Napoli ‘stonato’… colpa del ‘VIOLincello’

 

Altro weekend tinto d’azzurro.

Dopo la ‘deludente’ parentesi settimanale di Verona, contro, ancora una volta, un Chievo trasformato in una grande, che puntualmente da’ il meglio delle sue possibilità, andando anche oltre i propri limiti,contro questo Napoli, finalmente, visto come merita: un avversario più che valido, gli azzurri rimettono il punto e ripartono.

Si ritorna al San Paolo per Napoli-Fiorentina.

In campo i giocatori iniziano il riscaldamento tra i soliti cori musicali che accompagnano le casse del San Paolo.

Intanto sugli spalti si vocifera e si pronostica, c’è chi è scettico sul risultato positivo e chi è convinto della vittoria, a breve si scoprirà chi ci avrà preso.

Le formazioni fanno il loro ingresso in campo.

Per il Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Fideleff; Zuniga, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik, Lavezzi, Cavani.

Per la Fiorentina (4-3-3): Boruc; Cassani, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Montolivo, Munari; Cerci, Jovetic, Vargas.

Parte subito bene la Fiorentina con un superlativo Cerci che più di una volta mette in difficoltà la retroguardia azzurra con le sue immense accelerazioni, la sua bravura tecnica tende a rilevare una giornata negativa per Andrea Dossena ( comprensibile visto che in questi giorni è venuto a mancare una figura importante per lui, il suo papà, da tutti noi, sentite condoglianze n.d.r. ). Di fatti è sull’out sinistro che i viola riescono ad essere più pericolosi.

La partita è intervallata da grandi emozioni e da abulici frammenti, non si rilevano grandi azioni da segnalare, fatta eccezione per una gran bella parata del ‘pirata’ Morgan su colpo di testa, anticipato da un calcio piazzato dalla sinistra, ed un tiro di Cavani che esce di poco a lato.

Sulle gradinate si continua a discutere del match, degli errori, sul da farsi e sulle note positive, si è attenti alla partita, ma paradossalmente il discorso inizia a scemare e si pensa già al prossimo incontro che vedrà il San Paolo protagonista in una … ‘Notte da Champions’. L’adrenalina e l’emozione sono percepibili, i napoletani non aspettano altro di vedere esordire la sua Napoli nell’Europa che vale, e dopo la buona prestazione di Manchester, andata anche ben oltre le previsioni, i tifosi azzurri sono molto fiduciosi sull’incontro che li vedrà impegnati contro gli ‘amarillo’ di Garrido, dei vari Rossi ( anche se si vociferia di una sua possibile assenza, pre-tattica ? n.d.r. ) , Nilmar, Cani, Zapata. E’ tempo di Napoli Europeo, ma occhio a stasera…

Inizia la ripresa, ancora una volta i viola a voler aprire le danze, ci provano, e dopo i loro primi dieci minuti infuocati il Napoli ritorna a dirigere orchestra e balli, tiene il gioco, crea un paio di azione gol, è nonostante la presenza dei ‘3 tenori’, si produce poco, e non si concretizza, sarà l’Inler poco Inler, o una serata’NO’ anche per il pocho, c’è un grande Zuniga ma alla fine non riesce ad essere determinante.

In questa serata stregata ci si mettono anche degli episodi dubbi che potevano essere determinanti.

Rigore nettissimo, fallo di mano in area, ed anche un secondo ai danni di Hamsik, nell’area piccola.

Risultato poco gradito ai tifosi, ma poteva finire anche diversamente.

Abbiamo affrontato una gran squadra con un grande allenatore, molto meticoloso nel mettere in campo i propri uomini, un Siniša Mihajlovi? che tatticamente, ha vinto la gara.

Ora, tutti attendono con ansia il grande martedì: il San Paolo che esordia in Champions League.

E’ una sera di gran gala per il tempio dei partenopei, ed una serata che si rispetti, inevitabilmente, deve avere il finale che merita.

Quindi, archiviamo questo 0-0, proiettati a martedì, ci si aspetta una grande prestazione da parte dei protagonisti e soprattutto una vittoria, un punteggio pieno per i figli di Partenope.

C’è un conto aperto con il club spagnolo, è arrivato il momento di chiudere i conti, con tanto d’interesse.

Non c’è aria di crisi, è addirittura seccante ed inopportuno arrivare a tali conclusioni, certamente è stata una settimana da dimenticare, ma il calcio è fatto di episodi, e non mi allarmerei più di tanto su questi ultimi.

Ora sotto con il Villarreal. Il ‘sottomarino giallo’ sprofonderà nel gran bel golfo azzurro di Napoli !

 … Ed il risultato di questa sera, preceduto da altri piccoli ‘incidenti’ di percorso, saranno

rimossi dalle menti dei napoletani.

 

Orgoglio e sacrificio…

… e che Napoli sia !

… Quello vero !

Avanti Napoli Avanti !

 

 

a cura di Maria Merone

 

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google