Napoli, i tifosi ripongano fiducia nella società: la storia insegna che gli azzurri sanno qual è la scelta giusta

Un'analisi e una piccola critica al calciomercato

Mancano ormai circa 20 giorni alla chiusura ufficiale del calciomercato estivo, eppure dall’inizio sembrano passati quasi millenni. Ogni giorno spuntano nuovi rumors, nuovi giocatori che il Napoli potrebbe e dovrebbe acquistare. Sinceramente ogni anno vi è una grande attesa per il calciomercato, una delle fasi calcistiche più entusiasmanti per tutti i tifosi di calcio; una fase però che viene sempre più prolungata con l’attesa per i giocatori che diventa snervante ed in certi casi angosciante. Si, diventa quasi uno strazio, l’attesa per il grande calciatore è più importante del calcio giocato, quel calcio estivo dove passa in sordina un 3 a 0 al Liverpool campione d’Europa mentre crea un allarmismo esagerato uno 0-4 contro il Barcellona. Il calciomercato è una delle fasi più importanti della stagione, è fondamentale per creare rose competitive ai fini degli obiettivi ma è anche uno strumento eccessivo ed esagerato usato dai tifosi contro le proprie squadre.

Un giorno sentiamo parlare di Icardi, un giorno è James e l’altro è Lozano, poi arrivano i rumors sul “Llorente” di turno ed il tifoso sui social “critica, critica e continuamente critica”. Spesso i tifosi non ripongono fiducia nei propri club e tendono ad avere atteggiamenti da sapientoni che successivamente cadono nel dimenticatoio: anni addietro ricordiamo critiche da tifosi di altri club a giocatori del calibro di Baggio, Eto’o o Snejider (l’olandese, protagonista dell’Inter del Triplete, ha in questi giorni annunciato il ritiro). I tifosi del Napoli  sono caduti anch’essi in questo tranello o meglio circolo vizioso dove c’è attesa per il grande nome ed a volte si dimentica che non è quello a portare alla vittoria.

E’ accaduto in passato con Edinson Cavani, inizialmente arrivato come attaccante uruguaiano del Palermo e criticato dalla gente perché si richiedeva un grande bomber. Successivamente sappiamo come è andata con Koulibaly e Mertens, arrivati come scommesse ed ora protagonisti della storia recente del Napoli. Anche l’anno scorso invece ci furono tantissime critiche perché i tifosi vedevano trasferirsi a Inter e Roma giocatori come Radja Nainggolan e Javier Pastore mentre a Napoli arrivò Fabian Ruiz, calciatore autore di una grande stagione e che si è poi consacrato come miglior giocatore dell’Europeo Under 21. Fabian Ruiz è solo l’ultimo esempio di una lunga lista, a volte è capitato di sbagliare, ma il Napoli è sicuramente tra le società e dirigenze migliori in Italia ed in Europa. Anzi, a dirla tutta, il club azzurro, numeri alla mano, è la società più florida economicamente in Italia essendo una realtà che si autofinanzia a differenza delle altre big.

Anche quest’anno è la stessa storia, il Napoli, a meno di clamorosi colpi di scena, è ad un passo dal chiudere per l’attaccante messicano Hirving Lozano. Autore di 45 reti in 83 presenze, oltre un gol ogni due gare, per un calciatore che non è una prima punta e che viene considerato alla stregua inferiore a James Rodriguez o Mauro Icardi, e, poi, addirittura c’è chi chiede il colpo a sorpresa Balotelli. Lozano dovrebbe esser pagato circa 42 milioni di euro, arriva dal Psv e sarà l’acquisto più costoso della storia azzurra. Non sappiamo se avrà sin da subito i numeri di Fabian, Zielinski o Mertens, ma di certo i presupposti, numeri alla mano, sono ottimi ed i tifosi del Napoli possono essere tranquilli.

Ah, per non dimenticare, nel 2013 dal Psv arrivava a Napoli Dries Mertens, arrivato come autentico sconosciuto ed ora a 13 gol dal diventare il miglior cannoniere della storia del Napoli, scavalcando Maradona e Hamsik. Questa non è una predica, ma è solo l’ennesima riprova che occorre aver fiducia nella società, nella dirigenza e in Carlo Ancelotti. La crescita del Napoli è evidente e davanti ai nostri occhi c’è la strada per continuare a percorrerla.

A cura di Mario Tramo


Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.