Primavera, Chievo Verona-Napoli: le pagelle di IamNaples.it. Male la difesa, il centrocampo soffre il pressing dei gialloblù

Primavera, Chievo Verona-Napoli: le pagelle di IamNaples.it. Male la difesa, il centrocampo soffre il pressing dei gialloblù

Una sconfitta inaspettata, dopo un filotto di due vittorie decisamente convincenti contro e Genoa in campionato e Shakhtar Donetsk in Youth League, per i ragazzi di Saurini. Il Napoli cade allo Stadio Comunale Caselle di Sommacampagna contro il Chievo Verona di mister D’anna. A decidere la partita la rete nel primo tempo di Rivi. Inutile l’assedio degli azzurrini che non hanno avuto la giusta lucidità e cattiveria sotto porta pur concedendo poco in fase difensiva. Non fortunata la scelta di rinunciare ad un giovane attaccante come Sgarbi che, per caratteristiche, avrebbe fatto certamente comodo alla squadra di Saurini. Un attacco troppo “leggero” contro una difesa organizzata e brava a chiudersi come quella di mister D’Anna. Sono mancate le alternative per provare a recuperare una partita che era decisamente alla portata degli azzurrini. Esordio in gare ufficiali per Antonio Marino, trequartista classe ‘2000 preso dall’Arci Scampia (CLICCA QUI per leggere l’approfondimento). Ecco le pagelle di IamNaples.it:

 

SCHAEPER 6: Incolpevole sul gol di Rivi, lasciato solo da Esposito e Schiavi. Il portierino azzurro si fa trovare pronto e rischia pochissimo sulle offensive della squadra clivense.

SCHIAVI 5.5: Concorso di colpa con Esposito e Scarf sul gol del Chievo di Rivi, si riprende nel secondo tempo con una prestazione fatta di concretezza e corsa sulla fascia destra. Con il supporto di Pelliccia nella seconda metà della partita, mette in grossa difficoltà Michelotti che fatica ad arginarlo.

ESPOSITO 5: Sulla rete clivense le responsabilità maggiori gravano su di lui. Rivi gli scappa via ed approfitta della dormita del centrale azzurro che in più di un’occasione dimostra di non essere nella sua giornata migliore. Isufaj e Rivi sfruttano le ripartenze in velocità per metterlo, con successo, in difficoltà.

TONELLI 6: Il difensore del Napoli è decisamente il migliore, nei 90′, del reparto arretrato. Mette minuti importanti nelle gambe vista la non brillantissima condizione fisica, va vicino alla rete nella ripresa con una bella girata da bomber di razza ma il pallone termina di poco a lato. Ha bisogno solo di continuità in campo.

SCARF 5: Tra i peggiori in campo. Mai incisivo in fase offensiva, in appoggio sulla sinistra sbaglia tantissimi passaggi semplici. In difesa soffre tantissimo la velocità degli attaccanti clivensi e al 25′ si lascia scappare Isufaj che lo sbeffeggia con un dribbling ubriacante servendo poi Rivi che sigla il gol partita. Giornata da dimenticare.

OTRANTO 5.5: Così come tutto il centrocampo del Napoli, il regista azzurro soffre incredibilmente il pressing che il Chievo mette in campo sin dai primissimi minuti. Poco protetto in fase d’impostazione dai compagni, sbaglia troppi palloni facendo poco filtro in mediana. Saurini ridisegna il Napoli con un 4-2-3-1 nella ripresa che spegne definitivamente Otranto, stanco ed in balia della mediana clivense

BASIT 5.5: Prova a rispondere al pressing del Chievo con corsa ed intensità ma si trova spesso a vagare in mezzo al campo e con poca convinzione. Davanti è poco incisivo supportando poco e male i compagni. in fase difensiva è impreciso e poco lucido. Nel 4-2-3-1 ridisegnato da Saurini fa leggermente meglio, dedicandosi solo alla fase di supporto alla difesa.

MICILLO 5.5: Anche lui rimane vittima della forte pressione impostata da D’Anna per il suo Chievo. Soffre meno di Otranto e Basit in fase di non possesso, in attacco è inoltre il più incisivo dei tre mettendo in pericolo la retroguardia clivense in un paio di occasioni. Pecca di precisione in una clamorosa occasione a tu per tu con Pavoni all’11’ che avrebbe dato un senso diverso all’arco del match. (DAL 49′ MEZZONI 6: Entra subito in partita mettendo in mostra la sua velocità sugli esterni. Saurini lo schiera prima a destra dove mette in grossa difficoltà la difesa del Chievo, poi, con l’ingresso di Pelliccia, finisce sulla corsia mancina dove è meno pungente).

ZERBIN 5.5: Si accende solo a tratti mostrando dei guizzi interessanti. Eccede spesso nel dribbling ritardando troppo l’appoggio ai compagni. Cala vistosamente nella ripresa concedendo la fascia al diretto marcatore. Saurini prova a più riprese ad invertire gli esterni ma il risultato non cambia. (DAL 62′ PELLICCIA 6.5: Uno dei migliori in campo. Entra con tanta voglia di fare ed il piglio giusto, galoppando a più non posso da esterno destro alto nel 4-2-3-1 azzurro. Insieme a lui cresce col passare dei minuti Schiavi, insieme mettono in enorme difficoltà la difesa di D’Anna)

PALMIERI 5: Viene servito poco e male dalla squadra. Si alterna in continuazione con Gaetano nel ruolo di punta centrale ma in entrambi i casi i risultato non cambia. Poco preciso ed incisivo, sotto porta non si vede praticamente mai. Finisce inghiottito tra le maglie della difesa del Chievo per 90′. Evanescente.

GAETANO 6: Il numero 10 azzurro prova a caricarsi il suo Napoli sulle spalle, svariando su tutto il fronte d’attacco e sfidando, anche da solo, la difesa avversaria. Poco cattivo sotto porta, pecca di precisione quando si tratta di lanciare a rete gli avversari. Prova ad abbassarsi per sostenere il centrocampo in grande sofferenza quest’oggi ma finisce per perdersi. Esausto, viene sostituito da Marino all’85’. (dall’85’ MARINO: s.v.)

 

ALL. SAURINI 5.5: Il suo Napoli dimostra di essere troppo “leggero” in avanti, manca una vera punta di peso. In tal senso discutibile la scelta di lasciare a casa il giovane talento Sgarbi. Nella ripresa prova a recuperare il match togliendo un centrocampista e passando dal 4-3-3 al 4-2-3-1 ma gli azzurri pur tentandole tutte non trovano un pari che sarebbe anche stato meritato. Dopo Genoa e Shakhtar, gli azzurri cadono in trasferta.

 

Ecco il tabellino del match:

 

CHIEVO VERONA (3-4-1-2)

Pavoni 6, Kaleba 6, Michelotti 5.5,  Bertagnoli 6.5, Sbampato 6.5, Pogliano 6, Rabbas 6, Liberal 6.5 (Dal 92′ Bran s.v.), Danieli 6.5 (Dal 90′ Gianola s.v.) , Isufaj 6.5 , Rivi 7 (Dal 67′ Omayer 6).  A disp. Zanchetta, Pavlev, Bran, Barellini, Costa, Gianola, Omayer, Karamoko, Pedroni, Anderloni.   All. Lorenzo D’Anna 7

 

SSC NAPOLI (4-3-3)

Schaeper 6, Schiavi 5.5, Esposito 5, Tonelli 6, Otranto 5.5, Basit 5.5, Micillo 5.5 (Dal 49′ Mezzoni 6), Zerbin 5.5 (Dal 62′ Pelliccia 6.5), Palmieri 5, Gaetano 6 (Dal 85′ Marino s.v.)   A disp. A disp. D’Andrea, Calvano, Marino, Coglitore, Mezzoni, Manzi, Senese, Energe, Pelliccia.   All. Giampaolo Saurini 5.5

 

 


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google