Ancelotti a Sky: ”Buu razzisti? Abbiamo chiesto tre volte di sospendere il gioco, ma niente. La prossima volta ci fermeremo noi”

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, dopo il k.o. contro l’Inter è intervenuto al microfono di Sky Sport: “L’espulsione ha determinato la gara, stavamo spingendo e siamo rimasti in dieci uomini. Abbiamo avuto la chance per vincerla, ma c’erano animi agitati per vincere”.

Le parole di De Laurentiis e Allegri hanno contribuito a mettere pressioen? “Non le ho sentite. C’è stato un ambiente un po’ particolare. Abbiamo chiesto alla Procura Federale la sospensione per tre volte. Per tre volte hanno fatto gli annunci e niente. Il giocatore era nervoso, lo stato d’animo non era dei migliori. Koulibaly di solito è molto educato e professionali. Ci sono stati ululati per tutta la partita e la partita è andata ugualmente avanti nonostante le nostre richieste alla Procura Federale”.

La soluzione? Le partite possono essere interrotte, ma bisogna capire quando, se dopo cinque volte o quante altre. Koulibaly era agitato, nervoso e questo non va bene per noi e per il calcio italiano. Non era sereno, questo è normale. E Kalidou a queste cose ci tiene molto“.

Perché Callejon terzino destro? “Volevo mettere un giocatore che stava alto e per quello ho messo lui. Sapevo di prendere qualche rischio sui cross sul secondo palo, ma noi volevamo fare una partita offensiva. Non era una gara attendista. L’Inter ci ha pressati bene nella prima parte, poi s’è abbassata e a noi è mancata lucidità nei passaggi. Nel secondo tempo è stata un’altra partita, avevamo un controllo quasi totale”.

Insigne poco decisivo nelle partite importante? “Ha lavorato molto perché i due attaccanti hanno fatto un lavoro grosso anche su Brozovic. Ha fatto un lavoro difensivo”.

Ti ha detto che è successo con Keita? Gli animi erano molto caldi, quindi meglio aspettare domattina. Faremo una valutazione più precisa e pensiamo alla partita di mercoledì per chiudere bene l’anno. Il risultato di stasera non cambia niente sui nostri obiettivi”.

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.