Lipsia – Napoli 0-2, le pagelle di IamNaples.it: Zielinski e Insigne guidano alla vittoria il Napoli 2.0 di Europa League

Gli azzurri non trovano la qualificazione agli ottavi di Europa League, ma vincono e convincono alla Red Bull Arena

Reina 6: Il possesso palla del Napoli riparte spessissimo dai suoi piedi, ma il Lipsia lo impensierisce raramente e dunque c’è ben poco da segnalare dal punto di vista degli interventi, fatta eccezione per qualche uscita efficace.

Maggio 6+: La velocità di Bruma lo impensierisce, ma riesce a contenere l’attaccante portoghese con esperienza e anche grazie ad un’integrità fisica per certi versi prodigiosa, tenendo conto dell’età e dello scarso impiego in stagione. Si proietta spesso nella metà campo avversario e nella ripresa dialoga molto con Callejon, sovrapponendosi allo spagnolo talvolta con risultati positivi.

Tonelli 6: L’ammonizione rimediata al 22’ potrebbe condizionarne la gara, ma si dimostra attento e cresce in termini di sicurezza col passare dei minuti, battagliando in maniera spigolosa con Poulsen: negli ultimi minuti del match, si inventa attaccante e prova a regalare al Napoli la qualificazione agli ottavi di Europa League, ma un suo colpo di testa risulta troppo debole.

Albiol 6.5: Guida la difesa e non si tira indietro quando c’è bisogno di dare inizio all’azione dalla difesa, con risultati pregevoli: tiene a bada Werner, che sembra solo la controfigura dell’attaccante ammirato (e temuto) al San Paolo.

Mario Rui 6: Sfrutta la sua velocità per controllare al meglio le accelerazioni degli esterni del Lipsia, dialogando spesso in velocità con Insigne ed Hamsik e apportando tanta qualità a sinistra. Dal 68’ Hysaj 6: Si dimostra solido in fase di copertura quando gli avversari ripartono e dà in più occasioni il via all’azione azzurra, servendo bene i compagni più avanzati.

Allan 6.5: Combatte per tutta la gara, dispensando grinta, quantità e qualità praticamente ovunque: solo il calo fisico nell’ultimo spezzone di gara e qualche errore di troppo dovuto forse ad un po’ di testardaggine lo rendono ancora “umano”.

Diawara 6 -: Non era difficile fare meglio del match di andata e infatti la sua prestazione è tutto sommato positiva, ma forse troppo scolastica: non incide mai sul match e talvolta sembra quasi distratto in fase di impostazione. Dall’82’ Jorginho 6: Pur giocando pochi minuti, apporta geometrie e idee alla manovra azzurra, supportando gli assalti finali degli azzurri.

Hamsik 6: Non disputa la sua miglior partita, non incide sul match come sa fare, eppure è sempre preciso nei passaggi e nelle verticalizzazioni, aiutando anche in fase di copertura. Dal 65’ Callejon 6+: Non è un caso che Sarri non si privi mai di lui dal primo minuto: pure da subentrato, lo spagnolo rinvigorisce il tridente offensivo azzurro con la sua intelligenza tattica, aiutando molto la squadra nella circolazione di palla e fornendo ad Insigne l’assist del 2-0.

Zielinski 7: inizia la gara da esterno alto di destra e nei primi minuti sembra intimidito – il paragone tra il serio e il faceto con De Bruyne non aiuterebbe nessuno… –, ma dopo un po’ sale in cattedra e tutte le sue qualità emergono nettamente. Dà inizio alla rimonta azzurra, depositando il pallone in rete su una smanacciata di Gulacsi.

Mertens 6: Partita complessa per il belga, che viene marcato bene e sovrastato dai difensori centrali del Lipsia – d’altra parte, lo stesso Mertens non sfrutta quasi mai il dribbling e l’accelerazione per sorprendere calciatori strutturati, ma non velocissiimi come Konaté e Upamecano. C’è comunque la sua firma nella triangolazione con Insigne che porta  al goal dell1-0 di Zielinski.

Insigne 7: Le speranze del Napoli 2.0 di Europa League seguono i suoi dribbling e le sue invenzioni: prima consente indirettamente a Zielinski di sbloccare il match, ribandendo il pallone in rete proprio su una conclusione, poi raddoppia all’86’ e guida la carica azzurra nel finale di gara.

 

A cura di Mariano Menna

 

 

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.