Final Eight Giovanissimi Nazionali, Napoli-Parma 1-2: le pagelle di IamNaples.it

Final Eight Giovanissimi Nazionali, Napoli-Parma 1-2: le pagelle di IamNaples.it

I Giovanissimi Nazionali del Napoli nel giorno in cui raccolgono la quarta sconfitta stagionale (regular season, Nike Cup e final eight) vanno in semifinale, entrano tra le prime quattro squadre d’Italia. La sconfitta contro il Parma è dolce, indolore perchè il Bologna pareggia 0-0 contro il Genoa e il Napoli chiude al secondo posto il proprio girone alle spalle proprio dei gialloblù di mister Maurizio Neri, a punteggio pieno con nove punti. Nel primo tempo gli azzurrini hanno espresso una prestazione scialba, sono apparsi ingabbiati nei calcoli e nella gestione del risultato mentre nella ripresa l’approccio è stato nettamente migliore, il Napoli ha mantenuto una buona organizzazione di squadra anche dopo l’espulsione di Gaetano. Le pagelle di IamNaples.it:

D’ANDREA 5: Ha delle responsabilità su entrambi i gol, sul cross di Callegari esce a vuoto mandando in confusione anche i suoi compagni, sul secondo doveva essere più attento e reattivo sul tiro di Guehi sul primo palo.

SENESE 7: Il migliore in campo. Uno dei pochi che non si fa condizionare nell’atteggiamento dal dato per cui basta il pareggio per qualificarsi. Contrasta sia Mattioli che Somian in modo perfetto, al 16′ della ripresa batte anche una punizione che poteva portare al gol del pareggio, grazie alla deviazione di testa di Palmieri.

GRIMALDI 5,5: Il Parma attacca soprattutto sulla sua corsia, va in netta difficoltà soprattutto sugli inserimenti di Gyabuaa. Anche il primo gol gialloblù arriva dalla fascia di sua competenza, nella ripresa deve tenere a bada anche Mattioli e Guehi e fa fatica. Al 20′ della ripresa fa partire una ripartenza del Parma a causa di una palla persa a centrocampo ma Somian, anche a causa dell’opposizione di tre azzurrini, spedisce il pallone addirittura in fallo laterale. (Dal 33′ s.t. Casolare s.v.: Ha troppo poco tempo a sua disposizione per meritare una valutazione, circa sei minuti compreso il recupero concesso dalla terna arbitrale)

REA 6: Adorante è un avversario ostico, uno dei migliori attaccanti della categoria, la difesa del Napoli lo contrasta abbastanza bene. Sul gol del 2-1 insieme a Casolare e Labriola concede troppo spazio a Guehi che riesce a far gol eludendo addirittura la copertura di tre azzurrini.

BARTIROMO 6: La prova complessivamente è buona, mette sempre la sua personalità al servizio della squadra. Commette un solo errore che costa caro: l’autogol che porta in vantaggio il Parma.

PELLICCIA 6: Nel primo tempo non sembra in partita, il suo contributo a centrocampo non è del solito spessore. In netta crescita nella seconda frazione di gioco, al 3′ verticalizza per Pirone servendo un ottimo assist, poi recupera tanti palloni. La sua generosità è preziosa soprattutto in inferiorità numerica.

CRISTIANO 5: La regia non è nelle sue corde, dettare i tempi del gioco non è nelle sue principali caratteristiche. In calo rispetto alle prestazioni offerte da mezzala, fa fatica nel primo tempo in entrambe le fasi. (Dal 9′ s.t. Labriola 6: L’impatto sulla gara è buono, agisce da mezzala sinistra sostenendo entrambe le fasi. Buoni i suoi inserimenti in zona gol, deve migliorare in fase di copertura, anche lui lascia troppa libertà in occasione del gol a Guehi che riesce a segnare nonostante fosse contrastato da tre azzurrini)

MICILLO 5,5: Non è una macchina, è un ragazzo di quindici anni e dopo due ottime prestazioni il centrocampista classe ‘2000 appare in calo contro il Parma forse a causa anche di alcuni problemi fisici che lo costringono ad abbandonare il campo dopo il primo tempo. (Dal 1′ s.t. Illuminato 6,5: Il suo ingresso in campo è molto prezioso, dà ordine e geometrie alla manovra e aiuta anche la squadra in fase di copertura da vertice basso del centrocampo. Al 30′ della ripresa colpisce anche una traversa su punizione)

MESSINA 6,5: Riguardo all’atteggiamento in campo è tra i migliori. Nel primo tempo è tra i più attivi anche se non gli riescono le giocate. Nella ripresa è un trascinatore sulla corsia destra, una soluzione sempre pronta per la fase offensiva degli azzurrini. E’ sua la rete del momentaneo pareggio al 23′, dimostra caparbietà nel recuperare il pallone a Schiaretti e freddezza nel battere Adorni. Guadagnerebbe anche un calcio di punizione interessante al 32′ della ripresa poco prima del gol del Parma ma l’arbitro Fontani inspiegabilmente lascia proseguire il gioco. (Dal 36′ s.t. Lieto s.v.: Entra nei minuti di recupero, non può meritare una valutazione)

PIRONE 6: Nel primo tempo si muove, cerca di aprire gli spazi per i compagni ma è poco aiutato a causa della scarsa fluidità della manovra. Nella ripresa la squadra verticalizza di più e riesce a dare profondità, al 3′ sfiora anche il gol su assist di Pelliccia. (Dal 12′ s.t. Palmieri 6: Fornisce vivacità al reparto offensivo, al 16′ mette anche paura al Parma con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione di Senese)

GAETANO 4,5: La peggiore prestazione stagionale. Non gli riescono le giocate e s’innervosisce, dimostrando che a livello caratteriale c’è tanto ancora da crescere. Si fa espellere per due ammonizioni evitabili: una per proteste ed un’altra per simulazione, privando la squadra del suo prezioso apporto nella semifinale contro l’Inter. Deve ritrovare serenità, brillantezza e determinazione, sperando che possa fare la differenza in un’eventuale finale. I suoi compagni di squadra giocheranno anche per lui.

CARNEVALE 5,5: Non è riuscito nel suo intento di trasmettere alla squadra il concetto per cui bisognava giocare senza far calcoli, scendendo in campo per vincere dimenticandosi che bastava anche il pareggio per passare il turno. Nell’intervallo si fa sentire, nella ripresa l’approccio è completamente diverso e il Napoli anche in dieci uomini ha avuto alcune occasioni per vincere la gara.

Ecco il tabellino del match:

NAPOLI (4-3-3): D’Andrea 5; Senese 7, Bartiromo 6, Rea 6, Grimaldi 5,5 (dal 33′ s.t. Casolare s.v.); Pelliccia 6, Cristiano 5 (dal 9′ s.t. Labriola 6), Micillo 5,5 (1′ s.t. Illuminato 6,5); Messina 6,5 (dal 36′ s.t. Lieto s.v.), Pirone 6 (dal 12′ s.t. Palmieri 6), Gaetano 4,5. A disposizione: Maisto, Mambella, Andreozzi, Calvano. All. Carnevale 5

PARMA (4-3-3): Adorni 6,5 (dal 37′ s.t. Carbi s.v.); Callegari 6,5, Crescenzi 6 (dal 17′ s.t. Schiaretti 5), Minari 6 (dal 1′ s.t. Barilla 6), Maynghi 5; Romeo 6 (dal 1′ s.t. Mora 6,5), Delle Donne 6,5, Gyabuaa 7 (dal 13′ s.t. Somian 5,5); Russo 6,5 (dal 13′ Ghion 6), Adorante 6,5 (dal 1′ s.t. Guehi 7), Mattioli 5,5. A disposizione: Castelluzzo, Marchini. All. Neri 6,5

Arbitro: Fontani di Signa; Assistente 1: Gini di Pontedera; Assistente 2: Matteoni di Pistoia

Marcatori: 31′ aut. Bartiromo (Pa), 23′ s.t. Messina (Na), 34′ s.t. Guehi (Pa)

Ammoniti: Callegari (Pa), Russo (Pa)

Note: espulso Gaetano per doppia ammonizione al 13′ del secondo tempo

Dai nostri inviati a Ponte a Tressa Ciro Troise e Gilberto D’Alessio 


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google