Antalyaspor-Napoli 2-3, le pagelle di IamNaples.it: incanta Raspadori più di tutti

In campo nella ripresa anche quattro ragazzi della Primavera

Il Napoli riparte nello stesso modo in cui aveva terminato la prima parte della stagione, vince 3-2 in amichevole contro l’Antalyaspor. Spicca la doppietta di Raspadori provato anche da mezzala nel primo tempo, nella ripresa si è visto il 3-4-2-1 con l’utilizzo di quattro giocatori della Primavera: Hysaj, Marchisano, Barba e Spavone.

MERET 6: Sul gol può farci poco, con i piedi lavora abbastanza bene anche quando i compagni lo mettono in difficoltà, complice anche un terreno di gioco non in buone condizioni. (Dal 76′ Marfella 6: Forse poteva far meglio sul gol incassato su punizione, poi è attento in un paio di situazioni)

ZANOLI 5,5: Meglio nel primo tempo, nella ripresa sbanda un po’ sul centro-destra, apre il campo nella situazione che porta al gol di Mehmedi. (Dall’81’ Marchisano 6: Giocare in prima squadra per un ragazzo di diciotto anni è sempre una cosa bella, entra con la concentrazione giusta)

DI LORENZO 6: Non è il suo ruolo, se la cava ma c’è qualche errore nella costruzione e nelle letture c’è. (Dal 46′ Hysaj 6: Nell’azione del primo gol dell’Antalyaspor condivide gli errori di posizionamento di tutta la difesa, poi, però, cresce e compie anche un buon recupero difensivo)

OSTIGARD 6,5: Complessivamente una buona prova, deve essere più reattivo nelle scelte riguardo alla costruzione dal basso. (Dall’81’ Barba 6,5: Entra benissimo, gioca in una posizione insolita, sul centro-sinistra della difesa a tre e lavora benissimo con tanti interventi preziosi)

MARIO RUI 6: Nella metà campo avversaria costruisce degli spunti interessanti, delle triangolazioni con Kvaratskhelia, Raspadori e Osimhen. Qualche errore nelle letture, nei tempi in fase di non possesso. (Dal 46′ Zedadka 6: Qualche buono spunto a livello offensivo, Yamak gli nega la gioia del gol. A livello difensivo non copre benissimo il campo, nell’azione del primo gol si fa beffare in transizione)

ELMAS 6: Solito lavoro nel cucire i reparti, giocando da mezzala, quindi un po’ più dietro rispetto ad altre prestazioni. (Dal 46′ Gaetano 6,5: Bravo nella pressione coordinata, più volte ruba palla agli avversari, il terzo gol nasce proprio da un suo recupero palla)

LOBOTKA 6: Il Napoli ovviamente non può essere al massimo visto che si è in periodo di preparazione. Si pone bene come punto di riferimento muovendosi senza palla, la circolazione di palla non è rapida come sempre ma è giusto così in questo momento, non c’è bisogno neanche di forzare. (Dal 46′ Demme 6: Si toglie anche lo sfizio d’indossare la fascia di capitano, anche nei momenti più complicati si muove tanto anche senza palla per porsi come riferimento per la costruzione del gioco)

RASPADORI 7,5: È un gioiello, fa la mezzala nel primo tempo, gioca sotto punta nel 3-4-2-1 dietro Simeone nella ripresa. Fa doppietta, colpisce un palo, è esaltante notare l’intelligenza tattica con cui si muove in campo. (Dal 76′ Spavone 6: Era già entrato contro la Juve Stabia, rappresenta sempre un’emozione significativa. Qualche errore tecnico ci sta, si muove bene senza palla)

POLITANO 6,5: Riparte facendo golbeffa il portiere avversario sul primo palo, intorno alla mezz’ora fa spaventare tutti cadendo a terra con un movimento innaturale ma per fortuna si rimette in piedi e completa il primo tempo. (Dal 46′ Ndombele 6,5: Qualche errore nelle giocate ma ha forza, fisicità e la fa valere su un campo non in perfette condizioni. Inventa l’assist no-look per il gol del momentaneo 1-3)

OSIMHEN 6: Allunga la squadra, attacca la profondità e cerca anche di giocare spalle alla porta, non tutto gli riesce al meglio ma risponde presente.

KVARATSKHELIA 6,5: Ha recuperato, rivederlo in campo è bello, non è ancora al massimo come tutti, in campo il Napoli ha palesato anche il peso delle doppie sedute, dei carichi di lavoro. A sprazzi si vedono le sue giocate, nell’azione del primo gol c’è il suo zampino. (Dal 46′ Zerbin 6: Prova a due facce, in fase offensiva confeziona due passaggi-chiave per Simeone che prima di testa la manda fuori, poi colpisce il palo. Nei rientri in fase di non possesso fa fatica, ricorrendo spesso al fallo e in certe situazioni apre il campo per le ripartenze dell’Antalyaspor).

SPALLETTI 6,5: Il Napoli è una scatola che si riempie costantemente, oggi mantiene la qualità del gioco alla ripresa, alza l’asticella costantemente sottolineando ciò che non va. Concede la gioia dell’ingresso in campo in prima squadra a quattro ragazzi della Primavera, sperimenta nuove soluzioni: Raspadori mezzala e il 3-4-2-1 visto nella ripresa.

Ecco il tabellino del match:

Antalyaspor (4-2-3-1): Uysal; Balci, Sari, Toprak, Vural; Aydogdu, Fernando; Ghadcha, Mehmedi, Larsson; Luiz Adriano. All. Sahin
Napoli (4-2-3-1): Meret (75′ Marfella); Zanoli (46′ Marchisano), Di Lorenzo (46′ D. Hysaj), Ostigard (81′ Barba), Mario Rui (46′ Zedadka); Elmas (46′ Ndombele), Lobotka (46′ Demme); Politano (46′ Zerbin), Raspadori (75′ Spavone), Kvaratskhelia (46′ Gaetano); Osimhen (46′ Simeone). All. Spalletti
Gol: 8′ Raspadori (N), 15′ Politano (N), 55′ Mehmedi (A), 61′ Raspadori (N), 86′ Ozmert (A)
Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno
A cura di Ciro Troise

 

 

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.