la nuova creatura rosanero avrà comunque una sua identità. In attesa del recupero degli infortunati e di qualche possibile novità sul fronte mercato.

VARIANTI- La marcia di avvicinamento al match con il Napoli si è sviluppata su un doppio binario: il tecnico ha lavorato, in linea di massima, sullo stesso canovaccio proposto a Novara ma, nello stesso tempo, ha studiato delle soluzioni alternative. Mutti sembra orientato a promuovere in blocco l’intero pacchetto arretrato riproponendo la linea a quattro con Munoz terzino destro e Cetto (ristabilitosi dall’infortunio muscolare) al centro ma, anche in partita in corso, potrebbe fare ricorso alla difesa a tre ridisegnando la squadra con una formula (il 3-4-2-1) speculare al sistema di gioco dei partenopei.Si parte dalle certezze: Migliaccio, che sinora ha fatto continuamente la spola tra difesa e centrocampo, verrà schierato in mediana e andrà a irrobustire un reparto ricco di opzioni. In pole restano Acquah e Barreto ma non vanno sottovalutate la candidature sia di Della Rocca, provato da Mutti anche come play “basso” in un centrocampo a rombo, sia di Bacinovic.
Sul fronte offensivo va sciolto il nodo Vazquez. Il fantasista argentino ha fornito segnali confortanti ma l’impressione è che domani verrà “sfruttato” come carta da “calare” eventualmente in partita in corso. L’idea di base è infatti un tridente con Alvarez e Miccoli larghi a supporto di Budan. E’ rientrato in sede, intanto, Pinilla. L’attaccante, rimasto in Cile nei giorni scorsi per stare vicino alla moglie incinta, ieri pomeriggio si è allenato al “Tenente Onorato”. Ancora ai box Eros Pisano: «Sto molto meglio, siamo sulla buona strada».

FIDUCIA DEL PATRON -Zamparini rilancia le ambizioni del progetto rosanero: «Sto lavorando per portare a Palermo giovani dal futuro sicuro come lo sono stati Pastore, Cavani, Hernandez – ha annunciato ai microfoni di Radio Radio – Vazquez, ad esempio, è un giocatore su cui scommetto ad occhi chiusi. Il Napoli sicuramente avrà paura del Palermo perché noi giochiamo meglio contro squadre di alto livello. Il Palermo con Mutti sta ritrovando la sua solidità specialmente in difesa, ecco perché sono fiducioso». 

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google