“…Reti bianche, ma il futuro è AZZURRO”

Rubrica "Calcio in rosa"- Il Napoli continua ad esserci!

 

Si ritorna a respirare aria europea nella nostra arena, dopo il freddo e la gioia della serata perfetta contro lo Steaua, ci ritroviamo ad affrontare ancora una volta avversari al San Paolo con la ‘camiseta’ gialla.

E’ il temibile Villarreal di Giuseppe Rossi, Nilmar e Capdevilla.

Andata dei sedicesimi di Europa League.

Solita ‘ magia San Paolo ’, medesimo popolo onnipresente, identica passione… stesso sogno: continuare la cavalcata.

Uno stadio strapieno, quasi sembra scoppiare, sia per la massa, sia per l’entusiasmo incontenibile di questa tifoseria romantica.

Manca ancora un po’ al fischio d’inizio, ma tutti i settori dello stadio ci allietano l’attesa con coreografie degne di applausi, dalle curve alle tribune. Dalla curva B si ironizza sui tabelloni allo stadio, che tardano ad arrivare, con uno ‘di nuova tecnologia’ che pende dal settore. Ospite d’eccezione in curva B… Gianluca Grava che prima di fare ingresso sugli spalti fa il giro dello stadio applaudendo tutti i suoi tifosi, ad ogni settore.

Oggi il nostro mister dovrà fare a meno di capitan Cannavaro, fuori per squalifica, al suo posto Cribari, con Campagnaro ed Aronica, a centrocampo Yebda-Gargano (con la fascia del ‘boss’), sulle fasce Maggio-Dossena, in attacco Mascara-Lavezzi a sostegno di Cavani.  ‘Mascarinho’ al suo esordio europeo dal 1’ minuto prenderà il posto di Hamsik che partirà dalla panchina.

Ci siamo.

Ha inizio il match.

Da subito gli ospiti sembrano approcciarsi perfettamente alla gara, ma passa poco e danno tutt’ altra impressione, c’è una prevedibile chiusura della squadra spagnola, dopotutto Garrido, il tecnico del Villarreal, non ha mai nascosto il timore che gli incuteva la nostra formazione. Una scontata barricata prende forma tra le maglie ‘amarillo’. Gli spagnoli sono qui per difendersi.

Gli ospiti ci hanno studiato, bloccano le nostre ripartenze, ma c’è un Napoli che non lascia spazi, tenace, che, però, non riesce a concludere, la retroguardia spagnola è troppa stretta tra la difesa ed il centrocampo.

Gli azzurri riescono a creare 3-4 palle goal, una clamorosa di Cavani, servito da Lavezzi, ma chiuso nella ‘ganascia’ gialla, non riesce a trovare la giusta cattiveria sottoporta.

 

Purtroppo o per fortuna la gara termina a reti bianche, il Napoli, avrebbe meritato un tantino in più la vittoria, ma è inutile pensarci. Ancora un pari negli scontri europei.

Il migliore in campo Campagnaro con le sue ottime chiusure, i suoi tiri da fuori, e su tutto il salvataggio della porta. Un Maggio superlativo nella prima frazione.

Bella prova, che conferma il mio pensiero, anche per Yebda, che con passaggi semplici e belle aperture da’ il giusto apporto al centrocampo. Un Gargano che va anche un pochino oltre la sufficienza, tempestivo nei recuperi e preciso nei passaggi, o quasi.

Un pocho giù d corda, quasi infelice, ma incisivo.

Sfiorata sufficienza per il resto della squadra, ma con ciò non condanno i miei uomini, nonostante tutto hanno dato il massimo, ma ben poco si può fare dinnanzi ad una ‘ muraglia ’ del genere.

E’ importante non aver subìto gol, abbiamo ancora un bel mazzetto di carte da giocarci in un’unica gara, ed il Napoli, oramai, è diventato vincente e spudorato fuori casa. Mi fido di loro, dei miei ragazzi, dei nostri dispensatori di felicità, daranno anima e corpo pur di vederci sorridere e piangere per la gioia e per la consapevolezza dell’ incalzare di un sogno .

Ne sono convinta: espugneremo El Madrigal con EL MATADOR & COMPANY !

Si dovranno pur ‘aprire’ ed è lì che colpiremo… gli inserimenti di Hamsik, le nostre ripartenze.

Il sottomarino giallo sarà battuto in ‘ terra amica ’ .

Abbiamo dalla nostra la possibilità dei due risultati su tre.

Ed è proprio il caso di dire VAMOS A GANAAAAR !!!!

Adelante Napoli !

 

 

a cura di Maria Merone

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.