Napoli-Lecce 2-3, le pagelle: male la difesa, errori anche di Gattuso

Le pagelle del match di questo pomeriggio

Arriva quasi inaspettata la sconfitta per gli azzurri. Napoli che dopo un ottimo inizio soccombe al Lecce brillante e ad un arbitraggio che definire “da rivedere” è un eufemismo. 

 

Ospina: sul primo gol respinge corto consentendo a Lapadula il tap-in vincente. Sul secondo mano colpevole, ma da l’impressione di non crederci abbastanza. Nulla può sul terzo. Per il resto un grande intervento e qualche chiamata non difficile. VOTO 5

Di Lorenzo: spinge nel primo tempo, nel momento migliore del Napoli. Poi cala. Colpevole sul 2-1 di Lapadula con una marcatura da rivedere. VOTO 5,5

Maksimovic: partecipa anche lui al festival degli errori difensivi del Napoli non fornendo mai quella sicurezza che si richiede ad un difensore centrale di livello. VOTO 5,5

Koulibaly: non certo il ritorno in campo che aveva immaginato. Troppi errori di distrazione, sembra che mentalmente non ci sia con la testa in alcuni frangenti. VOTO 5

Mario Rui: a tratti nervoso, anche se l’arbitraggio osceno potrebbe essere una giustificazione. Nel finale prova a spingere sulla sinistra per dare la carica finale. Imprecisi i suoi cross. VOTO 5,5

Zielinski: si divora letteralmente un gol grande come una casa. Prova a rifarsi nella ripresa, ma non è mai realmente pericoloso. VOTO 5

Lobotka: inizia bene mostrando una discreta intesa con i compagni di reparto. Esce nell’intervallo per un modulo più offensivo. VOTO 6 (dal 46’ Mertens: entra in campo per il secondo tempo e fornisce l’assist a Milik. Mette poi Insigne davanti a vigorito, ma il 24 fallisce l’occasione. Tre i migliori del Napoli. VOTO 6,5)

Demme: Semplice, due tocchi e vie. Qualche volta troppo irruento, ma nel complesso il giocatore che serviva a questo Napoli. VOTO 6 

Politano: tra i migliori ad inizio match. Corre, lotta, fa vedere sprazzi di classe e bel gioco. Poi cala e viene sostituito. VOTO 6 (dal 72’ Callejon: entra e getta in campo tutta la sua esperienza. Non particolarmente incisivo, ha comunque il merito di scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori. VOTO 6)

Milik: sbaglia diverse occasione e per poco non sbaglia anche il gol a due passi dalla porta. Nella ripresa gli viene negato un rigore grande come una casa. VOTO 5,5 

Insigne: parte sornione, ma poi, col passare dei minuti si prende la scena. Il problema è che non concretizza. VOTO 5,5 (dal 78’ Lozano: entra per il forcing finale e gli capita sui piedi l’occasione del 3-3. Ingeneroso giudicarlo per 15’ di gioco. SV)

 

Gattuso: il primo tempo del Napoli è, al netto del gol subito, uno dei migliori della sua gestione. Poi l’ansia di agguantare il risultato lo porta a snaturare il modulo e a regalare il centrocampo al Lecce. E dire che il Napoli riesce pure a pareggiare, ma vuoi la sfortuna, vuoi l’arbitro, è il Lecce alla fine a festeggiare la vittoria. VOTO 5

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.