RILEGGI IL LIVE – Gattuso: “Domani giocherà Koulibaly, attenzione alla trappola Lecce”

Domani alle 15 Napoli-Lecce, sfida valida per la ventitreesima giornata del campionato di serie A

Gattuso: “Il problema non è Milik, a Genova con la spinta della curva sembrava che invece di qualche fallo laterale ci avessero fatto 10-12 tiri in porta. Milik non è Bierhoff ma è molto bravo a legare il gioco, quando la palla arriva al centravanti polacco dobbiamo muoverci, salire. Per domani bisogna ricordare non solo di vedere la classifica ma che non giochiamo contro il Lecce ma la finale di Champions League. Non sarebbe sbagliato fare un titolo sulla Champions”

Gattuso: “Ho un problema: Giuntoli e il presidente hanno comprato tre portieri forti, anche Karnezis è molto bravo, mi sembra strano vederlo a fare il terzo. Meret è un portiere forte, giovane, faccio delle scelte non per antipatia e simpatia ma per il bene della squadra. Se andiamo a vedere le statistiche, Ospina e Meret hanno percentuali non molto differenti: 60% e 40% a favore di Alex”

Gattuso: “Non ho nulla contro Lozano, bisogna provarlo anche a sinistra, a destra gioca sempre a palla scoperta, deve venire sempre dentro al campo, si sente più a suo agio, l’idea è avere gli esterni offensivi a piede invertito, mi sta dando soddisfazione quando l’ho spostato a sinistra. Ci parlo con il ragazzo anche se non ha grande chiacchiera, bisogna metterlo in condizione di riempire la gamba”

Gattuso: “Mertens e Milik possono essere sia una coppia che un’alternativa, Dries può fare la prima, la seconda punta, l’esterno offensivo. Abbiamo tutti la paura di sottovalutare l’avversario, si migliora in campo, fuori dal campo, con le sedute video. Non bastano solo l’allenatore o il direttore sportivo, bisogna mettersi a disposizione del compagno, questa squadra ha sofferto in questi mesi ed è uscita dal momento negativo, dobbiamo continuare e non pensare che abbiamo risolto i nostri problemi, è stata migliorata 20 giorni fa, bisogna pedalare, lavorare 5-6 ore al giorno con grandissimo entusiasmo. La squadra oggi vive il centro, voglio vederlo ancora di più, i ragazzi devono stare bene con noi, non deve essere un peso. Politano può essere un’opzione, è un giocatore importante, può venire dentro al campo a piede invertito, è diverso da Callejon, abbiamo in tutti i ruoli soluzioni importanti. Il calcio che proponiamo noi è difficile, una squadra che vuole costruire dal basso, il mio errore è stato pensare di fare subito ciò che volevo fare, ho commesso più di un errore ma ho preferito prendere qualche legnata ma credere fortemente nel nostro progetto, così non abbiamo scombussolato la mente dei giocatori. Molti non erano pronti per fare certe cose, la mia più grande soddisfazione è far rispettare le regole”

Gattuso: “È difficile arrivare in Champions ma voglio vedere la consapevolezza negli occhi dei giocatori, non dobbiamo buttare le partite sulla rissa, migliorare l’aspetto nervoso”

Gattuso: “Non ci casco ai complimenti, sono da tanti anni che sto in questo mondo, bisogna viverla con serenità e grande professionalità. Non mi gaso quando mi fanno i complimenti e non deprimo per le critiche, ho la mia idea di calcio e mi diverto nel fare questo lavoro, mi piace tantissimo quel periodo in cui sono con il fischietto in bocca”

Gattuso: “So cosa mi possono dare i giocatori a livello offensivo, ho scelto d’inserire Mertens prima del rigore di Gabbiadini. Non devo trasferire nulla, è un dato di fatto che non possiamo sottovalutare il Lecce, non dobbiamo innervosirci se ci palleggiano in faccia, dobbiamo tenere botta, ci prepariamo per andare a battagliare. Bisogna prepararla così, stiamo 3-4 giorni a settimana in sala video, hanno tutti 3 ipad e 2 iphone, sanno anche loro le qualità del Lecce. Per noi rappresentano più di tre punti”

Gattuso: “Fabio è un allenatore molto preparato, gli faccio i complimenti, ha fatto un miracolo già alla Ternana che sembrava retrocessa e invece con una serie di vittorie l’ha portata alla salvezza”

Gattuso: “Nella partita contro la Fiorentina abbiamo toccato il fondo, c’è la consapevolezza di essere una squadra forte, oggi, però, valiamo 30 punti, abbiamo fatto dei danni come ha detto Lorenzo. Non possiamo pensare al futuro, la cosa più bella è aver riacceso l’entusiasmo in città, adesso battiamo il ferro che è caldo. Se siamo uniti e facciamo le cose giuste, è una squadra forte che può fare molto di più di ciò che ha fatto”

Gattuso: “Demme, Lobotka sono giocatori funzionali, mi piace nel 4-3-3 la mezzala che si butta dentro e riempie l’area di rigore, guardate il gol di Elmas. Bisogna lavorare con serietà, non racconto barzellette, capita che si fanno delle scelte e qualcuno possa avere meno spazio. Bisogna pensare tutti allo stesso modo, è bello vedere la squadra che palleggia, tiene la linea alta, bisogna giocare da squadra, se rompiamo la linea e i difensori diventano tre bisogna scalare, dobbiamo avere continuità, portare la prima parte della gara di Genova per 70-80 minuti. Fabian ha fatto poco, ha avuto febbre alta per 8-9 giorni, non è al 100%, Allan s’allena da 4-5 giorni, ieri ci ho parlato, oggi lo valutiamo, ce la sta mettendo per recuperare la condizione fisica”

Gattuso: “Questa squadra da tanti anni perde sicurezze quando c’è un episodio negativo, non dobbiamo prendere decisioni da soli ma da squadra, se non arriva l’eurogol di Quagliarella la partita finisce in maniera diversa ma ci può stare, dobbiamo migliorare sotto quest’aspetto. Sono contento di ciò che stiamo facendo, la soddisfazione arriva in settimana, sono soddisfatto del lavoro quotidiano. Questa squadra recepisce subito, abbiamo fatto carichi di lavoro pesanti cambiando tanto, la squadra mi da grande disponibilità, spero che quest’entusiasmo non venga a mancare. Vanno fatti i complimenti ai ragazzi”

Gattuso: “Domani c’è una grande trappola, quella di più di 40000 spettatori allo stadio, se domani non interpretiamo la partita come contro la Lazio e la Juventus rischiamo tanto, il Lecce ti palleggia in faccia e sa giocare a viso aperto, ha le caratteristiche per metterci in difficoltà. Voglio vedere la stessa cattiveria degli ultimi tempi, abbiamo quattro difensori centrali, se stanno bene Di Lorenzo torna a destra nel suo ruolo, quando tornerà Ghoulam avremo anche quattro esterni. Domani Koulibaly giocherà dal primo minuto sperando che oggi non succeda nulla. Il mio futuro non ha importanza, vale di più quello del Napoli, non ho nessuna fretta, sono orgoglioso di allenare il Napoli, la mia priorità è far crescere i calciatori”

Benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli alla vigilia della sfida contro il Lecce in programma domani alle ore 15.

Dal nostro inviato a Castel Volturno Ciro Troise

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.