Primavera 1, Milan-Napoli 1-0: che beffa nel finale, le pagelle di IamNaples.it

Spesso i minuti finali erano stati ricchi di buone notizie per la Primavera del Napoli, nella vittoria di Udine, nei pareggi contro la Juventus e il Liverpool in Youth League, stavolta è arrivata una beffa nel finale con il gol di Brescianini che consente al Milan, che fino alla gara di oggi occupava da solo l’ultimo posto in classifica, di battere il Napoli anche meritatamente. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

D’ANDREA 6: Subisce gol nel finale con un tiro beffardo di Brescianini, nel primo tempo è bravo in uscita bassa su Tsadjout, può far meglio quando è chiamato in causa a giocare il pallone con i piedi.

ZANOLI 6: Partita diligente in fase difensiva sia sul centro-destra che sulla fascia sinistra, non ha la qualità di Zedadka quando va a fare il quinto sulla corsia opposta. Il Napoli perde tanto in fase di spinta soprattutto riguardo alla continuità e d’efficacia nelle scelte nella trequarti offensiva ma Zanoli ha caratteristiche soprattutto difensive e l’applicazione sotto il profilo tattico e agonistico non manca mai.

G.ESPOSITO 6: Partita ricca di difficoltà, gli attaccanti del Milan sbucavano da tutte le parti grazie alla prestazione poco brillante dell’intera squadra, se la cava abbastanza bene e all’82’, poco prima di uscire, ha sugli sviluppi di un corner anche una palla-gol. (Dall’84’ Casella s.v.: Una decina di minuti per l’ex Juve Stabia, è troppo poco per meritare una valutazione)

MANZI 5,5: Primo tempo in grande difficoltà, l’occasione clamorosamente fallita da Capanni nasce da un’uscita completamente sballata, tanti gli errori nella gestione del pallone nella propria metà campo. Cresce nella ripresa, soprattutto negli uno contro uno e nell’applicazione.

MEZZONI 6,5: Il migliore in campo, prezioso sia in fase propositiva che difensiva. Realizza tante diagonali molto importanti, nel primo tempo va più volte al cross ma il Napoli riempie l’area di rigore in maniera inefficace. Al 50′ inventa un gran tiro dalla distanza ma trova la risposta di Soncin.

MAMAS 5,5: Primo tempo in grande difficoltà, alcune ripartenze del Milan nascono dalle palle perse dai centrocampisti, migliora la sua prestazione nella ripresa, acquisisce più convinzione nella gestione del palleggio ma dovrebbe provare di più il lungo per l’attacco alla profondità di Sgarbi, lo fa raramente e in modo impreciso. Anche la gestione delle distanze in campo nella fase di non possesso è carente e il Milan ne approfitta tra le linee.

MICILLO 5: Prestazione sotto tono, sbaglia tanti passaggi facili in mezzo al campo, a livello tattico spesso non fornisce la giusta copertura e, quando va al tiro, non si coordina nel modo giusto. (Dal 60′ Vrakas 5,5: Consente al Napoli di gestire il pallone con un pizzico di qualità in più ma può fare di più crescendo in convinzione e lucidità)

ZEDADKA 6: Purtroppo la sua partita dura solo ventitre minuti in cui è protagonista di una delle azioni più pericolose costruite dal Napoli, il cross che poi ha visto la conclusione di Mezzoni da posizione defilata terminare sull’esterno della rete sul palo opposto. Con la sua uscita dal campo il Napoli perde qualità e diventa meno pericoloso sul fronte offensivo. (Dal 23′ Perini 5,5: L’impatto sulla partita non è brillante, commette degli errori in uscita, quando Maldini o Capanno lo puntano lo mettono in difficoltà. Nel corso della ripresa cresce sotto il profilo dell’intensità ma non manca qualche distrazione di troppo)

GAETANO 5,5: Nel primo tempo produce delle buone giocate come l’assist a Zedadka da cui nasce una delle azioni più pericolose del Napoli, quando si propone come riferimento per lo sviluppo del gioco la qualità della manovra migliora ma lo fa in maniera discontinua. Nella ripresa cala in maniera vistosa, probabilmente incide anche la stanchezza per una partita molto complessa.

PALMIERI 6: Da apprezzare per impegno e dinamismo, accorcia la squadra venendo spesso incontro al portatore di palla per fornire una soluzione in verticale, gli manca un po’ di lucidità nelle conclusioni o nelle scelte in fase offensiva. Al 3′ spedisce alto in area di rigore, poi al 24′ dal limite dell’area calcia debolmente tra le braccia di Soncin. Nella ripresa al 78′ fa l’egoista, potrebbe servire Vrakas sulla sinistra e, invece, va al tiro neutralizzato in due tempi da Soncin che si supera all’87’ con un colpo di reni su una conclusione dalla distanza.

SGARBI 5: S’accende a tratti, spesso s’isola dalla partita con dei black-out, deve muoversi di più e suggerire le verticalizzazioni, spesso s’allarga e diventa meno incisivo. Quando entra dentro la gara, il Napoli diventa più incisivo. (Dall’84’ Negro s.v.: Una decina di minuti per l’attaccante classe ’98 che da il suo contributo soprattutto in qualche duello corpo a corpo)

BARONIO 5,5: Bisogna lavorare sulla continuità nelle prestazioni, dopo l’ottima prova contro la Juventus un calo netto sia nell’attenzione difensiva che nella velocità e nell’efficacia delle giocate in fase di possesso. Gli azzurrini scivolano ogni tanto in queste prestazioni, al di là del crollo di Liverpool la memoria suggerisce le sconfitte contro Roma, Fiorentina e Palermo. E’ la sesta partita senza vittorie per gli azzurrini, bisogna ripartire già dalla gara interna contro l’Empoli di domenica prossima.

Ecco il tabellino del match:

Milan: Soncin 6,5, Barazzetta 6, Negri 5,5, Torrasi 7 (dall’80’ Haidara s.v.), Merletti 6,5, Ruggeri 6, Sala 6,5, Brescianini 7, Tsadjout 5,5 (dall’80’ Vigolo s.v.), Maldini 7, Capanni 6 (dal 76′ Tonin 6). A disp. Zanellato, Basani, Culotta, Martimbianco, Brambilla, Frigerio, Mionic, Older, Colombo, Vigolo. All. Giunti 6,5

Napoli: D’Andrea 6, Zanoli 6, Zedadka 6 (dal 23′ Perini 5,5), Mamas 5,5, Manzi 5,5, Esposito 6 (dall’84’ Casella s.v.), Mezzoni 6,5, Micillo 5 (dal 60′ Vrakas), Palmieri 6, Gaetano 5,5, Sgarbi 5 (dall’84’ Negro s.v.). disp.: Guido Piai, Calvano, Labriola, Illuminato, Saporetti. All. Baronio 5,5

 

A cura di Ciro Troise

 

 

 

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.