Primavera 1, Napoli-Chievo Verona 0-1: le pagelle di IamNaples.it

D'Andrea il migliore in campo, il Chievo vince ed è più incisivo del Napoli

La Primavera del Napoli cade in casa contro il Chievo Verona e scivola al nono posto per il sorpasso sia dei clivensi che del Cagliari, è una sconfitta pesante riguardo al sogno d’acciuffare i play-off. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

D’ANDREA 7: Se il Napoli è rimasto in partita fino all’ultimo istante, lo deve al suo portiere che più volte ha neutralizzato le conclusioni del Chievo Verona, soprattutto di Juwara. Qualche errore nella gestione del pallone con i piedi ma contano nella prestazione tante parate importanti.

ZANOLI 5: Cresce nel corso della ripresa ma c’è un primo tempo in cui è parso in balia di Juwara che ha vinto nettamente il duello con lui saltandolo costantemente.

SENESE 6: Al 38′ realizza un lancio preciso per Palmieri che poteva valere il gol del pareggio, sul cross di Ndrecka per il gol di Bertagnoli la lettura non è ottima, perciò il pallone lo scavalca ma realizza tanti altri interventi importanti sia in area di rigore che negli uno contro uno.

MANZI 5: Si fa anticipare da Bertagnoli in occasione del gol-vittoria del Chievo Verona, poi è protagonista anche di altre distrazioni durante la gara, una prestazione in calo rispetto al rendimento stagionale.

MEZZONI 6: Fa valere le sue capacità fisiche e atletiche in più occasioni sia in certi recuperi che quando riesce a guadagnare il fondo sulla sua corsia, un paio di conclusioni di Zanon che potevano essere più incisive nascono dai suoi cross. Poteva essere ancora più incisivo con un atteggiamento più coraggioso, attaccando di più ed essendo più aggressivo anche nella fase di non possesso, invece, ha conservato il vizio di scappare troppo dietro. (Dal 78′ Micillo 5,5: La determinazione c’è ma in certe situazioni realizza scelte affrettate come una conclusione dalla distanza che termina abbondantemente fuori misura)

MAMAS 6: Alterna degli errori come quando al 30′ con una leggerezza scatena una mischia nella propria area di rigore ma anche qualche spunto interessante, come un tiro dalla distanza terminato di poco alto o un assist per Sgarbi al 15′.

LOVISA 5,5: Il palleggio del Napoli è lento, senza grandi intuizioni, Lovisa riesce talvolta a proporre qualche buona apertura ma lo dovrebbe fare di più. In mezzo al campo per ampi frangenti della gara il Chievo acquisisce il controllo della mediana soprattutto con gli spunti di Zuelli. (Dal 78′ Bertoli 5,5: Incide pochissimo, fa la scelta giusta sulla punizione a due in area di rigore al 91′ ma il pallone sbatte sul muro posto dal Chievo Verona)

LABRIOLA 6: Un’ora di gioco circa per il centrocampista azzurro che si pone come punto di riferimento per lo sviluppo del gioco, buona prova, è dinamico, cerca di buttarsi negli spazi e di costruire qualche spunto con Sgarbi e Palmieri, gli manca la giocata decisiva in certi momenti dove c’erano le condizioni per tirarla fuori. (Dal 62′ Vrakas 5: Completamente abulico, non entra mai nella partita, non riesce mai a produrre spunti degni di nota pur avendo le qualità per essere molto incisivo in questi spezzoni di gara, come avvenne contro la Juventus)

ZANON 5: Non è mai incisivo, poco reattivo sia a livello difensivo che offensivo, l’unico spunto degno di nota è una palla in verticale per Palmieri fermato per una presunta posizione di fuorigioco, due volte sugli sviluppi di un cross di Mezzoni ha l’occasione di far male a Bragantini ma le sue conclusioni sono inefficaci.

PALMIERI 5: Si muove tanto, è dinamico ma nella scelta delle giocate lascia a desiderare, al 38′ dopo un lancio di Senese spreca a tu per tu con Bragantini, al 56′ sbaglia l’ultimo passaggio per Sgarbi e al 72′ gestisce malissimo un calcio di punizione a due in area. (Dal 73′ Negro 5,5: Si muove tanto, cerca d’essere incisivo ma non riesce mai a trovare l’occasione giusta)

SGARBI 5,5: Gli manca continuità, va a tratti, in certe fasi è più incisivo, in altre scompare dal gioco ma la prestazione è complessivamente sufficiente. Al 64′ con un suo spunto avrebbe potuto procurarsi un calcio di rigore ma l’arbitro Longo incredibilmente opta per un’ammonizione per simulazione.

BARONIO 5,5: La prestazione è un passo indietro, il Napoli è parso scarico in una partita da aggredire per il sogno play-off. Incidono le assenze di Gaetano e Zedadka ma la prova è stata molto deludente per intensità, atteggiamento, capacità propositive, il Chievo non solo ha vinto ma è anche parso più incisivo del Napoli. Bisogna riportare gli azzurrini sul pezzo con rabbia e cattiveria agonistica, un’altra sosta di venti giorni rappresenta un nuovo ostacolo da superare.

Ecco il tabellino del match:

NAPOLI: D’Andrea 7, Zanoli 5, Zanon 5, Mamas 6, Manzi 5,5, Senese 6, Mezzoni 6 (dal 78′ Micillo 5,5), Lovisa 5,5 (dal 78′ Bertoli 5,5), Palmieri 5 (dal 73′ Negro 5,5), Labriola 6 (dal 62′ Vrakas 5), Sgarbi 5,5. A disposizione: Idasiak, Casella, Esposito, Perini, Calvano, D’Alessandro, Saporetti. Allenatore: Roberto Baronio 5,5

CHIEVO VERONA: Bragantini 5, Pavlev 6, Ndrecka 7, Zuelli 6,5, Kaleba 5,5, Martires 5,5, Tuzzo 6, Karamoko 6,5, Rovaglia 6, Juwara 7 (dall’81’ Enyan s.v.), Bertagnoli 7 (dall’88’ Soragna s.v.). A disposizione: Malaguti, Raffa, Corti, Bontempi, Rabbas, Rossi, Anyimah. Allenatore: Paolo Mandelli 6,5

 

Dai nostri inviati al Ianniello di Frattamaggiore Ciro Troise, Francesco Russo e Antonio Balasco

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.