Atalanta-Napoli 1-2, le pagelle di IamNaples.it: Osimhen decisivo, che partita Elmas

Elmas e Olivera protagonisti di una strepitosa prestazione

Il Napoli sbanca Bergamo, vince 2-1 portando a casa la quinta rimonta stagionale, ribaltando il rigore di Lookman con Osimhen ed Elmas. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

MERET 7,5: Due parate che valgono oro, una su Hojlund ad inizio gara e un’altra su Maehle nella ripresa, sull’1-2. Preciso, attento e autorevole nella costruzione dal basso e nelle letture in uscita.

DI LORENZO 6,5: Fa un po’ più di fatica rispetto ad altre gare perchè l’Atalanta trova spesso il modo di azionare le accelerazioni di Maehle. Quando subentra Politano, ci sono più equilibrio ed intensità e si soffre molto di meno sulla catena di destra.

KIM 6,5: Altra partita di ottimo livello, ad inizio gara come tutti soffre sia sulle palle a scavalcare la linea che nella costruzione dal basso, poi sale in cattedra e tiene botta su ogni situazione. L’Atalanta nella ripresa è pericolosa in una sola occasione, che nasce da una palla persa e da un’accelerazione di Maehle.

JUAN JESUS 7: Nella ripresa cresce la sua prova, è attento sia quando si stacca che nel lavoro in copertura. Nel palleggio poi è elegante in ogni contesto anche sotto pressione.

OLIVERA 7,5: Uno dei migliori in campo, dopo Anfield altra partita di qualità ed intensità. Salva il risultato con la deviazione fondamentale che sporca il tap-in di Lookman sulla traversa. Sulla catena di sinistra ispira tante situazioni anche con Elmas, una coppia inedita ma protagonista a Bergamo.

ANGUISSA 6,5: Si trascina negli ultimi venti minuti per la stanchezza ma è fondamentale il suo contributo soprattutto nel primo tempo. Sull’azione del secondo gol il duello vinto con Ederson è stato decisivo, ha determinato lo sviluppo della situazione offensiva. (Dal 93′ Gaetano s.v.: Partecipa ad onor di firma in una partita di grande spessore)

LOBOTKA 7: Sbaglia qualche pallone nel primo tempo e si tratta di un evento ma nella lettura delle situazioni in entrambe le fasi è un riferimento fondamentale, distribuisce idee ma in fase di non possesso è ancora più prezioso leggendo le linee di passaggio e coprendo ogni spazio.

ZIELINSKI 6,5: Nella morsa dell’intensità dell’Atalanta sul lungo periodo fa un po’ fatica ma, quando c’è stato bisogno di lui, nel momento decisivo tira fuori l’assist per il gol del pareggio di Osimhen, quello che cambia l’inerzia della gara. (Dal 64′ Ndombele 6,5: Entra benissimo, distribuisce palloni, ci mette forza e intelligenza anche negli uno contro uno)

LOZANO 6: Nel primo tempo fornisce il suo contributo sia nel risalire il campo che nella fase di non possesso, poi va in difficoltà ad inizio ripresa anche per l’atteggiamento di Maehle molto propositivo. (Dal 64′ Politano 6,5: Entra benissimo,  si sacrifica nelle due fasi, va a costruire anche delle buone azioni a livello offensivo, ci mette freschezza e qualità)

OSIMHEN 7,5: È l’uomo decisivo, è ingenuo e sfortunato sul rigore subito ma poi prende la partita di faccia e la ribalta. Fa gol e ispira con assist ad Elmas la rete dell’1-2. (Dal 75′ Simeone 6: Stavolta al 78′ fallisce una grande occasione, il suo tiro termina a lato ma fa il lavoro che gli chiede Spalletti, anticipa Demiral spalle alla porta più volte)

ELMAS 7,5: Sostituisce Kvaratskhelia che è un giocatore strepitoso, ad inizio si sente la mancanza del talento georgiano ma Elmas è protagonista di una prestazione magnifica. Fa entrambe le fasi, segna, non sbaglia una scelta, una lettura, complessivamente una delle sue migliori prove in maglia azzurra. Fa anche l’assist a Simeone nell’azione che potrebbe portare all’1-3. (Dal 93′ Zerbin s.v.: Partecipa in pieno recupero, ovviamente ha pochissimo tempo a disposizione per meritare una valutazione seria)

SPALLETTI 7: Il Napoli fa un’altra grande prestazione su un campo molto difficile, contro una squadra di alto livello, che non fa le coppe, fisicamente in palla, che ha giocato benissimo. Va avanti con i suoi valori, la cultura del gruppo, le qualità di una squadra che riesce ad interpretare bene ogni momento, indossando una molteplicità di abiti per ogni occasione: soffrire, ripartire, costruire.

Ecco il tabellino della gara:

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Toloi, Demiral, Scalvini; Hateboer (41′ st Soppy), Ederson, Koopmeiners (35′ st De Roon), Maehle; Pasalic (25′ st Malinovskyi), Lookman (35′ st Boga); Hojlund (25′ st Zapata). A disp.: Rossi, Sportiello, Okoli, Djimsiti, Zortea, Ruggeri. All.: Gasperini

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Olivera; Anguissa (48′ st Gaetano), Lobotka, Zielinski (19′ st Politano); Lozano (19′ st Ndombele), Osimhen (30′ st Simeone), Elmas (48′ st Zerbin). A disp.: Marfella, Sirigu, Mario Rui, Ostigard, Zanoli, Zedadka, Demme, Raspadori. All.: Spalletti

Arbitro: Mariani

Marcatori: 19′ rig. Lookman (A), 23′ Osimhen (N), 35′ st Elmas (N)

Ammoniti: Demiral, Hojlund, Zapata, Toloi (A), Kim (N)

 

A cura di Ciro Troise

 

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.